Il Forum dedicato al modellismo dinamico
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Italiani brava gente ...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
met5

avatar

Messaggi : 1033
Data d'iscrizione : 22.12.15
Età : 48
Località (indirizzo completo) : Roma

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Gio 20 Apr 2017 - 23:13

Sven Hassel ha scritto:
...Secondo la tradizione midrashica, Caino e Abele avevano entrambi una sorella gemella che dovevano sposare. Il Midrash racconta che la sposa di Abele, Aclima, era la più bella, e che Caino non era d'accordo sul loro matrimonio. Adamo allora propose di riferire la domanda a Dio attraverso un sacrificio. Dio rifiutò il sacrificio di Caino, segno di disapprovazione del matrimonio tra lui e Aclima, e Caino uccise suo fratello in un raptus di gelosia...


Cioè dobbiamo credere che il mondo inizia con un incesto?! Che l'accoppiamento tra stretti consanguinei generi esseri deboli e facilmente soggetti a malattie è la genetica che ce lo dice.

Come faccio a credere che tutto il genere umano sia frutto dell'accoppiamento di un uomo e di una donna. Che generarono figli che tra loro andarono a tra di loro a letto. Nella normalità più assoluta.... peggio di Sodoma e Gomorra.

C'è qualcosa che non funziona.

Non è che (per caso.... dico per caso) quello che troviamo sulla Bibbia è una versione semplificata della storia per quella massa di capre ignoranti che dovevano essere educate. Vabbè erano pecore..... capre rende meglio l'israelita ignorante.

Magari.......
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ven 21 Apr 2017 - 10:28

met5 ha scritto:
Sven Hassel ha scritto:
...Secondo la tradizione midrashica, Caino e Abele avevano entrambi una sorella gemella che dovevano sposare. Il Midrash racconta che la sposa di Abele, Aclima, era la più bella, e che Caino non era d'accordo sul loro matrimonio. Adamo allora propose di riferire la domanda a Dio attraverso un sacrificio. Dio rifiutò il sacrificio di Caino, segno di disapprovazione del matrimonio tra lui e Aclima, e Caino uccise suo fratello in un raptus di gelosia...


Cioè dobbiamo credere che il mondo inizia con un incesto?! Che l'accoppiamento tra stretti consanguinei generi esseri deboli e facilmente soggetti a malattie è la genetica che ce lo dice.

Come faccio a credere che tutto il genere umano sia frutto dell'accoppiamento di un uomo e di una donna. Che generarono figli che tra loro andarono a tra di loro a letto. Nella normalità più assoluta.... peggio di Sodoma e Gomorra.

C'è qualcosa che non funziona.

Non è che (per caso.... dico per caso) quello che troviamo sulla Bibbia è una versione semplificata della storia per quella massa di capre ignoranti che dovevano essere educate. Vabbè erano pecore..... capre rende meglio l'israelita ignorante.

Magari.......

... dove scrivi che "c'è qualcosa che non funziona" entra in funziona la tua attività professionale che non può per importanza lasciare nulla al caso, mi sono spiegato, spero. Sopratutto per chi leggono, tu hai capito benissimo ...

... considera l'epoca remota, l'immenso deserto, colline e valli inaridite, sabbia e vento, il nomadismo di capre che inseguivano ogni erbusto commestibile, la promiscuità ridotta in piccole tribù, senza leggi divine, invidiosi per quei libri sacri posseduti da altre genti stanziate in città opulente vedi Babilo ricca di acque con i suoi giardini pensili, commerci e scambi, un esercito, regole sociali, amministrazioni, giustizie, inimmaginabili per delle capre puzzolenti, incolte e molto cattive da rubare una cultura costruita nei secoli e molto difficile da comprendere in cattività isolate, vaganti nel nomadismo tra sassi e sabbie sferzate dai venti ...

Questa è la summa che decise sotto una tenda di pelli di animali che i nomadi dovevano "vantare" anch'essi un libro sacro e che questo doveva essere consegnato da Yahweh in persona a Mosé addirittura scritto sulle tavole di pietra arroventate, la presunzione delle capre non conosce limiti nè misure nell'inventarsi l'impossibile.

... contenti e felici per le regole "copiate" ne eliminano un paio riguardo alla parità fra maschi e femmine, assolutamente intollerabili per caproni, così Yahweh che si chiama Geova (Yahweh sarebbe il dio della guerra, lo sfigato che non ne ha vinta una) è tolta la compagna moglie ..... per capire meglio si deve sapere che i babilonesi trassero la cultura dagli egizi dove imperava la parità del potere basato sulle figure femminili e maschili dei faraoni ... le capre nomadi non poteva concede alle pecorelle chinate un diritto di parità, capisci ammia cumpa! Fu così che estromettendo la donna rese questa colpevole di immondi peccati e la dannata femmina continua per mani impietose ad essere perseguitata a oltranza ...

Uno potrebbe chiedersi le ragioni che il popolo arabo rivendica da secoli contro lo Stato di Israele insediato nel cuore della Palestina, il motivo è radicato affermazioni false quanto talmente inverosimili che per essere continuamente sostenute devono continuare gli antichi rituali di sacrifici di sangue versato al loro altrettanto sanguinario Yahweh.

... essere bugiardi autorizza definire la civiltà babilonese e la città di Babilo come la "meretrice delle genti" e la purezza cattolica definire Gomur e Soddom come città empie e depravate tali da essere state distrutte dalla rabbia furiosa del collerico loro impietoso dio, un tipo alquanto distratto che si costruisci i figli su misura abbandonandoli sulla terra promessa dove l'hobby preferito è di scannarsi a vicenda senza ritegno ...

Visitai Israele vent'anni fa, si trovava in stato di guerra, lo è ancora e lo sarà finchè non sarà spazzato via per essere ricostruito dalla caparbietà cieca di chi non ha mai avuto nient'altro che una fandonia da intendere per verità.

lol!

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ven 21 Apr 2017 - 11:04

sharky63 ha scritto:
certo che di boiate ne scrivo, pensa che domani devo andare a "difendere" mio figlio dall'accusa di bullismo per avere, insieme ad altri due compagni d'arme, imbrattato con volgari scritte una fotocopia fatta apposta e pagata privatamente per sfottere un quarto compagno che non solo li ha difesi ma ha spiegato che è normale tra maschi sessisti farsi scherzi goliardici. Sarà un caso che una delle insegnanti abbia tre figli con nomi come Isacco Aronne e Ismaele???
Bhà, devo ancora decidere che maschera indossare, perché se ci vado naturale magari mi becco pure una denuncia per libero pensiero...
Bella la demo kra zia dove un team di stronze fallopeniche mantenute e non licenziabili può far perdere tempo e altro a chi se la suda e stringe le kiappe

... ci vai con una copia della bibbia, meglio del tamud, distrattamente in mano e meglio se ostenti la spilla con il sigillo salomonico appuntata sulla giaccia e ascolti la virago assumere la materna comprensione sulla giovane età di una generazione che cerca l'innovazione magari sbagliando, ma che non sia imposta da culture medio orientali approdate da noi con le quali non abbiamo nulla che spartire nonostante l'invasione sotto forma di ultimo esodo arabo africano ...

Buona giornata e buona maschera, si tratta solo di recitazione.

lol!

.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 24 Apr 2017 - 14:02

.

... simpatie a parte ... catastrofismo annunciato

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

... il primo a cavalcare l'onda della protesta fin dagli anni settanta cantando testi quanto mai profetici ...

Italiani brava gente, dall'intelligenza colta, cioè, televisiva!

.dedicato a met5

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Dal Vangelo secondo Giovanni. Capitolo 4. Sorgente di acqua che zampilla per la vita eterna. STUPENDA è la parola di Dio e incantevole per musica e canto del Grande Celentano.

.futuro prossimo.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
met5

avatar

Messaggi : 1033
Data d'iscrizione : 22.12.15
Età : 48
Località (indirizzo completo) : Roma

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 24 Apr 2017 - 16:00

.....I Viking sono il nostro futuro?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 24 Apr 2017 - 16:59

met5 ha scritto:
.....I Viking sono il nostro futuro?


..... è l'imbarbarimento cacofonico umano, li hai ascoltati i tamburi ......

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
sharky63



Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 16.12.13
Età : 54
Località (indirizzo completo) : Via Gandhi 1

MessaggioTitolo: Traghetti low cost   Mar 30 Mag 2017 - 17:22



E' passata via nell'indifferenza generale....
Come la laurea inesistente del ministro dell'istuzione...
Ma come siamo ridotti? affraid
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 30 Mag 2017 - 20:36

.

Trump ha detto che è un nostro problema, l’esodo “pare” non interessare gli americani e i colonialisti se la tirano con la brexit. Obama “ebreo” Bush figlio “ebreo” Clinton “ebreo” Jefferson, Bush padre “ebreo” Regan “ebreo” Carter “ebreo” Ford, Nixon “ebreo” e non serve andare oltre nel tempo per capire i piani di impossessarsi dell’Africa. Francesi, olandesi, gli spregiudicati inglesi senza contare che a spartire la terra d’altri arrivarono i cinesi, indiani, russi e chi più ne metta. Abili nell’esportare la “democrazia” conquistarono nazioni abbattendo un dittatore dopo l’altro, solita tattica sionista, prima la guerra civile così se le danno di santa ragione distruggendo i servizi sociali, le amministrazioni, i diritti umani, poi arriva la fame e con i sacchi di farina le armi e munizioni vanto dell’economia americana (ha appena rifatto il business Trump con i sauditi (quelli delle torri gemelle dell’11 settembre) e presenziato un G7 da arrogante capitalista inaffidabile, tanto da avere provocato la Merkel a dichiarare che, non possiamo (al plurale) fidarci degli americani. Gentiloni ha finto di non avere sentito, Renzi non l’ha cagato nessuno, il novello francese Macron scelto dal mazzo sionista (copia del Giscard D’Estaing) si è immediatamente calato nel piano Kalergi. I tedeschi hanno finalmente capito che la sudditanza angloamericana non intende risparmiare nessun terreno di conquista e solo tardi si sono accorti di avere milioni di musulmani stanziati sul territorio. Sono meno in Francia e Macron cerca ancora e invano di contenere l’invasione. E ora parlo dell’Italia, passo la parola allo Sven, incazzato ma lucido osservatore, a modo suo.

… te scrivi dove siamo andati a finire, caro amico che dici la tua … non vedrò profetizzato quel che scrivo, ci vuole ancora del tempo, l’invasione è iniziata vent’anni fa, pilotata e ancora prima se ricordi Martelli che reclutava sulle sponde del Mediterraneo libico offrendo a chi arrivava in Italia una decorosa sistemazione (in cambio di voti politici) e il buon sionista Craxi si procurò l’immunità crepando sotto il sole africano. Moro, capriccioso, onesto e tradito dai suoi stessi politici, Andreotti alle sei del mattino dai gesuiti per il rituale scarica barile, leggi coscienza sporca. Nessun eroe tra questi grandi affabulatori ma solo affaristi, Andreotti promosse i trasporti su gomma prendendo una fetta di torta da strozzare un bue affamato, nessuna meraviglia se l’esempio avido di precedenti e illustri politici hanno generato gli Scalfaro, Amato, Ciampi, Berlusconi, Prodi “il peggiore”, D’Alema, Monti, Letta, Napolitano, tutti quanti hanno portato l’italietta sul piano inclinato in cui continua a scivolare nell’abisso. Dopo cinque anni, aprono un’indagine velata sui traffici umani, pare una comica tragica la conta dei dispersi in mare, migliaia, di africani ai quali hanno tolto la terra coltivabile e la speranza d’occupare la propria nazione. Alla fame si reagisce con la rabbia e questa si alimenta con la religione, i due bottoni umani sensibili se li schiacci. Il debole e responsabile con famiglia incominciò a lasciare villaggi e città prima d’essere ammazzati come cani, chi rimase abbracciò le armi spuntate come per incanto, ma solo per difesa, dicevano i dittatori imbevuti di dollari e promesse di grandezza. Gheddafi non abboccò, fregato dagli italiani (che il buon Andreotti gli vendette tutto quanto l’esercito aveva come rottami lasciati dagli americani) un buon affare che il Leone d’Africa masticò amaro occupando la Libia con il colpo di stato, dopo essersi preparato studiando in Italia e frequentando l’accademia militare. Ma la conquista spingeva e Berlusconi si piegò contro l’amico libico, Sarkozy ci guadagnò il petrolio che perdemmo noi italioti, grazie all’astuta Hillary Clinton, i francesi si divisero le (trecento tonnellate in oro e argento) e l’inaffidabile berlusca, inviso dagli angloamericani per via delle simpatie con Putin, fu accusato di ogni nefandezza per toglierlo dalle scene politiche. Distruggere un paese, come una civiltà, si incomincia con la corruzione dall’interno, come un virus infetto coltivato all’esterno (leggi le coperte infette di vaiolo, colera e peste, date agli indiani canadesi dai francesi-inglesi e agli indiani del centro americano) solita tattica, indebolire i nemici con stermini di massa e occupare terre da conquista. Il piano criminale fallì con Ebola, e con HIV  che avrebbero sterminato il continente africano sullo stampo che ha concesso l’occupazione di un continente, che non ha funzionato  come previsto, perché uno scherzo funziona una sola volta la seconda non fa ridere nessuno. Il virus è arrivato silenzioso da decenni, ha costruito comunità strumentalizzate in cui l’islam buono si confonde con l’islam cattivo, un meraviglioso cancro diffuso in tutta l’Europa che già da anni all’estero chiamano Eurasia e basterebbe leggere la Oriana Fallaci per capire dove stavamo andando senza che nessuno si accorgesse del profondo malessere che insidiava i crociati d’Oriente ignorando che i Clinton e i sauditi stavano inventando il Califfato dell’ISIS … hai pubblicato una denuncia passata sotto silenzio, niente di strano, siamo abituati alla manipolazione informatica e siamo bombardati dalla false notizie, ottima strategia per disorientare una popolazione prossima alla resa incondizionata degli occupanti in “cerca d’accoglienza e integrazione” una coglionata inaudibile che persino i tedeschi da decenni ammettono impossibile. La motivazione di scappare per la fame, desertificazione, ha seguito quella di perseguitati che fuggivano dalle guerre (dove non ce ne erano) foraggiati dagli emirati sauditi, altrimenti come potevano pagare imbarchi a suon di dollari? Il trucco c’era e chi si imbarcava non vedeva un dollaro, perché andava alle organizzazioni di trasporto, lo sapeva Pulcinella, lo sapeva il governo di turno, lo sapeva la Croce Rossa, le OMG e lo sapevano gli schieramenti pronti ad accorrere sulle prede. Il volontariato prima si copre le spese e poi interviene come istituzione no profit. L’ inchiesta della procura di Catania si insabbierà come il caso Ustica e i traffici continueranno senza interruzione con la rima di Gentiloni l’inetto che “deve “ leccare Trump per ordini dall’alto sionista Soros, gran maestro ecc, ecc. un ebreo che odia Israele, una copia di Hitler anch’esso ebreo, che diventò lo sterminatore degli ebrei. Questi psicopatici si assomigliano tutti, rappresentano l’esistenza estrema del male erigendosi come novelli salvatori dell’umanità. Il futuro è una palla di fuoco che ci viene incontro …. Recitava una canzone, ed è vero se immaginiamo la cancrena estesa a macchia d’olio in Italia dove migliaia di “fantasmi” occupano abusivamente intere strutture ignorate dalle forze di polizia per ordini superiori e dove il ministro degli interni Alfano è troppo occupato a tenersi la poltrona, invece di sparire per incapacità sul mandato, se poi apro bocca sul ritorno del patto del Nazareno PD – FI il delizioso risotto alla milanese mi si ribella guastando la digestione …

Dovrebbe bastare Sven, che ne dici?

… dico che il punto di non ritorno è stato superato di parecchio …

.questi due se la sono giurata.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mer 31 Mag 2017 - 15:57

.

Masson

Introduzione.

Le Corporazioni volute da Bernard de Clairvaux (1100) nacquero attorno al suo progetto di edificare un numero incredibile di cattedrali con lo scopo di risollevare una economia sociale sui territori ridotti alla miseria nera dopo la caduta dell’Impero Romano impossibile da risollevare senza un’azione che stravolse i costumi istituzionali dell’epoca. L’Europa si era lanciata a favore delle spedizioni in Oriente con alla guida la signoria monarca a capo di eserciti, per lo più personali, intenzionata al saccheggio per ricchezze facili sottratte ai mori. Questa parte non ci interessa.
Istruire dal nulla dei carpentieri “masson significa muratori” impegnò i monasteri nel diffondere i segreti dell’arte sulla costruzione sinergetica dove trovarono posto taglialegna, falegnami, fabbri, maniscalchi, allevatori di bestiame, cacciatori, cuochi, sarti e ciabattini, macellai, carrettieri, tessitori, abili pellettai, armieri, attrezzi da lavoro, agricoltori, mugnai, fruttivendoli, vinaioli, porcai, mulattieri, fornai, lavandaie, cucitrici, vetrai, decoratori, tagliapietre e scultori, e sono una parte nota che Bernard nominò Congregazioni sotto l’obbligo di regole ferree. La custodie e la segretezza dei segreti di mestiere poteva essere ceduta solo ai figli e solo con l’approvazione dei capi congregazioni. La disobbedienza punita con la decapitazione e la famiglia allontanata, non poteva trovare accoglienza in altre Congregazioni. In cambio la milizia templare assicurava l’ordine, la giustizia e soprattutto la protezione alle congregazioni riunite attorno alle costruzioni. Sorsero cattedrali e attorno i villaggi che dovevano diventare città dove famiglia intere si sentivano al sicuro dalla tirannia dei signorotti spiantati che rendevano un inferno esistere. Bernard era di origini ebree. L’Impero nei secoli aveva consumato nelle legioni la genetica europea e parte dell’umanità reclutata ai confini estremi, senza mai integrare i discendenti delle epurazioni palestinesi (diaspore iniziate nel 220 a.c.) consolidate in dieci secoli e presenti in ogni angolo d’Europa. Il ceppo genetico europeo piace o no è ebraico, isolato dai romani mantenne le tradizioni, le culture, l’economia, i mestieri, conservando l’omogeneità consolidandola nelle prime università sorte in Francia. Bernard de Clairvaux non era un santo, lo vollero i cattolici dai quali prese sempre le distanze. Istituì l’Ordine monacale Cistercense e da esso si formarono i monaci guerrieri chiamati templari, edificatori di templi. I templari in Palestina costruirono fortezze esemplari, masson, miliziani, guerrieri, diplomatici, monaci e studiosi, avvolti in leggende più o meno credibili, diventarono una potenza economica indebitando persino i regnanti finanziati sulla corsa alle crociate. Arti e mestieri segretati come la costruzioni di navi (la flotta templare inalberava il teschio e le tibie, simbolo dell’immortalità) defraudato come identità e in seguito definito “pirata” dai cattolici. Oltre trecento cinquanta edifici iniziarono a sorgere in Francia espandendosi fino all’est ungherese, sede di insediamenti ebrei, Polonia, Romania, Moldavia, un tempo terre oltre i confini romani, con la loro conquista le legioni incontrarono i giudei esiliati da evitare come la peste. Edifici, abbazie, e Corporazioni seguendo l’Ordine Cistercense si moltiplicarono lasciando le meravigliose opere irripetibili che ancora oggi possiamo ammirare come arte cluniacense e senza volerla affermare, cistercense, presente in molte abbazie italiane. I cluniacensi, da Cluny, dove ebbe origine Bernard, spiccarono in cattedrali ricche e sontuose con i cistercensi impegnati in edifici sobri senza mancare di dimensioni e costruzioni mirabili. Detto questo, dovrebbe bastare per capire in che tempi e frangenti nacquero le Corporazioni istituite dai cistercensi, veri esecutori delle dottrine di Bernard.

…………….. Tempo presente.

Stupirsi che le monarchie mondiali sono estrazioni secolari “masson” o che i Padri Pellegrini sbarcarono nelle Americhe come avanguardie ebraiche per il possesso della terra promessa (usurpandola ai nativi d’origine) seguiti dai presidenti eletti sotto l’egida massona (meno Kennedy) e l’ultimo Trump che indossa la kippah toccando il muro del pianto a Gerusalemme, tutto un dire per introdurre gli scopi ormai sviscerati di un progetto di conquista (NOM coinvolgendo maggiormente la NATO e la UE come pedine selezionate per completare l’assegnazione che il buon dio degli ebrei Yahweh, desidera ardentemente per i suoi figli prediletti, a discapito del figli indesiderati, sul resto del suo mondo costruito in sei giorni.
Obama premio Nobel per la pace (specchio per le allodole) mentre sosteneva la stabilità greca ed egizia, senza perdere l’attenzione sul disfacimento libico, contro l’Iran e la Siria nel mirino per destituire Assad si è trovato all’improvviso la Russia contro per una Crimea d’importanza sul controllo del Mediterraneo scoprendo delle carte russe inaspettate, dopo il tentato isolamento e l’embargo che non altro, hanno rafforzato l’indipendenza russa rivelandola come una potenza da temere per ideologia patriottica, che sarebbe ben distante dai maneggi interni americani pilotati da false informazioni.
In casa nostra, l’Italia tenuta dai francesi e tedeschi inaffidabile a giusta ragione, visto il completo fuori controllo politico persino sulla pulizia di città, strade e ponti inagibili, patto di stabilità e tagli di rigore stupido, smembramento sistematico industriale, giustizia incapace, istituzioni sanitarie al collasso, scuole incapaci di creare il futuro culturale in generazioni allo sbando, sistema bancario disastrato, immigrazione ingestibile, politicamente una riserva di poteri individuali dove alleanze scontate e destinate al fallimento diventano per l’osservazione estera l’ennesima conferma di una nazione di terzo ordine, con un piede in una scarpa e l’altro nella ciabatta, presidenti come canne al vento indecisi e titubanti, subdoli e pronti a ricevere ordini da chi agevola le loro malefatte. Il “momento” imporrebbe la decisione coraggiosa di rivolgere l’attenzione ai più qualificati sulla geopolitica scegliendo una buona volta la direzione futura della nazione respingendo e tagliando i ponti con un passato che, di buona memoria ci ha condotto dove stiamo.

……….. conclusione.

Canto III Inferno
… lasciate ogni speranza o voi che entrate.
Divina Commedia.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Gio 1 Giu 2017 - 18:04

.

Com’è ormai evidente a tutti, la parabola di Trump, da Riyadh a Bruxelles a Sigonella, è stata un disastro politico-diplomatico. Viene ora da chiedersi se un giorno gli storici potranno fare un parallelo perfetto con la “fuga” del 1974 in Medio Oriente di Richard Nixon (quattro mesi dopo la quale lo attese un vergognoso Watergate).

Cioè quanto tempo gli e si concederanno gli avversari interni prima di metterlo sulla graticola dell'impeachment. Quello che è avvenuto negli ultimi giorni di Maggio ha infatti del paradossale. I rapporti inter-occidentali ne escono profondamente lesionati. Ma anche stranamente modificati. La furibonda Merkel parla ora di necessità dell'Europa di "fare da sè". Il bellicoso Macron, appena uscito dal guscio, si fa avanti come protagonista nel rilancio della guerra contro Bashar al Assad, cioè nella provocazione contro la Russia. Come saranno regolati i rapporti interni alla Nato non lo sa nessuno, ma tutti sanno che non potranno essere come prima. Vale per tutti, Turchia compresa.

Al Jazeera: Rouhani ha accusato gli Stati Uniti di "ignoranza" in Medio Oriente

Donald Trump, dal canto suo, senza consultare nessuno degli alleati, ha inaugurato una nuova fase della politica americana in Medio Oriente che fa perno sull'Arabia Saudita e che si propone di riunire, sotto la benedizione di Washington, tutti e venti i paesi arabo-sunniti, con l'aggiunta di un'altra ventina di paesi musulmani, in una Nuova Crociata sunnita contro l'Iran. Ma è stato lui a cucinare una tale insalata, condita con 100 miliardi di dollari — che diventeranno almeno 350 in pochi anni — per armare la crociata?
Qualcuno ha parlato di una "Nato Araba", e ovviamente il nome non sarà questo. Ma il significato è proprio questo: una nuova alleanza contro quello che viene considerato (e qui si vede benissimo, in trasparenza, la mano di Tel Aviv) il nemico mortale, il diavolo sciita. L'operazione ha, figurativamente, le caratteristiche di un salto mortale doppio carpiato. Trump va a nominare, a capo di una coalizione "contro il terrorismo di Teheran", la testa del serpente che si chiama ISIS. Lo fa appena prima di avere invitato la Nato tutta intera a impegnarsi in un guerra contro il terrorismo, che viene indicato come nemico assoluto.

Polonia: la Russia è la principale minaccia per la NATO

La Russia non viene qui nominata (ed è certamente un fatto significativo). Ma tra gli alleati Nato ce ne sono molti che ritengono piuttosto la Russia come il nemico assoluto. Certo più di Daesh. E poi chi bombarderanno, gli alleati della Nato? Macron, per esempio, riceve i "tagliagole moderati" della Siria e dichiara che il suo obiettivo è la testa di Bashar. Riassumendo (sempre che sia possibile): la "Nato araba" si prepara a colpire gli ahjatollah, con il plauso dell'America di Trump, mentre la Nato europea si prepara a colpire Bashar, senza il plauso di Trump?

Non esattamente. Stando ad ascoltare il generale Herbert MacMaster, il numero uno della Sicurezza Nazionale, la Crociata Araba dovrà colpire non solo Teheran ma anche Damasco. Il cielo del Medio Oriente rischia di diventare molto affollato. Troppo. Dunque occorrerà uno stato maggiore congiunto delle due coalizioni, quella vecchia e quella, nuova di zecca, inaugurata da Donald Trump e Riyadh. Quello che è del tutto evidente è che non ci sarà alcuna guerra (salvo quella di Mosca e Damasco) contro l'unico terrorismo attualmente esistente: quello — wahhabita — che, oltre a rimanere in Siria e in Irak sotto la protezione dell'Occidente, mette le bombe in Europa. E il comando generale dell'Impero orienterà le due coalizioni contro la Russia e contro l'Iran.

Arabia Saudita, Trump accusa l'Iran di sostenere il terrorismo

Questo è quello che la squadra di Trump ha fino ad ora messo in piedi. Resta da vedere per quanto tempo questa squadra resterà al comando, essendo evidente che l'Europa che conta si è schierata contro di essa. Sarà utile tenere presente la possibilità che la "Crociata Araba", avendo acquisito una struttura permanente, essendosi dotata di un comando unificato, avendo le armi necessarie per diventare temibile (tutte cose nuove, che sono state decise a Riyadh), decida di procedere per la sua strada, seguendo le indicazioni di Tel Aviv, ormai divenuta Gerusalemme, e non quelle di Wahington e di Bruxelles.

.La sola maniera scientifica di affrontare qualsiasi problema geopolitico è di porre subito in chiaro, come principio fondamentale, che esso è espresso da rappresentazioni divergenti, contraddittorie e più o meno antagoniste.

..... modellisticamente, chi se ne occupano a fondo, tendono ad analizzare completamente l'opera studiandola  nei minimi particolari, senza fingere indifferenza o noncuranza in ogni piega che alcuni fatti e parti evidenziano lati poco chiari, dopo tutto questo è un forum "particolare" che si è sempre distinto affrontando qualsiasi tema .......


.Il LAVELLI'S vanta in buon diritto promesso sulla fondazione una pagina INNOVATIVA completamente distante da altre tendenze con intenti e scopi superficiali, obsoleti e scontati nel tempo. Inserti d'attualità, come questi pubblicati, sono esattamente quanto ascoltiamo ogni giorno bombardati dal mattino alla sera ed è inutile recitare la parte dello struzzo che nasconde la testa nella sabbia per non essere visto se poi si trova inculato dalla sua stessa rassegnazione passiva.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ven 2 Giu 2017 - 18:52

.

........ se non avete testa e voglia fate a meno di leggere in che cosa si spreca la politica italiana.



La Russia starebbe compiendo una guerriglia politica asimmetrica basata sulla disinformazione, si tratterebbe addirittura di una strategia di distruzione. Si è svolto proprio in questi termini un convegno a Roma per trovare una strategia di risposta alle “rivolte populiste” e al soft power di Mosca in Europa. Sputnik e RT di nuovo nel mirino.

Il 31 maggio a Roma alla Sala del Tempio di Adriano della Camera di Commercio si è tenuto il convegno "La strategia d'influenza della Russia: Mosca e i movimenti populisti di destra e di sinistra", un evento promosso dall'Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici e dall'Atlantic Council. Si tratta del secondo appuntamento organizzato dall'Istituto dedicato al tema della presunta minaccia del soft power russo, che minerebbe la coesione dell'Unione Europea, alimentando problemi di stabilità interna nei Paesi europei.

Scienze Sociali e Studi Strategici e dall'Atlantic Council


... prezzolati dagli americani

"La Russia agisce per destabilizzare l'Europa. Ha usato il soft power invasivo nelle elezioni americane, tutte le energie dei russi sono state utilizzate per la sconfitta della Clinton" sono le parole di Fabrizio Cicchitto, presidente della Commissione Affari Esteri, uno dei relatori del convegno. Alina Polyakova, direttore di ricerca per l'Europa e Eurasia dell'Atlantic Council si è spinta oltre affermando che è in atto "una guerriglia politica", nella quale la Russia manipolerebbe le situazioni politiche in Europa, finanziando partiti di destra e di sinistra, appoggiando quindi movimenti anti establishment.

Cicchitto, presidente della Commissione Affari Esteri, uno dei relatori del convegno. Alina Polyakova, direttore di ricerca per l'Europa e Eurasia dell'Atlantic Council si è spinta oltre affermando che è in atto "una guerriglia politica", nella quale la Russia manipolerebbe le situazioni politiche in Europa, finanziando partiti di destra e di sinistra, appoggiando quindi movimenti anti establishment.


... evviva i complottisti

Il giornalista de La Stampa Jacopo Iacoboni nel suo intervento ha parlato di "influence operations" da parte della Russia, definendo Sputnik e RT addirittura come strumenti di una politica militare, altro che soft power. Nel suo discorso Iacoboni si è soffermato a parlare del Movimento 5 stelle e dei suoi contatti con la Russia, tema molto a cuore al giornalista, il quale ritiene curiosi i viaggi ufficiali della delegazione pentastellata in Russia e la posizione del movimento su Mosca, una "svolta fiorussa" secondo Iacoboni.
Secondo i relatori del convegno Mosca avrebbe scelto di sostenere l'onda populista per "indebolire ed eventualmente disgregare l'Ue e la NATO". L'obiettivo della conferenza romana consisteva nel definire una strategia di contrasto alle rivolte populiste sostenute, a detta degli esperti presenti, dalla Russia e nel concepire delle contromisure nei confronti della cosiddetta disinformazione russa.

Purtroppo durante il convegno i relatori non hanno accompagnato le proprie accuse con prove o fatti sulla presunta ingerenza da parte della Russia nei processi politici dei Paesi europei.

... quanto sopra e quanto segue dimostra l'ipocrisia d'informazioni non solo presunte ma chiare intenzioni contro un movimento politico che crescendo da fastidio

Purtroppo durante il convegno i relatori non hanno accompagnato le proprie accuse con prove o fatti sulla presunta ingerenza da parte della Russia nei processi politici dei Paesi europei. Inoltre gli esperti del convegno, prendendo di mira i media russi Sputnik e RT, non hanno ritenuto opportuno citare gli strumenti di propaganda americana attivi in Europa come Radio Free Europe o Voice of America.
Tutti i relatori hanno preferito non citare nemmeno l'organizzazione European Endowment for Democracy, che fra i suoi obiettivi vede la creazione di progetti d'informazione regionale che possa comprendere tutte le voci russe non allineate con il Cremlino, tanto per rimanere in tema di ingerenze nei processi politici di un Paese straniero.

Insomma, come sempre si ha l'impressione che la critica nei confronti delle politiche e dei media russi sia sempre lecita, guai però a toccare i media europei assoggettati alla propaganda americana. Si condannano presunte ingerenze e finanziamenti russi nella politica dei Paesi europei, quando alla luce del sole il presidente americano Obama senza farsi troppi scrupoli consigliava agli italiani come votare al referendum costituzionale, oppure quando l'ambasciatore americano in Italia Phillips si esprimeva sul voto degli italiani e su quanti militari l'Italia avrebbe dovuto inviare in un'operazione militare o nell'altra.
Ovviamente in ogni Paese, negli Stati Uniti, in Russia o in Italia da che mondo è mondo si fa propaganda, il problema nasce quando dei media vengono presi di mira. Fa sorridere, ma anche preoccupare che proprio i Paesi europei, molto sensibili all'importanza della libertà d'espressione, attacchino Sputnik e RT.

A margine del convegno Sputnik Italia ha scambiato un paio di battute con il giornalista de La Stampa Jacopo Iacoboni, autore di numerosi articoli su Sputnik e RT.

— Jacopo, finalmente ci conosciamo, il suo interesse nei confronti di Sputnik a cos'è dovuto?

— In realtà io ho studiato il Movimento 5 stelle in Italia dai suoi inizi, anzi ancora da prima della sua nascita. Quando c'è stata la svolta molto filorussa del Movimento 5 stelle mi ha cominciato ad incuriosire una serie di cose. Ho cercato di capire il perché di una svolta repentina, hanno cambiato quasi a 180 gradi il loro atteggiamento sulla Russia.

Ci sono stati casi che ho raccontato di tensione con il governo italiano per via di come sono state riportare alcune cose sul referendum, sul governo. Su Sputnik vi sono articoli molto orientati. Ho notato come questi articoli venissero costantemente inseriti nella rete di siti sia ufficiali sia non ufficiali filo Movimento 5 stelle.

— Lei è d'accordo che i lettori siano liberi di consultare i giornali e i media che desiderano?

— Ognuno legga quello che vuole, però con la coscienza di quello che sta avvenendo e se ci sono delle "influence operations". Parliamo dei casi quando il giornalismo diventa propaganda, che è una cosa legale, non parliamo quindi di eventuali hacking di cui si è anche discusso oggi al convegno, che sono un'altra storia.

I lettori ovviamente possono consultare i media che desiderano, ma seguendo il consiglio del giornalista Iacoboni bisogna stare sempre attenti ed essere coscienti di quello che sta avvenendo, che si tratti di un media russo, ma anche di un giornale italiano o un'agenzia di stampa americana.

seguendo il consiglio del giornalista Iacoboni bisogna stare sempre attenti ed essere coscienti di quello che sta avvenendo, che si tratti di un media russo, ma anche di un giornale italiano o un'agenzia di stampa americana.

... il consiglio di questo giornalista prezzolato sulla mia coscienza d'interpretare la falsa informazione non mi serve affatto ...



.riporto un'osservazione esterna.

Edmond Dantes
eh si, si sa che per quanto riguarda la classe intellettuale, il miglior modo di manipolarli è quello di organizzare un convegno pseudo scientifico per discutere di problemi e invitare i partecipanti a trovare metodi di risoluzione......... ma il fatto sta che i metodi che verranno utilizzatati sono stati già stabiliti, il convegno serve per convincere la classe del problema.............. in parole povere hanno fatto propaganda per accusare qualcuno di propaganda.................. quindi immaginiamoci il valore di un convegno del genere............

.un'altra

Graziano Cuminotto
La solita retorica dell'egocentrismo della civiltà occidentale che crede di essere la guida per il resto del mondo senza rispettare le diversità,ma anzi con la scusa di combatterle le standardizza al suo pensiero unico
Ecco perchè i media russi danno fastidio,pubblicizzano punti di vista diversi dai nostri e sono pericolosi in quanto potrebbero far riflettere l'opinione pubblica e questo non deve accadere per non smontare il castello di carta

. e un'altra

Aristide D'Amato
Su "La Stampa" sono comparsi articoli su fantasmagoriche relazioni tra i 5 stelle e il Governo russo, addirittura un parlamentare pentastellato è stato accusato di lavorare per Sputnik. Meno male che le teorie cospirazioniste sono roba da pazzi e nerd, guarda caso però quando si parla di Russia pure i giornaloni insieme con qualche deputato bollito che sicuramente alle prossime elezioni perderà lo scranno iniziano a fantasticare sui modi usati dal Cremlino per influenzare la società occidentale.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mer 7 Giu 2017 - 14:10

.

Le organizzazioni non governative (ONG) sono, in teoria, delle libere associazioni di semplici cittadini che provano il desiderio di intervenire con azioni benefiche a favore di persone o situazioni che versino in qualche particolare difficoltà.

Il loro scopo può variare dall'intervento più prettamente "umanitario" a quello "culturale", a quello "sportivo" ma ciò che le accomuna è di non perseguire scopi di lucro e di agire indipendentemente da qualunque governo.

Tutto ciò, dicevamo, in teoria, perché è sempre più evidente e a prova di ogni dubbio che molte di loro contraddicono totalmente le premesse. Sono numerose anche in Italia, infatti, quelle create da qualche operatore senza scrupoli che usa la copertura "umanitaria" per ricavarne indiretti benefici economici o, nel migliore dei casi, per godere (o far godere la propria ditta) del beneficio d'immagine derivante da un'attività formalmente "altruista".

Anche la loro indipendenza dai governi, ostentata proprio nell'appellativo, è spesso fasulla e serve come copertura per azioni in realtà etero dirette ma di cui i governi che le ispirano non vogliono assumersi la responsabilità. E' soprattutto per quest'ultimo motivo che, in alcuni stati, tutte le ONG e in particolar modo quelle di origine straniera sono tenute sotto particolare osservazione o, addirittura, proibite.

Chi opera all'interno di queste organizzazioni è, nel linguaggio comune, definito "volontario" e questo termine inviterebbe a pensare trattasi di persone che dedicano tutto o parte del loro tempo al servizio dell'ONG stessa, senza percepire alcun salario. Ciò è vero in qualche raro caso ma non costituisce la realtà diffusa. Non c'è nulla di male, ma è bene sapere che si tratta sì di una scelta volontaria ma di solito retribuita. Che, poi, i compensi siano frequentemente irrisori per i volontari più giovani (o per gli ultimi assunti) è ugualmente vero, fatto salvo che i vertici percepiscono invece compensi molto spesso paragonabili a quelli dei dirigenti di normali aziende.

George Soros

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Un caso emblematico di confusione tra l'azione umanitaria altruista e scopi invece molto più "terreni" è costituito dalle ONG fondate e finanziate dallo speculatore americano di origine ungherese George Soros. Costui è un personaggio divenuto famoso nel settembre 1992 quando fu il protagonista del cosiddetto "Black Wednesday" che costrinse la Banca d'Inghilterra a svalutare la sterlina. In quell'operazione gli riuscì di ricavare un guadagno netto di quasi un miliardo di dollari.
Dopo aver studiato alla London School of Economics ed essere diventato, nel 1954, dipendente della banca d'affari londinese Singer & Friedlander, si mise in proprio e cominciò un'attività finanziaria speculativa contro varie monete nazionali. Sempre nel '92, la sua fantasia finanziaria colpì anche l'Italia obbligandoci a uscire dal Sistema Monetario Europeo e causandoci una perdita di 48 miliardi di dollari per aver lui venduto allo scoperto, e in pochissimo tempo, un'enorme quantità di lire. Senza alcun dubbio, i suoi sentimenti "umanitari" in quelle operazioni non furono tanto evidenti perché il suo portafoglio si arricchì alle spalle di tutti quei cittadini vittime delle speculazioni da lui intraprese. Da allora ha sempre continuato ad agire con perfida abilità, giocando le sue carte in modo da creare volta per volta difficoltà a vari Stati ma traendone personali e ingenti profitti. In Indonesia c'è contro di lui una condanna all'ergastolo e in Francia è stato multato per 2,1 miliardi di dollari.

Per "abbellire" la propria immagine e confondere le acque ha cominciato ben presto a finanziare altre organizzazioni non governative molto conosciute quali Amnesty International, Human Right Watch, Center for Constitutional Rights, American Civil Liberties Union, eccetera. Ha anche creato delle sue proprie ONG occupandosi, almeno apparentemente, di migranti e di diritti umani. Che la politica sia uno dei suoi campi d'azione privilegiati è però altrettanto evidente e, notoriamente, centinaia di milioni di dollari suoi hanno contribuito alle campagne dal Partito Democratico statunitense.
Un'operazione di pirateria informatica che ha colpito la sua fondazione Open Societies ha scoperto nei files finanziamenti di campagne elettorali e di associazioni ufficialmente dedicate alla tutela dei diritti umani in vari Paesi. Molti dei finanziamenti da lui erogati si è scoperto avere come oggetto la destabilizzazione politica dei governi dei Paesi in cui tali organizzazioni agivano. A volte, miravano alla creazione di condizioni economico-finanziarie tali da consentire poi alla sua società operativa di trarre ulteriori profitti dai disastri causati.

Per avere un esempio di che cosa è veramente George Soros e capire cosa fanno alcune delle ONG da lui create o finanziate, non c'è nulla di meglio che ascoltare le sue stesse parole. Intervistato dalla CNN in diretta, George Soros ha, infatti, ammesso di aver finanziato la "rivoluzione" di piazza Maidan in Ucraina per "favorire l'insediamento di una giunta amica degli Stati Uniti". Nella stessa intervista ha anche affermato di avere fatto operazioni simili in Georgia, in Kirghisia, in Myanmar e in Iran.

Chi avesse dubbi sul suo totale "disinteresse" personale o sui sentimenti di "amore" che prova verso il genere umano sappia soltanto che la sua Soros Foundation è, guarda un po', tra i principali promotori per la liberalizzazione della droga nel mondo.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mer 14 Giu 2017 - 20:37

.

La Santa Sede afferma l’inconciliabilità della fede cristiana con la Massoneria. Pertanto ai fedeli cattolici, a maggior ragione ai preti e ai sacerdoti, è vietato farsi iniziare all’Arte Reale, ma diverse rivelazioni confermano l’infiltrazione massonica nella Chiesa.

La Chiesa condanna da sempre la Massoneria, che quest'anno compie 300 anni. È da citare fra tutte l'Enciclica di Leone XIII, Humanum genus, del 20 aprile 1884. Inoltre la Congregazione per la dottrina della fede il 26 novembre del 1983 ha ribadito la sua condanna nella "Dichiarazione sulla massoneria".

Che la fede cristiana sia incompatibile con la Massoneria è chiaro, molta meno chiarezza vi è invece sugli intrecci che esistono fra le due sfere e la probabile affiliazione di diversi sacerdoti alla Massoneria. Ebbene, quali legami intercorrono fra la Massoneria e la Chiesa? La Massoneria è penetrata in Vaticano? Don Ennio Innocenti, già Segretario della Commissione Ecumenica del Vicariato di Roma, Cappellano dell'Arciconfraternita Aurigarum e Membro del Presbiterio della Patriarcale Basilica Vaticana intervistato.

— Don Ennio, non ho trovato il suo libro sulla Massoneria "Inimica vis" in libreria, vorrei sapere se lei ritiene fondata la voce dell'infiltrazione massonica nella Chiesa.

— È sicuramente un fatto, fin dalle origini, specialmente nelle Chiese protestanti e fu proprio per quel canale che la Massoneria anglosassone penetrò anche l'aristocrazia russa fin dal ‘700.

— Lei pensa che la Massoneria sia entrata anche nella Chiesa Ortodossa?

— È ben fondata la voce che il Patriarca Atenagora di Costantinopoli fosse filomassone.

— Questo vale anche per la Chiesa Cattolica?

— Certamente. Nella prima edizione di questo libro io pubblicai un elenco di mille preti massoni del ‘700 e dell''800, elenco autenticato dall'autografo del Gran Maestro del Grand'Oriente, Giordano Gamberini.

— E nel ‘900?

— Questo lo dimostrai nella seconda edizione di questo libro.

— Le risulta che anche al presente questa infiltrazione esista?

— È notorio che il Papa abbia espresso preoccupazione per questa infiltrazione nell'Ordine religioso del Cavalieri di Malta.  

— Come spiega questo fatto?

— I cavalieri di Malta hanno permesso l'accesso ai protestanti e questo ha favorito la penetrazione massonica.

— Le risulta che vi sia analoga infiltrazione oggi in Vaticano?

— Nel libro lei troverà la documentazione che il Cardinale Oddi, ormai defunto, era scopertamente filomassone.

— Oltre l'ordine di Malta ci sono altri ordini religiosi analogamente inquinati?

— È tra i gesuiti che esiste da tempo un atteggiamento di simpatia con i massoni.

— Questo si può dire anche dell'episcopato?

— Senza dubbio, dove più dove meno.

— Dov'è che l'infiltrazione è più sicura?

— Su che cosa si fonda questa sua sicurezza?

— Me ne hanno fatto certo le confidenze di due nunzi pontifici, ma la cosa era probabile da tempo.

— Si spieghi meglio.

— Il vescovo Mendez Arceo di Cuernavaca del Messico fece pubblica apologia della Massoneria nell'Aula Conciliare del Vaticano II e vari amici mi hanno testimoniato la pratica frequentazione massonica in chiese cattoliche del Nord America.

— Come spiega il fenomeno?

— Personalmente attribuisco la filomassoneria al trascendentalismo teologico di marca tedesca. Ne viene un soggettivismo evidentemente parente del soggettivismo massonico.

.....................................

... affermare la massoneria con 300 anni si trascura l'origine dovuta al Gran Maestro Hiram Abif assassinato nel remoto 1570 a.c. Un sistema che aveva previsto un vasto controllo quando il mondo non era stato ancora scoperto e che dopo 3587 anni sta dominando l'intero pianeta sostenuto e portato ai giorni nostri dalle religioni istituzionali di potere "negandolo" dimostra la falsità ipocrita.

... riferimenti di comodo alla presunta fede cristiana (mai esercitata) per coprire il cattolicesimo è un vizio ingannevole ricorrente di una chiesa che ha predicato la pace portando sanguinari conflitti mondiali

.poi ognuno la pensi come vuole.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Dom 18 Giu 2017 - 9:23

.

Emarginata dall’Europa, che non ha intenzione di condividere i flussi di immigrati illegali dalla Libia, l’Italia viene ormai ridicolizzata anche dallo pseudo governo libico la cui debolissima Guardia Costiera con i suoi poveri e piccoli mezzi sta impartendo una lezione militare alle flotte italiane e Ue sul fronte del contrasto ai trafficanti.

Come giovedì scorso anche sabato la Guardia costiera libica ha riportato indietro 438 migranti illegali bloccati in mare dalle motovedette mentre lasciavano la Libia su due gommoni e due barconi. Lo ha segnalato il portavoce della Marina libica, l'ammiraglio Ayob Amr Ghasem. L'intervento, verso le 7 di sabato mattina, è stato effettuato 8 miglia al largo di Mellitah, la località a ovest di Tripoli dove ha sede il terminal del gasdotto dell'ENI Greenstream.

I migranti illegali sono rappresentativi del campionario di nazionalità che da tempo raggiugono illegalmente l'Italia da Africa Occidentale e Bangladesh, per la quasi totalità migranti economici che non fuggono da guerre o persecuzioni e che non avrebbero diritto a nessun tipo di asilo per il diritto internazionale.
L'ammiraglio Ghasem ha precisato che le quattro imbarcazioni erano scortate da "un gruppo di protezione" dei trafficanti su due motoscafi Viper che sono stati attaccati dalle motovedette libiche con la distruzione di uno, la fuga dell'altro e l'arresto di cinque criminali libici armati di kalashnikov.

"In presenza dell'Alto commissariato per i rifugiati" ha riferito ancora Ghasem all'Ansa, "i migranti sono stati consegnati al centro di accoglienza di al-Nasr" mentre durante l'intervento "è stata rilevata la presenza di navi delle Ong internazionali" che sembravano attendere barconi e gommoni carichi di immigrati illegali per raccoglierli e portarli in Italia.

Nelle ultime settimane la Guardia costiera libica, in linea con accordi presi con l'Italia, ha condotto varie operazioni di blocco di migranti ingaggiando in almeno due occasioni scontri a fuoco con i trafficanti che scortano le imbarcazioni dei migranti verso il largo dove sono state rilevate le navi soccorso di diverse Ong.

Ma il governo italiano che fa oltre a coprire di ridicolo la residua credibilità e dignità nazionale? Addestriamo gli equipaggi della Guardia Costiera libica a cui regaliamo vecchie motovedette poco e male armate ma poi li lasciamo soli ad affrontare i trafficanti?

Schieriamo una decina di navi militari nel Canale di Sicilia più altrettante navi europee, con aerei, elicotteri, droni e satelliti al costo di centinaia di milioni di euro annui e ce lo devono riferire i libici che le navi delle Ong si danno appuntamento con i trafficanti per imbarcare gli immigrati clandestini?
Già perché al di là del linguaggio politicamente corretto che impone l'uso di termini "inclusivi" (e ricorda la "neolingua" del regime Orwelliano di 1984) si tratta proprio di clandestini come dimostra il fatto che gli oltre mille scafisti catturati dall'ottobre 2013 a oggi dalle flotte militari e poi consegnati alle autorità italiane (per la gran parte subito liberati tranne quelli accusati di aver provocato tragici naufragi) vengono tutti incriminati per "favoreggiamento dell'immigrazione clandestina". Ciò significa che i loro clienti sono definibili "immigrati clandestini" almeno finchè non sbarcano in Italia e chiedono eventualmente asilo.

Meglio ricominciare a parlare chiaro su un tema tanto grave da destabilizzare la Ue e seminare il caos in Italia.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Possibile che a Roma nessuno sappia niente dei rapporti trafficanti-Ong denunciati dai libici? Oppure ci si tappa occhi e orecchie per non compromettere il business delle lobbies del soccorso e di quelle dell'accoglienza: solo queste ultime si divideranno quest'anno circa 5 miliardi di euro, poco meno dei 6 miliardi che secondo le stime di Europol incassano annualmente i trafficanti in Libia.

Il presidente del consiglio Paolo Gentiloni e il ministro degli Interni, Marco Minniti, escano dall'ambiguità insita nell'affermazione "governare i flussi" per dirci chiaramente se hanno davvero la volontà di fermare un'immigrazione illegale inaccettabile per i suoi costi sociali, politici e legati alla sicurezza oppure se non ne hanno la volontà o la capacità a causa delle pressioni lobbistiche cui sono sottoposti.
La differenza è sostanziale non solo per comprendere se l'Italia ha ancora un residuo di sovranità nazionale ma anche per renderci conto se l'attuale classe politica è in grado di risolvere problemi o si limita solo a ingigantirli per permettere a lobbies nazionali o straniere di trarne profitto. Aspetto non secondario, specie in vista di elezioni.

Se abbiamo ancora una sovranità cosa aspetta il governo a impedire l'accesso ai porti nazionali a tutte le navi straniere, civili e militari, che trasbordano migranti illegali?

Un'azione motivata dalle ambiguità e reticenze di molte Ong, che peraltro hanno anche rifiutato in parte di fornire chiarimenti sul loro operato e i loro finanziatori davanti a una commissione parlamentare, ma giustificata anche dal diritto internazionale.

Di porti sicuri in cui sbarcare i "naufraghi" raccolti in mare, come stabilisce la Convenzione di Amburgo, ve ne sono diversi a Malta, in Tunisia e nella stessa Tripolitania libica, ben più vicini di quelli italiani, mentre le navi militari delle flotte europee sarebbero così costrette a sbarcare nei loro paesi di bandiera i migranti, come ha auspicato (ma dovrebbe ordinarlo) Minniti giorni fa.

Certo una simile iniziativa farebbe venire meno la già scarsa solidarietà dell'Europa che ci ha concesso il "contentino" delle flotte di Frontex e Operazione Sophia a cui nessuno Stato membro parteciperebbe con proprie navi e dovesse farsi carico dei migranti illegali soccorsi in mare.
Poco male perché le flotte europee (come quelle italiane) finora non hanno fatto nulla per contrastare i trafficanti mentre sul piano concreto fermare i flussi migratori dalla Libia sarebbe possibile in pochi giorni, specie ora che la Guardia Costiera libica sembra combattere davvero i trafficanti.

Basta affiancare le loro motovedette con le nostre potenti flotte per fermare i barconi e i gommoni appena salpati, riportando i migranti in territorio libico in aree attrezzate dove l'Onu, dopo tante chiacchiere, potrebbe finalmente istituire campi profughi da cui rimpatriare i migranti illegali.

Sgombriamo il campo dagli equivoci: non stiamo effettuando nessuna missione umanitaria, non accogliamo popoli perseguitati o minacciati di genocidio (come yazidi e cristiani caldei massacrati dall'Isis) né popoli in fuga da regimi dispotici (come il migliaio di boat people vietnamiti che tre navi militari italiane raccolsero nel Pacifico nel 1979). Noi accogliamo solo chiunque abbia denaro per pagare lautamente trafficanti collusi col terrorismo jihadista, per oltre il 95% uomini cui non chiediamo neppure di dimostrare la propria reale identità.
Respingimenti assistiti e coordinati farebbero cessare le morti in mare (e nel deserto libico) ma anche i flussi poiché nessuno pagherebbe e rischierebbe la vita sapendo che non potrà raggiungere le coste italiane e l'Europa.

Roma potrebbe chiedere anche la cooperazione di Tunisi (ci costerebbe meno di quanto spendiamo per l'accoglienza) che ha già campi dell'Onu per i migranti raccolti in mare e che nel 2011 permise il rimpatrio con un ponte aereo internazionale di un milione di lavoratori stranieri, asiatici e africani fuggiti dalla Libia durante la guerra contro Muammar Gheddafi.

Quanto ai trafficanti l'intelligence delle missioni navali italiana (Mare Sicuro) ed europea (Operazione Sophia), guidate da ammiragli italiani, hanno raccolto tutte le informazioni necessarie per individuare e neutralizzare le reti criminali che gestiscono i flussi, in modo autonomo e in cooperazione con le eventuali autorità libiche.
Basterebbe poco, se ci fosse la volontà, anche a impedire ai trafficanti di rifornirsi di gommoni, comprati in Cina e diretti ai porti libici via Turchia e Malta. Un "commercio legittimo" che le flotte militari non sono autorizzate a contrastare ma che probabilmente potrebbe venire compromesso esercitando le giuste e reiterate pressioni sul governo maltese che non soccorre né accoglie immigrati ma lucra sul business dei gommoni.

Insomma, è solo una questione di volontà e capacità politica. Se la priorità del governo italiano sono ancora gli interessi nazionali lo dimostri ora: in una settimana possiamo azzerare i flussi con gli stessi mezzi navali che abbiamo usato finora per arricchire i trafficanti e la lobby dell'accoglienza.

..........

... un giorno al'improvviso si ferma il traffico dell'immigrazione com'è incominciato ... e un idiota dirà: finalmente è finita l'invasione. Qualcun altro dirà, è incominciata di fatto l'occupazione ...

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 19 Giu 2017 - 21:19

.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 26 Giu 2017 - 19:04

.

..... si stampa una moneta da O euro di valore (con i nostri soldi) e la si immette sui mercati a due euro e 50 ...

Il senso del business non ha limiti dell'era degli ZOMBIZZATI, dei Giga e dei Selfies ...
Avete mai visto una banconota corrente che si venda come 1 SOUVENIR??
Avete mai visto 1 banconota del DOLLARO che ha VALORE NOMINALE DI ZERO?? E che sia stata fatta a titolo di SOUVENIR al costo di 2.50 Dollari??

BENE:
La BCE lo ha fatto!!!! Dalla TRUFFA alla SUPERTRUFFA.......!!!!
Intanto, ridendo e scherzando, la Repubblica di Weimar del III REICH , oggi chiamato il IV Reich EUROPPA sarà una barzelletta.... ecco le anticipazioni della Moneta EURO-MERDA (il trionfo del NAZI-NARCO-SIONISMO MONDIALE) :
SARA' UN SOUVENIR !!!! Della serie PREPARANDO GLI ZOMBI .......

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

... la ragione della sua diffusione è stato scoperto e provato matematicamente:
1/0 = ∞
Ovvero, il numero di banconote da 0 euro necessario per raggiungere una qualsiasi cifra è infinito, cosa che fa sentire la gente povera immensamente ricca.
Visto il valore negativo di tale banconota, si è deciso di stamparne diverse versioni, tutte che valgono una meno dell'altra, per la gioia dei collezionisti nullafacenti e nullatenenti.

.la disinformazione entra di prepotenza nella testa dele persone creando l'indifferenza.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Gio 29 Giu 2017 - 14:15

.

.... italiani brava gente, per ricordare il titolo del thread.

Diciamo che di "buoni e bravi" la percentuale è scivolata ai minimi storici soprattutto per una chiusura mentale allarmante facile da dimostrare.

... questo è un forum di modellismo con una sezione di pubblica discussione (molto seguita) ma pochissimo sostenuta da opinioni personali, già, esprimersi con libertà pare "disdicevole e magari compromettente" e fin qui la tacita indifferenza annega nell'ignorare in domani che avanza ...

Modellismo. Parola riduttiva se incanalata nel solo hobby perditempo che il conservatorismo vorrebbe fosse conchiuso in quel che per lui è un punto nero sul foglio bianco. Tale mente ristretta non concepirebbe l'estensione della parola comprendendo (attenzione alla parola comprendere) oltre la misura del suo naso. Comprendere è una riservatezza esclusiva, dove pochissimi ne praticano il significato.

... ricevo parecchie mail, anche troppe, ma utili alle quali ho da sempre risposto, ricordate (Gli Anonimi) chi contro e chi a favore hanno sempre avuto la risposta dovuta. Anche stando sulle balle del prossimo e lo Sven non risparmia nessuno, selezione e manda in culo sociopatici e coglioni intrattenendo conversazioni con coloro che hanno conservato del sale in testa senza voler comunque apparire ...

Mi si scrive di fare soltanto modellismo e direi che il nostro da agonizzante è arrivato all'olio santo, il paziente ha un piede dentro la fossa. La pubblica ottusità ha ignorato che la "sezione per le discussioni" tratta argomenti giornalieri che stanno modellando sempre di più quel presente che domani sarà il futuro e se l'idiota che pratica il modellismo non sa nemmeno modellare se stesso sull'attuale momento presente, può continuare a scrivermi parlando della sua ignoranza, che non va presa come insulto, ma come un forzato non conoscente. Insomma uno che non sa neppure chi è.

... parole dure?? Bagatelle, leggete quanto scrive lo Sven, potete fare dei soldi facili imparando da chi ospitiamo a nostre spese, l'invasione africana. Bei ragazzotti in carne, sani come pesci in acqua, ben vestiti e foraggiati prima dell'imbarco dopo avere sborsato un paio di migliaia di euro/dollari e anche di più, in Italia accolti, rivestiti, alloggiati, curati, protetti (politicamente) come un buon portafoglio di voti e per nulla impreparati sul commercio illegale, naturalmente conosciuto ma concesso ...

Di che cosa parlo? Della raccolta differenziata sulla plastica lasciata incustodita nella pubblica via alla merce di chiunque ne faccia un business. Come si fa a ricavare soldi da bottigliette d'acqua vuote? Semplice, ci pensano gli immigrati. Si prende la bottiglietta gettata, si riempie alla fontanella pubblica, si avvicinano i turisti rosolati dal sole, si chiedono due/tre euro con le lacrime agli occhi, si apre servizievolmente il tappo subito richiuso chiedendo scusa, si incassano gli euro e gli assetati ingollano acqua potabile (non naturale) in bottigliette NON sterilizzate.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

... sapete che mi sono sempre incazzato contro chi del modellismo ne faceva dell'arrivismo egocentrico per se stesso. Asini che hanno ragliato dissolti nell'aria. Coglioni insignificanti di mezza tacca. Il thread è seguito, chiunque lo critica potrebbe fare a meno di seguilo e altri di prendersi la briga di scivermi in privato, che ringrazio. La libera opinione nell'interno del forum è l'ultimo baluardo della democrazia, il silenzio la sottomissione di un popolo nel degrado sulla via dell'estinzione. Fra cinquant'anni e meno, la generazione di adesso si troverà il fantasma dell'Italia in balia del fu rimasto, grazie alla diffusa abitudine d'essere INDIFFERENTI ...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Sab 1 Lug 2017 - 18:35

.

......... uno alla fine si stufa di ascoltare telegiornali nazionali che raccontano il contrario per sostenere i bugiardi .........

Il rapporto della missione speciale dell’OPAC sull’uso di armi chimiche in Siria è basato su dati ambigui, si legge nel commento pubblicato dal Ministero degli esteri russo pubblicato dopo le dichiarazioni del rappresentante permanente USA Nikki Haley presso l’ONU.

"Abbiamo ascoltato l'ultima dichiarazione affrettata dell'ambasciatore degli Stati Uniti alle Nazioni Unite, Nikki Haley, diffusa il 29 giugno di quest'anno ai cinque membri permanenti dell'ONU sulla relazione finale della missione speciale per l'incidente nel villaggio di Khan Sheykun del 4 aprile di quest'anno" ha dichiarato nel Ministero degli affari esteri.

"Purtroppo alla prima lettura del documento siamo costretti a constatare che le sue conclusioni sono basate su dati contestabili, ottenuti dalla stessa opposizione e dalle stesse note ONG quali i "Caschi Bianchi", e non dal luogo della tragedia, e in alcuni casi dai "paesi limitrofi" si legge nel commento.

Dunque come dichiarato nel documento "non sorprende che il contenuto del rapporto della missione speciale dell'OPAC sia di carattere tendenzioso, il che indica la presenza di pressioni politiche all'interno della sua struttura".

Come ha dichiarato la Hailey, il rapporto OPAC "dimostra quello che già sapevamo, che contro il popolo siriano sono state usate armi chimiche".

Nel commento il Ministero segnala che "suscita sorpresa l'"entusiasmo" con il quale l'ambasciatore americano proferisce in merito una sorta di "incontestabile verità", presumibilmente già stabilita dal lavoro della missione speciale dell'OPAC". Nel documento si sottolinea che per la Russia "è assolutamente evidente tutta la serie di dichiarazioni e constatazioni del rapporto della tragedia di Idlib, le quali indirettamente spingono il lettore inesperto dell'avvenimento all'unica conclusione: che la responsabilità di quanto accaduto è delle truppe governative siriane".

La parte russa intende esaminare attentamente il rapporto con degli esperti ed effettuare una valutazione appropriata della questione alla sessione speciale del consiglio esecutivo dell'OPAC, e poi nel corso della riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, si legge nel commento.

Il Ministero degli esteri russo ha sottolineato che "adesso il Meccanismo congiunto OPCW-ONU per l'indagine sull'uso armi chimiche in Siria il quale è in conformità con le risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite 2235 (2015) e 2319 (2016) dovrà attentamente identificare tutte le circostanze del crimine e individuarne i responsabili". Il Ministero degli esteri russo esprime la speranza che i rappresentanti del suddetto meccanismo nelle loro prossime indagini sull'incidente a Khan-Sheykun dimostrino la loro alta professionalità e "l'imparzialità politica nell'individuare i veri colpevoli di questo crimine".

"Contiamo anche sul fatto che gli esperti del Meccanismo avranno tutti la possibilità di visitare non solo il luogo dell'attacco chimico, ma anche la fatidica base aerea di "Shayrat", per la quale, come dimostrano gli ultimi eventi, ancora non si dà pace a Washington" osserva il ministro degli esteri della Russia.

L'opposizione siriana il 4 aprile ha annunciato 80 vittime e 200 feriti a causa di un attacco con l'uso di armi chimiche nella città di Khan Sheykun in provincia di Idlib. Sono state accusate le truppe governative in Siria, che hanno energicamente respinto le accuse e sostenendo responsabilità dei guerriglieri e i loro sostenitori. Le autorità siriane hanno dichiarato di non aver mai usato armi chimiche contro i civili e terroristi, e che l'intero arsenale chimico del paese è stato portato fuori dal paese sotto controllo dell'OPAC.

Gli USA, senza prove e ignorando l'invito della Russia a condurre un'indagine approfondita, hanno colpito l'aeroporto militare di Shayrat nella notte del 7 aprile con 59 missili da crociera.

Come detto in precedenza, il presidente Siriano Bashar al-Assad in un'intervista con RIA Novosti, ha dichiarato che non c'è stato nessun attacco chimico, e che questa sia stata una provocazione per giustificare l'attacco contro la base di Shayrat. Ha dichiarato che nel video, pubblicato dal gruppo terroristico "Jabat al-Nusra", su cui si basano le accuse, si afferma che l'attacco è avvenuto tra le 6 e le 6.30 del mattino, tuttavia, l'esercito siriano in questo momento non aveva intrapreso degli attacchi. E il video di Han-Sheykun, girato dai "caschi bianchi", contraddice la versione dell'uso del gas Sarin: Assad ha sottolineato che se i soccorritori avessero agito senza maschere e guanti sul luogo dove è stato usato il gas, sarebbero morti, come tutti gli altri.

... sono apolitico, ma non del tutto scemo per ascoltare una sola campana, che da anni suona stonata a più non posso ...

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
met5

avatar

Messaggi : 1033
Data d'iscrizione : 22.12.15
Età : 48
Località (indirizzo completo) : Roma

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Dom 2 Lug 2017 - 1:07

Sorvoliamo poi che su 59 missili solo la metà hanno raggiunto il loro bersaglio.....un bel rapporto di efficienza
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Gio 6 Lug 2017 - 17:11

.

.............. quando l'informazione è usata come disinformazione ...

La Russia si aspetta che la CNN riconosca di aver sbagliato in relazione alle foto del bambino siriano Omran Daqneesh e preparare un testo di scuse, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

La vicenda di Daqneesh aveva ricevuto una notevole attenzione nell'estate del 2016, quando alcuni media avevano pubblicato le immagini riprese nel Centro Medico di Aleppo di un bambino superstite durante i bombardamenti che avevano distrutto la sua casa nella parte orientale della città occupata dagli islamisti. I media occidentali avevano accusato le forze aeree russe di aver bombardato le case dei civili. La conduttrice della CNN Christiane Amanpour, in un'intervista con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, aveva mostrato la foto del bambino con la scritta "questo è un crimine contro l'umanità."

"Come prima aspettiamo dalla CNN una reazione, esortiamo i giornalisti ad ammettere lo sbaglio e preparare un materiale in cui si spiega l'errore. Credetemi, non sorvoleremo su questo argomento", — ha dichiarato la Zakharova in una conferenza stampa.

Secondo la portavoce del dicastero diplomatico russo, la CNN dovrebbe ammettere il suo errore, in caso contrario si tratterebbe di una manipolazione deliberata dell'opinione pubblica.

"L'assenza di una risposta chiara del canale su questo tema suggerisce l'idea che i giornalisti della CNN erano consapevoli della deliberata distorsione della realtà," — ha osservato la Zakharova.

In un'intervista con RT Ruptly il padre del bambino, oltre a proclamarsi sostenitore di Assad, aveva dichiarato che la gravità delle ferite di suo figlio era stata notevolmente esagerata e le immagini erano state fabbricate dagli insorti siriani per altri scopi, in particolare per screditare il governo di Damasco.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

............ da quanto tempo è iniziata la manipolazione umana intenzionale su vasta scala ???????

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 11 Lug 2017 - 20:09

.

C’è una formidabile coalizione che ha messo in gabbia Donald Trump. È il Direttorio dell’Impero.

Sono i membri di punta di un insieme variegato e inedito, composto dal Comitato Nazionale Democratico (la squadra di Clinton-Obama); il gruppo di punta dei neocon, mescolato con il complesso militare industriale; l'insieme dei maggiori media anglosassoni (tutti, dalla CNN, alla BBC, al New York Times, al Washington Post, alla Reuter e Associated Press, alla CSNBC). Sono quelli che Paul Craig Roberts chiama le "presstitutes", ed è chiarissimo cosa vuole dire questa parola, anche in italiano. Sarebbe già abbastanza, se non fosse che Donald Trump — non si sa come e perché, ma forse lo si può indovinare — ha consentito loro di circondarlo di una serie di componenti della squadra presidenziale che sono anche stretti alleati del Direttorio.

Il fatto è che questi ultimi sono stati formalmente scelti dalla vittima, che dunque ha poco da dire, indaffarato com'è a difendersi dalle coltellate metaforiche che gli vengono proprio da loro. Compito del Direttorio è stato fin dall'inizio quello di costringere Trump a districarsi nella nebbia di un pulviscolo di sospetti, di accuse infamanti che sconfinavano in quella di alto tradimento e di collusione con il nemico. Era la linea primigenia di disfarsi dell'intruso con una operazione di impeachment. Certo lo scandalo sarebbe costato molto al prestigio dell'America nel mondo. Ma non lo era stato anche l'11 settembre? In ogni caso non era tollerabile, per un tale Direttorio, un presidente che aveva annunciato in campagna elettorale di voler riprendere normali rapporti con la Russia. Per il nido di vespe, che stava covando l'offensiva proprio contro Putin e che era sicuro della vittoria con Hillary Clinton, una tale intenzione era la goccia che faceva traboccare il vaso.

Poi sono arrivate le nomine della squadra presidenziale. Segnate dalle pressoché immediate dimissioni del generale Michael Flynn dal posto di Consigliere per la Sicurezza Nazionale. Dopo quella sconfitta Trump sembra essersi arreso. La nomina a segretario di Stato di Rex Tillerson venne presentata come quella di un difensore del dialogo con la Russia. Ma non è così e lo si è visto dopo Amburgo. Peggio per peggio la nomina di Nikki Haley al posto di ambasciatrice alle Nazioni Unite. A questo punto l'operazione impeachment è al momento accantonata. Salvo qualche ritorno di fiamma di un presidente azzoppato da troppi nemici, la si può considerare di riserva.

Si è visto ad Amburgo, prima del G20. Trump incontra Putin e gli stringe la mano in modo plateale. Poi aggiunge di considerare l'incontro come un "evento enorme" (tremendous meeting). Per ricevere immediatamente una secca smentita dalla "sua" ambasciatrice all'Onu, che dichiara, papale papale, che l'America "non può avere fiducia nella Russia e non l'avrà mai". Una porta sbattuta in faccia non a Putin, ma a Trump. E fosse bastata quella! Il Segretario di Stato Tillerson, commentando il rifiuto di Putin di ammettere la sua interferenza nelle elezioni americane, afferma indignato che questo fatto "è un ostacolo al dialogo", perché impedisce di "rassicurare il popolo americano che non ci saranno intromissioni nelle nostre elezioni da parte della Russia o di chicchessia".

L'assunto è non solo la colpevolezza di Putin, ma nello stesso tempo è l'accusa a Trump di avere fruito delle ingerenze di Putin per diventare presidente degli Stati Uniti. Una accusa che gli viene, praticamente, dal numero due dell'Amministrazione di Washington, colui che dovrebbe "negoziare" con Putin. Il paradosso è clamoroso in sé; nello stesso tempo è l'ammissione che gli Stati Uniti sono penetrabili come una qualsiasi repubblica delle banane; ma è anche privo di ogni sostegno fattuale. Non c'è una sola prova che questa storia delle "ingerenze" russe sia reale. Le accuse iniziali sono venute da persone afflitte da gravi conflitti d'interesse: John Brennan, capo della Cia di Obama; James Comey direttore dell'FBI di Obama. L'indagine è stata affidata a Robert Mueller III, ex direttore dell'FBI nel momento cruciale dell'11 settembre. Ma non è ancora uscito niente.
Cosa tanto pià sbalorditiva se si tiene conto che la NSA (National Security Agency) ha tutte le registrazioni di tutti i colloqui di ogni membro dell'Amministrazione (oltre che di tutti i governi alleati degli Stati Uniti, almeno secondo Edward Snowden, l'inventore principale di quei programmi). Se ci fossero queste prove non occorrerebbe neppure chiedere a Putin se ne sa qualche cosa. Sarebbe la NSA a tirarle fuori. Il fatto che non lo faccia dice clamorosamente che non ci sono. Come non ci furono le armi di distruzione di massa che servirono a George Bush per attaccare e distruggere l'Irak. Ma basta ripetere che invece ci sono, poiché le "presstitutes" lo faranno all'unisono, e non solo nel mondo anglosassone.

Trump è in una condizione molto peggiore di quella del pugile costretto a combattere con un braccio legato dietro la schiena. È piuttosto un ostaggio perfino privato della possibilità di difendersi. Ogni difesa sarà infatti usata per incolparlo. La prossima tappa sarà l'accusa alla Russia di avere truccato le elezioni tedesche? Oppure sarà l'offensiva in Siria, sulla base di bombardamenti chimici annunciati in anticipo a Washington?

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 18 Lug 2017 - 12:15

.

... già basterebbe che la gente assennata sapesse che cosa nasconde il movimento nato, guarda caso, proprio in America nel nel 1881 da William Henry Conley, filantropo e industriale sionista ...

Il collegio d’appello della Corte suprema russa ha confermato la sentenza del 20 aprile che ha dichiarato “estremista” l’organizzazione religiosa dei testimoni di Geova imponendole il divieto di attività in Russia e ordinando il sequestro dei beni a favore dello Stato. E’ stato quindi respinto il ricorso in appello del gruppo religioso, che però, per bocca dell’avvocato Viktor Zhenkov, ha annunciato che intende impugnare la sentenza davanti alla Corte europea dei diritti dell’Uomo.
Bandendo l’attività del gruppo cristiano antitrinitario – noto per le prediche porta a porta e per il rifiuto del servizio militare -, la Corte suprema russa ha accolto una richiesta del ministero della Giustizia, che accusa l’organizzazione religiosa di “violare la legge per combattere l’estremismo”, ma ha sfidato anche il parere degli esperti delle Nazioni Unite, che a inizio aprile avevano definito l’iniziativa del governo russo “estremamente preoccupante”, denunciando “una minaccia non solo ai Testimoni di Geova, ma alla libertà individuale in generale nella Federazione russa”.

Ricordate la Primavera di Praga, 1968? Si stupì il mondo intero per l'assenza assoluta di resistenza, persino i carristi russi si interrogarono di com'erano arrivati nella capitale senza l'ombra di una minima opposizione. Putin non ha nessuna intenzione di subire un "deterrente" del genere in casa sua.

... non lasciatevi ingannare dall'indirizzo fasullo

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Sede principale
Heritage Estate, Doddaballapur Road, Yelahanka Bangalore, Karnataka 560064 India

... Scientology l'ha dichiarata fuori legge l'anno scorso, in Italia trionfa sotto l'egida di chiesa ....

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

........ sarò un fissato, ma ho una inclinazione "filosofica" più interessante cheers cheers cheers

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Gio 20 Lug 2017 - 20:26

.


............. GIOITE FRATE CON I PROBLEMI ITALIANI A NON FINIRE DANNO LE MULTE AI FINESTRINI

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

... abbiamo 6 milioni di poveri

... un milione di immigranti sbarcati

... l'Italia brucia

... mafia capitale è solo criminalità

... Igor il russo non l'hanno preso

... i terremotati li prendono per il culo

... i pensionati all'estero non spendono le pensioni in Italia

... la Merkel è polacca

... Renzi fa l'ottimista

... il papa è triste

... il clima cambia

... il po è asciutto

... il debito "politico" aumenta

... chi se ne fregano pagano di persona

... sua maestà Elisabetta non si sfiora

... la disinformazione trionfa sui media

... gli idioti sono immuni alla disinformazione

... Gentiloni è un politico equilibrato

... Trump un angioletto

........ Alfano un visionario

... ma se la metto in polita finisco in merda!

.... su i finestrini bella Gente

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ven 21 Lug 2017 - 12:23

.

L’eurozona è probabilmente destinata a crollare, non importa quanti tentativi vogliano fare la Francia e la Germania per cercare di salvarla: così avverte una delle più grandi banche di investimento del mondo.
Il britannico Daily Mail intervista un funzionario della Bank of America Merrill Lynch, che espone dei punti molto semplici sull'insostenibilità dell'eurozona, punti che la stampa extra-UE e le banche d'affari danno per assodati, ma che nei nostri media sono ancora tabù: l'euro ha essenzialmente prodotto divergenze tra i paesi dell'eurozona fin dal momento in cui è stato creato; nell'attuale scenario di totale assenza di solidarietà intra-eurozona i paesi della periferia sono sulla traiettoria dell'uscita, ma in uno scenario ipotetico di trasferimenti interni sarebbero i paesi centrali a dover probabilmente uscire per ragioni di insostenibilità politica.

Un impiegato di alto grado della Bank of America Merrill Lynch ha detto che il blocco di paesi della moneta unica ha iniziato a cadere a pezzi fin dal momento stesso in cui è stato fondato quasi 20 anni fa.

Nonostante diversi paesi tra cui Grecia e Portogallo abbiano ricevuto aiuti di emergenza durante la crisi finanziaria, i paesi più ricchi come la Germania non hanno affatto redistribuito la ricchezza in modo permanente verso i paesi più poveri dell'eurozona.

Athanasios Vamvakidis, che ha lavorato a Londra per il Fondo Monetario Internazionale per 13 anni prima di essere assunto dalla banca americana, ha detto che questo ha spinto i paesi membri a divergere e ha accresciuto la disuguaglianza.

Sebbene questa situazione sia temporaneamente mutata durante la crisi finanziaria globale, ha detto che "le divergenze sembrano essere la normalità fin dal momento in cui l'eurozona è stata creata".

Descrivendola come una "bandiera rossa di allarme sulla sostenibilità dell'eurozona", ha avvertito che i paesi più poveri potrebbero decidere di separarsi dal blocco dell'eurozona nel momento in cui dovessero cadere ancora più a fondo nel tunnel del debito. "Questi paesi non vorrebbero, a un certo punto, poter disporre della propria politica monetaria? Il populismo non troverebbe nella moneta unica un facile bersaglio — come sta già accadendo in alcuni paesi?"

Ha poi aggiunto: "Senza la crescita, il debito si potrebbe dimostrare insostenibile per alcuni paesi e il populismo contro l'eurozona potrebbe trovare sostegno, fino a portare all'uscita di quei paesi che sono stati lasciati indietro.

"La probabilità che un paese, sia esso del centro o della periferia, possa a un certo punto nel futuro decidere di abbandonare l'eurozona sotto un governo populista non è bassa, a nostra avviso."

Emmanuel Macron, il presidente francese pro-Bruxelles, ha proposto riforme incisive per salvaguardare il blocco della moneta unica, tra cui l'introduzione di un nuovo bilancio comune.

La Germania, che in tal caso dovrebbe finanziare cifre spropositate di spesa extra, ha reagito in modo cauto alla proposta.

Ma Vamvakidis ha detto che anche uno dei paesi più ricchi potrebbe a sua volta decidere di uscire dall'eurozona, perché il trasferimento di ricchezza verso i paesi più poveri potrebbe non essere "politicamente fattibile".

Ha aggiunto che "perfino in uno scenario ideale", in cui queste riforme venissero introdotte, "l'eurozona potrebbe essere ancora a rischio, in caso di persistente mancanza di convergenza".

La prognosi fa eco a quella dell'ex governatore della Banca d'Inghilterra, Mervyn King, che ha detto che una moneta "a taglia unica" è destinata al fallimento.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
sharky63



Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 16.12.13
Età : 54
Località (indirizzo completo) : Via Gandhi 1

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ven 21 Lug 2017 - 13:44

Bhè che da sempre gli Americani si augurino che l'euro fallisca non è una novità.
Una delle colpe di Gheddfi è stata quella di incominciare a prendere pagamenti in Euro anzichè in dollari per il greggio.
Che l'euro sia stata una sventura per svariati paesi è un dato di fatto su cui c'è poco da discutere.
Che su questo cadavere molti abbaino ballato alzando i prezzi e facendo l'equazione 1000/1 (cioè ciò che costava 1000lirette è stato venduto poi ad 1 euro) è altrettanto sotto gli occhi di tutti. Hai voglia a lamentarti della concorrenza sleale dei cinesi: se un taglio di capelli costva 10.000 non puoi mettermelo a 10 o 20€ e non aspettarti che io non sia tentato dal parrucchiere cinese (o da quello in nero).
Maledetto sia Prodi per tuute le generazioni promesse dalla Torah.
Ma la colpa è di chi li ha portati al governo, non solo di chi ha governato.
Oggi dentro o fuori dall'euro cambia poco, anzi forse a sapersela giocare, da dentro si può spuntare di più (ad esempio in tema migranti, e qui le maledizioni sono per la polacca).
Ma vi rendte conto che stiamo tornando al reato d'opinione, io non posso avere un'idea che non si conforma a quella della comune deficenza senza essere etichettato come fascista e di conseguenza perseguibile.
Ma io sono stalinista maoista, che mi condannino ora.... ( e mi dicano la differenza... IGNORANTI!).
Nella triste lista, caro Sven, ti sei scordato degli inculabambini non processati per prescrizione (almeno così mi dicono) e dei disgraziati che tutti i giorni cercano di uccidermi per leggere un messaggio su quel ca..o di telefonini (ma si può acquistare un Lince per girare nella Bassa?)
Sarà il caldo....
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   

Tornare in alto Andare in basso
 
Italiani brava gente ...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 6Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Ultras brava gente, italiani brava gente
» Leghisti brava gente, ma...
» M.A.S. e mezzi d'assalto di superficie italiani
» "Italiani? Primi in maleducazione"
» AAA artisti italiani cercasi

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LAVELLI GIOVANNI :: FORUM DISCUSSIONE-
Andare verso: