Il Forum dedicato al modellismo dinamico
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Parliamo di camion militari ...

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Parliamo di camion militari ...   Gio 10 Nov 2016 - 17:00

.


... l'autocarro seppur trascurato o messo in secondi piani ha i meriti fondamentali per rappresentarsi come la spina dorsale della catena dei rifornimenti diretti sulla prima linea ... il veicolo ruotato per la sua celerità arriva ovunque con ogni genere di approvvigionamenti su strada e dappertutto dov' è richiesta la sua indispensabile presenza, quindi non potevo trascurare la scelta di costruire qualche autocarro dalle caratteristiche particolari almeno per i giorni nostri ... i giganti di 60 anni fa oggi potrebbero apparire similmente vetusti e ridicoli, ma a suo tempo hanno macinato chilometri dall'Europa all'Africa fino alla Unione Sovietica di Stalin Josep senza mai fermarsi se non alla resa germanica ...

... i miei autocarri sono per ragioni di approvvigionamento veicoli di classe superiore, insomma grossi autoveicoli adibiti per i trasporti pesanti, ad esempio di munizioni per le artiglierie oppure trattori blindati per grossi calibri ...

La motivazione è stata l'impossibilità di reperire soprattutto le ruote in misure di scala.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Dagli inglesi, americani e tedeschi, la scelta di auto carri con dimensioni alle volte giganti. come il Pacific-Dragon americano o il Faun VOMAG tedesco mi ha portato sulle realizzazioni per capire durante le caratteristiche d'uso di simili camion dalle apparenze insolite, specie settant'anni e passa fa.

.Personale.


... il Bussing-NAG a tre assi 900 costruito dal 37 al 39 lungo 10,40 metri e  con un motore Diesel da 150 cv per 59 orari, ha dato un grande aiuto come trasporto munizioni per le artiglierie da campo. Portata 9 tonnellate.

... il soggetto scelto di grosse dimensioni agevola in un certo modo la sua costruzione in quanto di possono adattare parti provenienti da scale superiori alla 1.16

... si parte sempre dalle foto di riscontro




....... un lungo studio riportato sui disegni consente la prototipazione del modello con un minimo di approssimazione d'errore ...... e dopo anni dalla costruzione è arrivato il carico di munizioni





.... bandiere regolamentari per segnalare carichi esplosivi in vista





... sotto il telone di copertura ci sono 450 casse munizioni calibro 75/40 in casse di legno per tre cariche con un peso di 7,200 chili per proiettile ... con un totale di 9.720.000 chilogrammi d'esplosivo ... vale a dire 1350 proiettili trasportati per rifornire i reparti d'artiglieria in prossimità dei depositi dietro le prime linee del fronte.

Altri autocarri più leggeri "classe media" con portata da 3 tonnellate erano impiegati sui rifornimenti munizioni-carburanti-assistenza da campo al seguito delle panzertruppen.

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Lun 14 Nov 2016 - 13:45, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Gio 10 Nov 2016 - 17:14

.

... non meno imponente il Post Commander AEC inglese corazzato



......... a confronto con il Bussing-NAG tedesco



... il solito figurino fa da riferimento scala per le dimensioni

lol!

... mancavano le centine per la telonatura




.


Ultima modifica di Sven Hassel il Gio 17 Nov 2016 - 20:32, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Sab 12 Nov 2016 - 20:47

.

Il modelismo, quello VERO è una discilina come molte altre serie applicazioni (per alcuni credenti la stessa fede diventa la disciplina per vocazione e scelta).

....... l'abisso che separa l'abilità modellistica dagli spacciatori parvenu, si misura dai fatti concretizzati nel tempo, il grande giudice imparziale che va oltre l'osservazione pubblica per scelta di parte ........

Qualsiasi progetto dev'essere calcolato per fattibile esaminando più materiale inerente al soggetto scelto, dov'è difficile se non impossibile trovare informazioni, disegni e dati appena attendibili per incominciare a capire un punto d'inizio o di rinuncia, perchè da buon segugio sulla rete interDET ho trovato un'infinità di soggetti interessanti mai arrivati alla fine.
La prima falla sull'estusiamo sui carri armati è di sottovalutare i cingoli da ammettere sul soggetto in causa, e per i veicoli, le ruote. Le ruote sono l'indispensabile chiave di lettura per estrapolare da "una fotografia" leggi immagine grafica, dalla quale si ricavano le parti in scala per un progetto che va disegnato per capire la sua attuazione.

... qualsiasi disegnatore tecnico conosce i principi d'estrazione grafica in assenza di disegni meccanici ...

Il Post Commander AEC: veicolo corazzato a 6 ruote motrici motore diesel 6 cilindri, 150 hp, trasmissione 4 marce più retro con riduttori. 18 tonnellate di peso, lungo 9 metri, alto 2,70 metri. Lo scafo è stato saldato da acciaio laminato di spessore 9 mm. Il peso del veicolo ha raggiunto 18 tonnellate, lungo 9 metri, alto 2,70 metri. Centocinquant'uno unità sono state costruite.

AEC ACV 6x6

Specifiche:

AEC Dorchester LP - HP sono stati costruiti in due configurazioni, con apparecchiature radio diversa, ma non c'erano differenze esterne tra di loro. Le modifiche sono state apportate all'interno del veicolo. Il Mk 1 ha avuto un unico grande ufficio e radio camera combinato, mentre nel Mk 2 c'era una sala radio separata. C'erano anche due versioni di ogni marchio: la LP (Low Power) e le versioni HP (High Power). L'LP è stato dotato di No.19 LP radio e set di HP. Il veicolo HP è dotata di un ricevitore RCA (Radio cristallino Amplifier) ​​e un set No.19. Le prime versioni del veicolo sono stati dotati di una tettoia che, quando srotolato, aveva pannelli laterali collegati per formare una zona di lavoro estesa. Le versioni successive avevano una tenda completa trasportata sul veicolo. C'era di solito un equipaggio di sette con il veicolo, un pilota, due operatori radio e quattro ufficiali.



... questo cassone inglese blindato usato come centrale di trasmissioni a lungo raggio, dove le difficoltà maggiori s'incontrano sul musone sfaccettato da numerose piastre inclinate e dove un solo errore, compromette le altre quote da osservare ... è stato una sfida andata a buon fine come altri progetti unici nel loro genere ...

Un soggetto ostico da riprodurre, specilamente nella scala 1.16 dove trovare le ruote con le caratteristiche idonee è un terno al lotto. Questo modellone da 50cm si vale di sei ruote artigliate di derivazione ROBBE e di sei cerchi di derivazione wedico miracolosamente compatibili (l'enorme magazzino della Factory di Sven, di un tempo, perchè ha chiuso l'attività) ha vomitato le fondamenta necessarie per edificare il resto, senza le basi fondamentali ogni progetto fallisce per imperizia.

... su come procedere "per apprendere" sulla costruzione, per chi ne fossero interssati, regalo con piacere le operazioni abbastanza dettagliate, da seguire con attenzione prima di procedere con facili ambizioni per non finire mediocremente in delusioni fallimentari ... lo scrivo perchè di lavori altrui, ricevuti per essere portati a termine, ne ho avuti fin troppi ...

ps.beninteso, il detto: ogni scarrafone è bello a mamma sua, vale per chiunque.

Solo i permalosi si sentono sminuiti se sottoposti a crritiche, le persone intelligenti le accettano per migliorarsi.

... se incontro chi ne sa più di me, ho la certezza d'imparare quel che non so ...

Alcuni, incontrando la conoscenze la scambiano per insolenza.

....... le ruote  necessarie con i cerchioni, per tracciare i disegni in scala "completamente estrapolati dalla grafica fotografica .......



... le foto del veicolo sono pochissime



........ quello che uscirà, in seguito sulla realizzazione del Commander Post, si deve a queste poche fotografie ...





.... per chi in contempronea, stanno seguendo il reporter

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

può rendersi conto delle rivalità esternate da attori lontanissimi dal comprendere, senza astio, l'abilità altrui di realizzare con molte probabilità quanto, per loro impossibile.



Il senso di sfida nasce dalle origini animalesche, mai sopite dalla razza umana, ed è naturale per istinti compromessi perdere il lume della ragione, senza contare le responsabilità da assumere senza che queste, diventino una spada di Damocle in sospensione.

........ mai mettersi al pari d'altri, si potrebbe uccidere (dentro) se stessi ...

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Dom 20 Nov 2016 - 12:37, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Lun 14 Nov 2016 - 13:35

.

........ ma come si inizia la costruzione di un soggetto unico prototipato (leggi non in commercio)?

I longheroni per i telai me li facevo fare da un perugino su ordinazione che me li piegava sullo spessore desiderato, in tale richiesta per il Bussing ho optato per lo 0.5 desiderando un telaio lungo semi rigido per ottenere l'aderenza in fuori strada. I telai rigidi vanno su piste battute, pavimenti e asfalto dove i ponti copiano le superfici piane. Sul terreno accidentato discontinuo servono ponti basculanti e telai elastici per ottenere tutta la trazione possibile da scaricare sul percorso.

.Personale.

                     ... il telaio in alluminio



... i soliti parafanghi forgiati a mano ottenuti senza dima di battitura usando il lamierino d'alluminio di 0.5 spessore



... un occhio sulle sospensioni



... le belle gomme tedesche Continental (la gommatura per un soggetto copiato diventa fondamentale sulle proporzioni e l'estetica finale) diametri e dimensioni errati compromettono fortemente il lavoro



... per un veicolo funzionale. I cerchioni sono della fu ROBBE scomparsa ...


.segue.

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Lun 14 Nov 2016 - 13:44

.

... ogni progetto estrapolato da fotografie (in mancanza di misure originali) si deve a una tecnica curiosa quanto se usata con estrema precisione di ricavare altezze, larghezze e lunghezze di un veicolo fotografato, e come?

Partendo da un dato certo come il diametro di una ruota. E questa è la migliore fotografia corrispondente al Bussing usata come campione per le misurazioni in scala 1.16.



... ora con l'occhio fino, se ponete l'attenzione sulla ruota e raddoppiate la sua circonferenza arrivate quasi al calcolo dell'altezza della cabina guida, ci siete? Misure alla mano, per raggiungere il tetto mancano due o tre millimetri, il diametro ruota è di 7,3 cm e l'altezza diventa di 15 cm con l'approssimazione del minimo errore ...

Ovviamente, mai azzardare i progetti sull'impeto delle improvvisazioni per non trovare alla fine o addirittura alla metà lavori un accrocchio deformato inguardabile. Un volume insostituibile "tedesco" riporta le intere caratteristiche di ogni veicolo impegnato nell'ultimo conflitto dov'è quasi impossibile sbagliare la valutazione del progetto fin dalla sua partenza. Un esempio è sulla cabina di guida interamente in legno, facile da riprodurre rispetto alla consorella in lamiera, quindi valutare le problematiche diventa fondamentale per non incorrere in problemi dell'incerto risultato. Mi spiego meglio:

Fra tutti i camion Opel Blitz visti in rete "direi una trentina o poco più, tutti 4X4 e sapete che il musone del Blitz è del 2X2 ho trovato un solo esemplare, appunto 2X2 assemblato senza il differenziale anteriore, che corrisponde sulla linea filosofica modellista mostrando la riproduzione "esatta" con un soggetto degno dell'autore.



Capite la differenza enorme che passa fra il pressapochista e il modellista?

Nei momenti di massima espansione sono emerse correnti senza vocazione dichiarandosi "modellisti" strombazzando amenità e volgarità su di un'arte che si può conseguire soltanto dopo una lunga esperienza e senza opportunismi insensati.

... dove si getta in rete d'impeto un qualsiasi modello raffazzonato (se andate sui forum esteri gridano sbrodolando "entusiast" per lavori penosi) rischiate presentazioni ridicole che solo nel tempo si rivelano insufficienti per una bravura nel frattempo conseguita e parlo per me dove trovo gli errori fatti dieci, cinque anni fa, che non tento neppure di riparare perché sono stati l'insegnamento fondamentale per migliorare ...

Chi si crede arrivato, in qualsiasi posizione o altro, è soltanto un individuo fermo.

..... non dimenticate mai questa massima.

lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Lun 14 Nov 2016 - 19:54

.

.... il modellismo non è soltanto creatività è ingegneria applicabile ad ampio raggio e per alcuno individui un principio di vita esistenziale ...


.... originalità, fantasia, creatività e innovazione ........ dovrebbero diventare per norma regole da applicare in ogni azione e nell'eccezione non manca il "telaio in forex" usato anni fa come dima per un autocarro a tre assi 2x4 e diventato in seguito lo studio per sostituire il classico telaio in metallo ....... una sorpresa per i puristi con qualche perplessità sull'integrità di una realizzazione che ha dato, nonostante l'azzardo un risultato al di là delle rosee aspettative, non solo per la robustezza ma per la facilità di esecuzione e scelta mirata per ogni tipo di veicolo ....





... cinque millimetri di spessore, eventualmente centinato, con traversi a T secondo l'impiego chiesto e sfido telai in metallo e truck sui cinque chili cheers cheers cheers  (raddoppiando gli spessori sui longheroni) accetto la sfida con oltre i dieci chili cheers cheers cheers entusiasmo a buon mercato?
Ho massacrato decine di soggetti per testare le mie idee fino all'estrema conclusione: o pienamente riusciti o da buttare ... affascina più del decimo tollino del Fùhrer da verniciare ... a proposito di verniciatura  Very Happy

Curiosità: un lucano mi ha definito il "vernicista" e questa definizione non l'avevo ancora sentita. Grazie Davide, ho chiuso la baracca,  sono certo che riuscirai nel (vernicistare) il tuo panzer.



..... dove si parla di VERO modellismo, si esce dagli schemi obsoleti per una maturità che si conquista attraverso il "nuovo" e non passivamente sulle galline perchè fanno buon brodo ..... parlare di innovazioni si parla del coraggio delle proprie azioni. Argomenti sconosciuti per conservatori e immaturi, proibiti ai copioni, inimmaginabili per chi non oltrepassa la lunghezza del naso .....

lol!

... la bozza preliminare



...... del cassone blindato



............. serve per controllare l'esattezza del progetto sulle relative proporzioni cheers

.... lavoretti del genere non sono da sottovalutare perchè un errore di qualche millimetro può ripercuotersi su tutta l'area inficiando non solo le quote in scala ma "torcendo" visibilmente il manufatto




... i ponti sono wedico in scala 1.16 resi basculanti dall'ancoratura centrale



... il sistema consente una copiatura del terreno senza pari assicurando la completa trazione

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Lun 14 Nov 2016 - 20:16

.

... e dopo i soliti disegni



... il musone e la cabina sono costruiti in forex e plasticard saldato con Loctite 431  

... la parte anteriore finita



... il cassone centinato



... a la cassonatura realizzata come l'originale in legno di abete



                         (la sovrastruttura è appoggiata sul telaio del VOMAG solo per prova) e le ruote sono di prova

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Mer 16 Nov 2016 - 20:48

.

... oggi siamo abituati dopo settan'anni a vedere veicoli moderni evoluti, grandi e potenti ...

....... l'americano Pacific fu un trattore imponente, pioniere dei recuperi sul campo di tank immobilizzato



... l'inglese Scammell Pioneer



... il Bussing-Tatra SWS



... FAMO tedesco



........ l'incredibile Lauster Wargel



Trattori sviluppati ottant'anni or sono e capaci di stupire ancora per imponenza e assurdità come per l'enorme Lauster Wargel progettato per rimorchiare i panzer tedeschi in avaria e scartato dopo le prove di collaudo per le difficoltà di marcia su strada e per l'aumento del tonnellaggio dei panzer. Per raggiungere l'area operativa le sezioni erano trainate da camion Opel Blitz e si potevano unire più sezioni autonome e motorizzate con Maybach da 235 cv a benzina. Avrebbe tirato fino a 50 tonn. Lunghezza: 12.4 m. Altezza: 3 m. Larghezza: 3.56 m. Velocità massima: 30 chilometri all'ora.

.segue

.questi veicoli non hanno a che vedere con i trattori d'artiglierie.


Ultima modifica di Sven Hassel il Mer 23 Nov 2016 - 17:57, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Gio 17 Nov 2016 - 20:33

Sven Hassel ha scritto:
.

Il modelismo, quello VERO è una disciplina come molte altre serie applicazioni (per alcuni credenti la stessa fede diventa la disciplina per vocazione e scelta).

....... l'abisso che separa l'abilità modellistica dagli spacciatori parvenu, si misura dai fatti concretizzati nel tempo, il grande giudice imparziale che va oltre l'osservazione pubblica per scelta di parte ........

Qualsiasi progetto dev'essere calcolato per fattibile esaminando più materiale inerente al soggetto scelto, dov'è difficile se non impossibile trovare informazioni, disegni e dati appena attendibili per incominciare a capire un punto d'inizio o di rinuncia, perchè da buon segugio sulla rete interDET ho trovato un'infinità di soggetti interessanti mai arrivati alla fine.
La prima falla sull'estusiamo sui carri armati è di sottovalutare i cingoli da ammettere sul soggetto in causa, e per i veicoli, le ruote. Le ruote sono l'indispensabile chiave di lettura per estrapolare da "una fotografia" leggi immagine grafica, dalla quale si ricavano le parti in scala per un progetto che va disegnato per capire la sua attuazione.

... qualsiasi disegnatore tecnico conosce i principi d'estrazione grafica in assenza di disegni meccanici ...

Il Post Commander AEC: veicolo corazzato a 6 ruote motrici motore diesel 6 cilindri, 150 hp, trasmissione 4 marce più retro con riduttori. 18 tonnellate di peso, lungo 9 metri, alto 2,70 metri.



... questo cassone inglese blindato usato come centrale di trasmissioni a lungo raggio, dove le difficoltà maggiori s'incontrano sul musone sfaccettato da numerose piastre inclinate e dove un solo errore, compromette le altre quote da osservare ... è stato una sfida andata a buon fine come altri progetti unici nel loro genere ...

Un soggetto ostico da riprodurre, specilamente nella scala 1.16 dove trovare le ruote con le caratteristiche idonee è un terno al lotto. Questo modellone da 50cm si vale di sei ruote artigliate di derivazione ROBBE e di sei cerchi di derivazione wedico miracolosamente compatibili (l'enorme magazzino della Factory di Sven, di un tempo, perchè ha chiuso l'attività) ha vomitato le fondamenta necessarie per edificare il resto, senza le basi fondamentali ogni progetto fallisce per imperizia.

... su come procedere "per apprendere" sulla costruzione, per chi ne fossero interssati, regalo con piacere le operazioni abbastanza dettagliate, da seguire con attenzione prima di procedere con facili ambizioni per non finire mediocremente in delusioni fallimentari ... lo scrivo perchè di lavori altrui, ricevuti per essere portati a termine, ne ho avuti fin troppi ...

ps.beninteso, il detto: ogni scarrafone è bello a mamma sua, vale per chiunque.

Solo i permalosi si sentono sminuiti se sottoposti a crritiche, le persone intelligenti le accettano per migliorarsi.

... se incontro chi ne sa più di me, ho la certezza d'imparare quel che non so ...

Alcuni, incontrando la conoscenze la scambiano per insolenza.

....... le ruote  necessarie con i cerchioni, per tracciare i disegni in scala "completamente estrapolati dalla grafica fotografica .......



... le foto del veicolo sono pochissime



........ quello che uscirà, in seguito sulla realizzazione del Commander Post, si deve a queste poche fotografie ...





.... per chi in contempronea, stanno seguendo il reporter

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

può rendersi conto delle rivalità esternate da attori lontanissimi dal comprendere, senza astio, l'abilità altrui di realizzare con molte probabilità quanto, per loro impossibile.



Il senso di sfida nasce dalle origini animalesche, mai sopite dalla razza umana, ed è naturale per istinti compromessi perdere il lume della ragione, senza contare le responsabilità da assumere senza che queste, diventino una spada di Damocle in sospensione.

........ mai mettersi al pari d'altri, si potrebbe uccidere (dentro) se stessi ...

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Gio 17 Nov 2016 - 20:53

.

....... come sono stati costruiti i soggetti presentati (escluso il FAMO commerciale) si può vedere nelle apposite sezioni che ne hanno illustrato i passaggi nei dettagli, questa rivisitazione si rivolge a richieste estere che seguono il modellismo italiano e in particolare il nostro forum dove chiunque può verificare attraverso il numero dei forumisti agganciati al sito. Il Pacific M26 della Car & Foundry Co.

L'esigenza di ridurre al minimo il percorso di avvicinamento al campo di battaglia eseguito autonomamente dai carri armati, nonché la necessità di provvedere all'evacuazione dei veicoli fuori uso verso le officine, costrinse gli organismi tecnici degli eserciti a considerare l'utilizzo di appositi veicoli da trasporto ruotati. Le prime soluzioni adottate si basavano solitamente sull'adattamento di veicoli civili o sull'utilizzo di autocarri militari progettati per il trasporto pesante; ma quando il peso dei carri crebbe fino a superare le possibilità di carico sui normali autocarri esistenti, si dovette pensare a veicoli progettati espressamente per questo scopo. Il primo esercito a disporre di un numero considerevole di questi mezzi speciali fu naturalmente quello americano che, favorito dalle immense capacità dell'industria automobilistica statunitense, poté mettere in servizio in enormi quantità alcuni modelli espressamente concepiti per il ruolo portacarri. Vennero adottati i seguenti due complessi:



Autoarticolato M25 "Dragon Wagon", composto dal trattore pesante classe 12 ton. M26 della Pacific Car & Foundry Co. e dal semirimorchio M15 della Fruehauf Trailer Co. Questo modello inizialmente rientrante nella classe 40 ton. fu poi potenziato con la versione M25A1 (trattore M26A1 e semirimorchio M15A1) che venne omologata per la classe 45 ton.

... fotografato in attesa delle gomme artigliate durante le prove radio ancora prima della serie collaudi obbligati ha dimostrato la bontà sul progetto derivato una meccanica 6X6 con sospensioni a larga estensione e telaio elastico, motore elettrico con ripartitore demoltiplicato sull'anteriore e posteriore, un tiro da bufalo e la velocità calibrata come richiede un trattore pesante. Naturalmente il complesso è completo di rimorchio dedicato ...

lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Gio 17 Nov 2016 - 21:44

.

Il Pioneer era un veicolo da trasporto britannico prodotto dalla Scammell durante la seconda guerra mondiale. Era utilizzato principalmente per il trasporto e il recupero dei carri armati.

Il Pioneer era un autocarro dotato di un semirimorchio fisso, cioè che non poteva essere separato dalla motrice come avviene oggi. Il progetto di questo veicolo risaliva alla fine degli anni venti quando si rese necessario un veicolo da trasporto capace di operare nei territori più difficili dell'allora Impero Britannico. Ne risultò un veicolo che univa sospensioni caratterizzate da una grande escursione e un motore diesel dalla grande coppia e potenza capace di muoversi, seppure a bassa velocità, su questa tipologia di terreni.

Le caratteristiche e le prestazioni del mezzo coincidevano anche con le richieste dell'Esercito Britannico per un mezzo con il quale trasportare i carri armati. I primi Pioneer furono consegnati nel 1932. Successivamente fu realizzata anche una versione da 30 ton. Per permettere la salita e la discesa del mezzo trasportato il semirimorchio era dotato di una rampa posteriore ribaltabile. Nel caso il carro non potesse muoversi autonomamente poteva essere caricato utilizzando il verricello del Pioneer. La motrice era dotata di una cabina lunga che poteva ospitare sia l'equipaggio del carro che le grandi ruote di scorta.



... la vasta escursione dei ponti posteriori è stata valorizzata da ponti differenziali d'alto livello e naturalmente dal costo




Furono circa 500 i Pioneer consegnati al British Army e tutti vennero impiegati nel trasporto e recupero dei carri armati. Durante il conflitto, con l'arrivo dei primi carri armati statunitensi dalla sagoma piuttosto alta, si manifestarono alcuni problemi di transito sotto i ponti delle strade del Regno Unito dovuti all'altezza che raggiungeva l'insieme Pioneer e carro.

Progettato come un 6 × 4 fuoristrada per l'uso nelle colonie della Gran Bretagna dove le strade battute in terra erano scarse, il Pioneer risale al 1927. Anche se manca la trazione integrale, la sua combinazione di una sospensione con grande escursione, una trazione eccellente e un motore a basse giri ha dato ottime prestazioni di trazione su terreni accidentati alle basse velocità.

Anche se non progettati per uso militare, il British War Office ha scelto il motore a benzina solo per un solo esemplare nel 1932. Equipaggiato come trasportatore di carro armato con un 18t accoppiato permanentemente semirimorchio, è stato assegnato a una unità di formazione per trasportati aggiuntivi fino al 1937.


Con l'eccezione del singolo motore a benzina nel 1932 tutti i Pionerr acquistati dall'esercito britannico sono stati dotati di un motore da 102 CV Gardner diesel a 6 cilindri, trasmissione sulle ruote posteriori attraverso un cambio a velocità costante e dotato di una presa di forza con un argano Scammell.

lol!
.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Ven 18 Nov 2016 - 14:55

.

Caratteristiche Tecniche
Equipaggio: 2 uomini
Peso: 13.500 kg
Motore: Maybach HL 42 a 6 cilindri a benzina da 100 hp
Dimensioni:
- Lunghezza 6,68 mt
- Larghezza 2,5 mt
- Altezza 2,83 mt
Prestazioni:
- Velocità massima su strada 27 km/h
Armamento:
- Nessuno




 
Cenni Storici
Alla fine del 1941 l'esperienza di guerra aveva dimostrato che la flotta dei semicingolati tedeschi aveva bisogno di essere sottoposta a revisione. I trattori d'artiglieria e da rifornimento 1 ton e 3 ton potevano continuare a restare com'erano, ma quanto ai pezzi medi e pesanti la questione si presentava complessa.

La serie da 8 tonn era necessaria all'artiglieria pesante e ad altri impieghi e si decise, pertanto, di eliminare il mezzo da 5 t, cercando un veicolo intermedio fra le 3 ton e le 8 ton, ma di basso costo perché nel 1941 la macchina da guerra tedesca era sottoposta a una seria tensione non soltanto per la capacità produttiva, ma anche per la molteplicità dei tipi di materiale da fabbricare. Il progetto che venne accettato era stato presentato dalla Bussing-NAG e prese il nome di SWS (schwerer Wehrmachtschlepper = trattore militare pesante). Esso era destinato non tanto alle formazioni corazzate o di artiglieria, quanto ai reparti di fanteria quale veicolo da trasporto di rifornimenti in particolare. Di conseguenza, nella sua forma di mezzo da trasporto fu praticamente un autocarro semicingolato, senza corazzatura, con una cabina aperta e tetto non protetto, capace di trasportare un passeggero, oltre il pilota.

Allo scopo di mantenere il costo di produzione più basso possibile, i cingoli non furono quelli con pattini di gomma dei pezzi di prima linea, lunghi da costruire e costosi, ma in acciaio con giunzione delle maglie mediante perni a secco. L'SWS entrò in produzione presso la Bussing-NAG di Berlino e la Ringhofer-Tatra cecoslovacca, ma le cose andarono per le lunghe; l'SWS non aveva grande priorità nella scala della produzione e, inoltre, il comando bombardieri britannico metteva il suo zampino per ostacolare la produzione, tanto che invece dei previsti 150 veicoli al mese, dal dicembre del 1943 (inizio della produzione) al settembre del 1944 ne furono consegnati solo 381. Tali seri inconvenienti indussero all'affrettata improvvisazione del Maultier, una trasformazione di autocarri Opel e Daimler-Benz in autocarri semicingolati, mediante la sostituzione del complessivo dell'assale posteriore con nuovi alberi di trasmissione collegati a un gruppo di rotolamento del carro da combattimento PzKpfw II.



.


Ultima modifica di Sven Hassel il Ven 18 Nov 2016 - 17:37, modificato 3 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Ven 18 Nov 2016 - 17:32

.

.... realizzato in legno, forex, plasticard e cartoncino



......... base studio su disegni e fotografie



.... parte difficile inserire i gearbox in sette centimetri di spazio



... durante i collaudi ha rivelato doti di tiro e prestazioni rispetto al FAMO superiori con la sterzata progressiva senza il bloccaggio cingoli



............ il forex è eccezionale per ogni occorrenza e si lascia scolpire con facilità



Assegnato ai reparti del Genio Pontieri, recupero feriti, guastatori, approvvigionamento, trasporto munizioni, l'SWS fu un buon supporto per le artiglierie e per le doti di tutto terreno dovuto ai cingoli interamente metallici senza i tacchetti di gomma della serie semicingolati leggeri, medi e pesanti tedeschi.

lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
met5

avatar

Messaggi : 1241
Data d'iscrizione : 22.12.15
Età : 48
Località (indirizzo completo) : Roma

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Ven 18 Nov 2016 - 18:33

I sedili sono da urlo. cheers

Il complessivo lascia esterrefatti farao

Sì ... decisamente questa materia il tuo graal. Altro che Imax.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Ven 18 Nov 2016 - 22:56

.

LEI è esageratamente magnanimo di complimenti immeritevoli, c'è di molto meglio e ne vedrai di eccezionali d'altre mani.

Buon weekend romano dell'elica.

cheerscheerscheers

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Gio 18 Gen 2018 - 9:18, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
met5

avatar

Messaggi : 1241
Data d'iscrizione : 22.12.15
Età : 48
Località (indirizzo completo) : Roma

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Sab 19 Nov 2016 - 10:14

.....tipo qui potremmo fare un salto:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Buon weekend, nordico cheers
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Sab 19 Nov 2016 - 10:42

.

... dal musone dell'SWS Bussing TATRA al Famo TATRA F3 si evincono le somiglianze discendenti dagli autocarri...





Quest'ultimo modello è stato equipaggiato con il motore di benzina e dodici cilindri a V, Maybach HL 108 TUKRM (10.830 cc e 270 CV), anche se l'azienda Tatra utilizzato nei loro veicoli il diesel motore refrigerato dal tipo di aria (classico in Tatra peraltro) 103 che potete vedere nella foto di fino (ha impostato in assenza del radiatore e la diversa configurazione del cofano). Questo motore era un 12 cilindri a V di 75 °, 14,825 cm3 e 210 HP che ha dato ad un regime di 2.250 giri/MIN, con un rapporto peso/potenza di HP/tonnellata 17. Egli stesso motore attrezzati anche per il Jagdpanzer 38, al camion Tatra 111 e la Sd.Kfz.234 e la sua produzione continuò nel dopoguerra, anche se la potenza nominale è declassato di forma usuale fino a 180 CV a 1.800 giri/MIN. L'ingegneria ha abbassato i giri dopo aver determinato che con la potenza di 210 CV, la vita media di un motore al regime massimo è stato ridotto attraverso la figura ridicola di sei ore.



... curiosità di 73 anni fa affraid cheers

Tatra T955, raffreddato ad aria prototipo diesel W18 da 1943 Cilindrata 22 238 ccm, portava 110 mm, corsa di 130 millimetri, uscita massima 220,6 kW / 2000 giri al minuto. Museo di Tatra tecnico, Kopřivnice, Repubblica Ceca.



Un totale approssimativo di circa 2.600 F3 modello veicoli sono stati prodotti durante la guerra.
Quest'ultimo modello F3, aveva già la configurazione che ha caratterizzato per la FAMO durante tutto il conflitto. Una fila di sedili posteriori e sovrastruttura posteriore a cassone, di "camion", portellone e due laterali armadi con ante a battente.

............... eeeeeeeeh si arriva al FAMO2 più conosciuto e discusso il più pesante veicolo da recupero surclassato soltanto dal Bergepanther



... da non confondere con il FAMO TATRA F3 con motore Maybach a benzina 12 cilindri da 230 cv



... costruito su licenza in Cecoslovacchia dalla Famo AG di Breslau la sola differenza di identificazione si trova nelle prese d'aria diverse dai FAMO tedeschi

... un'altra differenza percepita sai soli VERI modellisti si trova sui FAMO Sd.Kfz. 9/1 e si trova sui carrelli e per la maggiore lunghezza del veicolo



Sui motori TATRA raffreddati ad aria ci sarebbe molto da scrivere sul confronto dei Maybach convenzionali ad acqua, e per le diverse scelte diesel o benzina



... restando esempi meccanici d'alta ingegneria negli anni trenta implementata successivamente durante il conflitto mondiale

lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Sab 19 Nov 2016 - 20:28

.

..... avrebbe potuto diventare un cult modellistico invece è quello che è drunken pale













....... ho raccolto i soggetti meritevoli raccattati in rete compresi gli statici in resina della Juckenburg ora introvabili





.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Dom 20 Nov 2016 - 12:54

.

... ricavato dall'unica fotografia esistente e studiato in seguito disegnato in scala 1.16 l'AEC 0854 6x6 <prototype heavy artillery tractor> corazzato motore diesel da 150 cv e sei cilindri da 9500 cc lunghezza 8 metri. L'equipaggio comprendeva 10 persone, 8 delle quali sistemate nell'apposito compartimento sul cassone.



Da me costruito nel 2008 decidendo che nell'intero parco commerciale sui carri armati non c'erano veicoli d'implemento sulle scene di rappresentazione se non i pochi statici per lo più ignorati.

.... estrapolare le dimensioni dalla foto non fu per niente facile specie sul musone sagomato a piastre dove l'errore compromette inevitabilmente la sagoma duplicata ....

La base si offrì dal telaio truck Tamyia accorciato e modificato sull'avantreno per alzare la luce da terra e non prima d'essermi assicurato il diametro della ruote compatibile con le misure del soggetto da copiare. Il problema di base inizia scoprendo che in scala 1.16 (Tamiya è in 1.14) non si trovano in commercio differenziali, assi anteriori, cerchi e ruote, cosette fondamentali per prototipare esemplari unici di successo e non tarocchi.

... assemblato con forex, platicard, cartoncino e legno di balsa, elettroniche Tamyia truck, teloni in carta da cucina, cerchi e gomme ROBBE il blindato inglese debuttò alla MILITALIA di Novegro e sul percorso privato di Bergamo dove completò il duro collaudo sul terreno sabbioso infido



... scoprendo che non sempre gli assi posteriori gemellati eliminano gli impicci senza l'auto bloccante sui differenziali (si vede chiaramente il ponte anteriore che scarica tutta la trazione senza ripartirla sull'asse posteriore) essendo un 3x4 è privo di trazione sull'asse anteriore indispensabile per una marcia sicura in fuori strada ...



... il blindato per "scena" l'ho inserito nel contesto africano catturato dai tedeschi come preda bellica e rimarcato con l'insegna DAK



.


Ultima modifica di Sven Hassel il Lun 21 Nov 2016 - 14:52, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Dom 20 Nov 2016 - 14:39

.



... un ben più famoso è il Dorchester AEC inglese conosciuto come il Rommel's usato dalla volpe del deserto germanico Erving Rommel in Africa



......... trovate le gomme artigliate e cerchioni compatibili



... auto costruzione facilitata si fa per dire dalle piastre chiodate (tipologia comune per i veicoli inglesi) e di chiodini per simulare il realismo ce ne sono voluti oltre un migliaio  Sleep  scratch  Shocked



... trazione 4X4 va dappertutto su ogni terreno veicolo comando corazzato motore diesel a 4 cilindri da 95 cv. Peso 11 tonn lunghezza 7 metri altezza 2,80 metri costruito in 416 esemplari ...



.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Lun 21 Nov 2016 - 17:12

.

........ la ROBBE tedesca aveva in catalogo un camion in scala 1.16 con differenziali anteriori e posteriori, poi sparita dai mercati, l'ideale per un telaio adatto con modifiche a un Morris C8 AT 4X4 motore e trasmissione compresa il tutto irresistibile per un soggetto tutto inglese

... un poderoso, lento, veicolo con un motore da 3500 cc a benzina da soli 70cv



........... duplicare il musone in forex e plasticard è un rompicapo solubile soltanto dai disegni in cartoncino riportati da campioni sul taglio finale da unire sulle parti affraid bounce un divertimento senza pari che premia l'abilità profusa ingegneristicamente





... se sbagli sei fregato pale



............. e se fai centro ti trovi un soggetto unico da esibire



... con non poca soddisfazione in versione Africa orientale



.............. dove si spartirono i ruoli cadendo in mani tedesche sulle piste insidiose dando prova di ottimi veicoli tutto terreno con l'AEC Matador L.R.D.G. gli scorpioni del deserto



... come sempre il radiatore da scolpire firma l'autocarro



... e il resto vien da se



... avete mai copiato un volante? Intendo costruito ?



... con tutto il resto che completa un interno scoperto visibile



Dovrei spendere due righe a titolo altrui spiegando come il modellismo VERO non dovrebbe essere esibito come vanto, ma soltanto come soddisfazione propria e ricavato unicamente dal piacere personale.

... motore AEC a 6 cilindri diesel da 7600 cc potenza 95 cv trazione 4x4



... non piacendo i soggetti nuovi



...... il parafango mancante è voluto per simulare l'usura del veicolo



.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Mar 22 Nov 2016 - 22:18

.

... mai pensato d'escludere i poderosi truck americani



............ usando un telaio auto costruito in alluminio da 0,6 di spessore, ponti Wedico posteriori con avantreno modificato (ristretto di carreggiata) trazione 6X6 cerchi realizzati con fresa gomme Continental motore 540



... il soggetto deriva dal Mack 123 truck / tractor con rimorchio o cassone















.... sagoma musone facile da costruire in plasticard e forex



.......... la griglia del radiatore è di 28 pezzi auto costruita





... il rimorchio un BRUDER modificato

........ la versione con il cassone a scelta d'uso



..... la preparazione pre verniciatura





........... l'argano non poteva mancare



... per un trattore serio come il Mack



... uno scherzo da 54 pezzi auto costruiti



... il cassone porta utensili contiene la batteria d'alimentazione



.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Mer 23 Nov 2016 - 18:43

.

............ Scammell Pioneer inglese motore Gardner diesel da 102 cv progettato negli anni venti per il trasporto carri armati da 30 tonn con una originale trasmissione sulle ruote posteriori mediante catene chiuse in cartelle



... lo stesso copiato dagli americani per il Pacific / Dragon Wagon e per lo Sterling



........ ma completamente allo scoperto



... consentiva l'escursione delle ruote in ogni condizione di terreno senza perdite di aderenza







... un tema irresistibile da realizzare



....... però, non impossibile



.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Gio 24 Nov 2016 - 18:44

.

... in una decina d'anni e più ne ho ascoltato e letto di ogni opinione sul modellismo spiccate da passionali individui accesi come fiammiferi scomparsi in esili fiammelle inconsistenti ...

Due parole serie le spendo sulle differenze che passano fra il modellismo statico e il soggetto dinamico dove per natura "come il tank" finisce sui campi di battaglia con terra e sabbia polverosa e dove, il solo trasporto movimentato non trova la pacifica destinazione del soggetto statico conservato sul ripiano o addirittura in una teca a prova di polvere.

... che cosa cambia fra le due tipologie? Diciamo un abisso? Però, senza esagerare la cura maniacale sui particolari delicati, o le verniciature pittoriche in taluni eccessi con olio da tele per tirare sfumature e effetti cromatici che un carro armato neppure lontanamente ha mai avuto addosso alla sua ferrea corazza d'acciaio rende l'idea della facilità in cui la mano prende in favore del realismo ...

Il dinamico è maschio incominciando dalle vernici industriali ad alta resistenza che lo preservano dagli usi intensi, mani sporche, dita unte e polvere naturale senza disdegnare di bagnarsi sotto la pioggia o guadare una pozza di fango limaccioso indifferente da possibili danni.



Dopo un trattamento pesante un delicato lavaggio specialmente sui cingoli liberati dalla morchia che lasciata li blocca nella successiva uscita.

... un esempio che farebbe inorridire uno schizzinoso e inorgoglire un dinamista di lungo corso esperto sul come dinamicizzare con successo il suo panzer



Già, il dinamico non sta fermo e più diventa usato e meglio si presenta "operativo" specie per me che non amo i tank da vetrina lindi e lustri come utilitarie.

... naturalmente nulla impedisce che l'abilità individuale non raggiunga livelli tali da unicità modellistica



......... dove l'esemplare unico "prototipato" acquisisce un valore fuori commercio



Perché il dinamico si trova agli antipodi rispetto allo statico?

... perché girano le ruote, deve sterzare, arrampicarsi e rotolare riportando pochi danni, perché deve avere una meccanica, un motore che lo muova, un impianto elettrico, un radio comando, batterie, regolatori, riceventi, tutta robetta che vuole la sua parte d'ingegno per diventare parte attiva ...

Compromettere una centralina elettronica, sbagliare un contatto, bruciare un regolatore di tensione, non capire un accidenti d'impianti elettrici, di lettura schede, non ha nulla a che fare con gli statici e se non t'impegni di cervello usando altre abilità dove esula il modellismo inteso come vanto d'esibizione tutto il lavoro si consuma su qualcosa di inerte, immobile.

... e in questo si differenzia il baratro tra lo statico e il dinamico radiocomandato dove la divisione impone il rispetto sulle parti nettamente contrapposte fra tipologie specifiche e abilità che vanno oltre lo scatolame stampato e l'auto costruzione ...

... il cui il progetto definisce la sagoma del soggetto completo da costruire



........... eeeeh, motorizzare per renderlo completamente attivo



... le maggiori ed evidenti raffinatezze usate sulle pratiche statiche rendono giustizia inequivocabile al merito



... di scale minori



... capostipiti storici sulla diffusione modellistica military



Cimentarsi nelle scale minori significa spendere molto meno, riuscire nel fare quell'esperienza utile per abbordare in seguito la scala 1.16 (sul nostro forum) rcizzata quasi d'obbligo e dove per difficoltà di costi, meccaniche incluse ed elettroniche, consigliata non per tutti.

lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5548
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   Mer 30 Nov 2016 - 21:14

.

..... pensare d'estendere l'attenzione oltre i panzer diventa naturale considerare il camion come un veicoli polivalente indispensabile per ogni servizio logistico e il primo esempio scelto è sul trasporto cavalli



... Ford germany 3000 V-8 (forniture americane)



... la cassonatura realizzata in forex con incisioni simil legno



... sopra la cabina guida c'è il vano per il "foraggio"



...............

... trascurare la kitchen "cucina" da campo sarebbe imperdonabile nel panorama modellistico



... GMC 3000 V-8 (forniture americane)



... trasformazione, stufa, accessori vari auto costruiti



.............. con tanto divertimento

...............

.... la foto cellula auto trasportata con relativo alimentatore elettrico



... insegna come scolpire i materiali adatti per la sua realizzazione



.......... il camion è un Chevrolet 6 cilindri da 3000 cc (forniture americane)



... il piano del cassone in forex da 3mm imitazione legno inciso, si evidenziano le decine di pezzi auto costruiti partendo dal basamento, il supporto a forca e la stessa cellula luminosa



..... con un personale di servizio sarebbe un lavoretto completo, peccato che in scala 1.16 i figurini sono scarsi, aaaaaaah meno di farseli study bom

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Parliamo di camion militari ...   

Torna in alto Andare in basso
 
Parliamo di camion militari ...
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» questo camion l'ho aerografato io!
» The Very Dragon Wagon 1:16 And Pacific 1:16
» Splendido sito di disegni e tavole per mezzi Urss
» autocostruzione camion dei pompieri
» 30 giugno-1 luglio Raduno mezzi militari

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LAVELLI GIOVANNI :: FORUM DISCUSSIONE-
Andare verso: