Il Forum dedicato al modellismo dinamico
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Italiani brava gente ...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ven 30 Dic 2016 - 18:36

.

Gi USA sono una Super potenza che ha impostato la sua esistenza sul compromesso, sulla sopraffazione, sul oppressione di popoli e nazioni.
Va da se che ogni rapporto, passato presente e futuro viaggi su binari dell'economicità interessata e mai su valori quali:"amicizia, speranza, libertà, democrazia".
La storia contemporanea è la manifestazione provata di quanto affermato.
Vietnam , Cuba, Cile, Iraq, Iran, Libia, Primavere Arabe, ecc. ne sono un piccolo esempio.
Ciò che ha sempre alimentato l'interesse del America e degli americani tutti, si è basato esclusivamente sulla sopraffazione, politica, economica finanziaria e militare.
Falsità, bugie, imposizioni, ritorsioni sino al annullamento completo di ogni integrità morale e sociale fanno parte del vangelo di questo popolo che poggia le sue fondamenta sullo sfruttamento di altri popoli.
Il più abominevole dei Presidenti USA è, a ben vedere " Obama ", presidente che poteva riscattare l'ignominia dello schiavismo moderno imposto su popoli e nazioni dai suoi predecessori che, per ignoranza, superficialità, pressapochismo subdolo ha proseguito nel solco tracciato con spudorata ipocrisia.
Tutto il male del mondo ha avuto origine da questi negrieri moderni che hanno anteposto il profitto alla fratellanza.



.... presa in rete e di mio ci metto: l'uscita di Obama come presidente da l'idea del suo appoggio incondizionato alla Clinton a sfavore degli interessi mondiali, ma soltanto per i personali intrighi e profitti anglo-americani. Obama espelle 35 diplomatici russi dagli states e Putin invita i figli dei diplomatici americani ai festeggiamenti di fine anno ...... Barack  Obama che uscita ingloriosa da burattino ammaestrato, e venduto ai migliori offerenti



.


Ultima modifica di Sven Hassel il Mar 10 Gen 2017 - 10:14, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mer 4 Gen 2017 - 13:30

.

..... cominciamo bene il 2017



...e il verbo era presso di loro. La ditta ben salda anche dopo la scomparsa di Casaleggio sr. regge, è solida e genera sempre grosse iniziative. Loro se la suonano e loro se la cantano, sanno ormai muoversi anche ad occhi chiusi e nulla può fermare questo rullo compressore. Negli ultimi tre giorni si sono verificati tre avvenimenti sul blog grillino, là dove risiede il verbo, molto discutibili e molto controversi stando alle posizioni del movimento. Il popolo della rete, invitato a dare suggerimenti e formulare proposte sulle leggi future da portare in parlamento, ha presentato 105 disegni che vorrebbero fossero attuati; cito tra gli altri: abolire l’Arma dei Carabinieri perché costa troppo e procura molti sprechi; eliminare tutte le posate e le stoviglie in plastica per sostituirle con materiale biodegradabile; delocalizzare i ministeri lasciando solo alcuni a Roma e tutti gli altri sparsi per le varie città italiane.

Vi ho citato solo queste tre proposte perché le più curiose e le più folli. Direi che la montagna abbia partorito il topolino come suol dirsi e credo che non debba aggiungere altro a ciò che avete letto. Poi, è stato pubblicato il nuovo codice etico per tutti i politici che siano ad occupare cariche e poltrone: si cambia registro e atteggiamento. In caso di avvisi di garanzia, non vi sarà più l'immediata e diretta sospensione, ma un ponderato esame del soggetto sottoposto ad indagine per valutare il da farsi: ovviamente, ad insindacabile giudizio di Grillo, Casaleggio jr. e dei probiviri. La base sta provvedendo a votare questa ultima decisione che ritengo rimarrà in essere a prescindere dalle discussioni già in atto tra i frequentatori del blog. Ultima botta piuttosto grave, è l’attacco contro l’informazione farlocca di tv e stampa che volutamente mettono in giro infamanti notizie tese a danneggiare il movimento.

Un comitato a mo’ di “giuria popolare”, esaminerà caso per caso per stabilire la veridicità delle false notizie. Beh direi che ce ne sia abbastanza, un delirio d’onnipotenza e Mentana, giusto perché la ”sua” tv LA7 sia stata indicata, ha immediatamente suggerito a Beppe di procurarsi  un buon avvocato!  Non c’è pace per Grillo, siamo alle sceneggiate totalitarie, alle questioni morali “pro domo sua” e agli scontri diretti con i media ritenuti di parte…non sua. Insomma, a mio parere e a cuor leggero, noto come l’anima cabarettista sia ancora palpabile dalle sue parti: a cominciare dalle proposte che nascono dal basso del movimento, all’etica delle regole (pro Raggi) e alla menata dell’informazione manipolata a regola d’arte contro l’M5S. Io da buon esorcista e a proposito di cabaret ormai degenerato in patologia, griderei a Beppe: “Beppe esci da quel corpo!”.

. l'anno delle grandi svolte è incominciato .

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 9 Gen 2017 - 18:30

Ci hanno detto

… ci hanno sempre detto: studiate, e siamo stati istruiti come vogliono …

Il lavoro nobilita l’uomo rendendolo alla fine, un rottame umano.

… ci hanno detto di fidarci delle banche e ci hanno derubato …
 
Tolti dai campi per le industrie dove ci intossicano.

… ascolta un prete e avrai la via dei cieli, perdendo la ragione in terra …



Dai retta ai grandi uomini per non dare retta a te.

… non fare domande, le risposte le hanno confezionate su di un piatto d’argento …

Ascolta il padre e la madre, così ne diventi la copia.

… ogni medicina per tutte le malattie, tutte insieme avvelenano il fisico …

Ci hanno detto di andare a votare, poi fanno quello che vogliono.

… non rubare (settimo comandamento) per rubare tutti insieme …

Fatti la casa, il mattone è sicuro. Per lo Stato lo è sempre stato, non per i proprietari.

… devi avere dei figli, come polli da spennare dopo di noi …

Non seguire le regole se vuoi una vita facile, seguirle diventa difficile.

… il metano ti dà una mano e con l’altra l’aumentano …

Vuoi la casa? Ogni banca ne ha da cedere alle aste.

… fai le vacanze adesso, a pagarle ci pensi dopo …



Non hai soldi, fatti un mutuo, problema risolto.

… erediti domani quel che sei oggi. Se sei un pirla ci rimani …

Il denaro non fa la felicità dei poveri ma neppure dei ricchi visto come ne sono attaccati.

… tutte le guerre le fanno in nome della libertà. Quale, se tutti dipendiamo dell’aria respirata …

La materia più ignorata sul pianeta è la conoscenza. Evviva l’ignoranza collettiva.

… la politica è un mestiere da quando hanno scoperto come guadagnare milioni facilmente …

Un cretino disse che il potere logora chi non ce l’ha. E in molti ne hanno fatto una virtù.

… l’informazione ci inganna ma che importa, non l’ascolto …

Ogni nazione si merita i governi eletti. Giusto, e come no.



… da un’inchiesta l’italiano desidera soprattutto auto e moto …

Il meteo da pioggia dove splende il sole, e gli albergatori protestano per il danno economico.

… le industrie italiane sono evaporate all’estero con una generazione senza lavoro né futuro …

La scuola forma le leve per il futuro nazione. Un pessimo risultato da una quarantina d’anni.

… aiuta chi sta peggio di te, minkia, sarei occupato nell’aiutarmi …

Manca la neve, c’è l’artificiale. Non ci sono soldi, ci pensano i vaucher.

… la sanità non funziona, evita di averne bisogno, potresti campare meno del previsto …

Denunciare un malfattore diventi come lui per la legge.

… l’educazione la impari, l’etica la possiedi per eredità …

Le istituzioni non ci rispettano. E come potrebbero, non rispettano nessun promessa fatta.

… il sant’uomo rappresenta dio in terra, ingannato lui stesso prima d’illudere altri …

Devi giocare e lo Stato ha messo a disposizione milioni di mangiasoldi per farti vincere.



… un sindaco paga un’attricetta 9500 euro per accendere il pulsante dell’albero natalizio …

Un sindaco provvede per un pasto caldo e un ricovero per i clochard.

… aumenta il carburante di pochi centesimo, sommando i consumi sono cifre astronomiche …

Dal telefono al cellulare in trentanni ci informano che “potrebbe” essere dannoso alla salute.

… il litio delle scie chimiche sparse dai carburanti nei cieli, servono per le comunicazioni …

Il pomodoro cinese, il latte tedesco, il vino rumeno, le noci californiane, e i prosciutti della Crimea, le auto giapponesi, i computer indiani e l’esportazione di armi, migliorano la nostra esistenza.

... le coppie non fanno figli, mica sono scemi, con quello che costano preferiscono le vacanze estere …

Ogni bugia, se continui nel sostenerla diventa nel tempo una verità.

… la moneta pesante ci ha bucato le tasche, distrutto l’esportazione e portati dove ci troviamo …

I programmi televisivi sono spazzatura, beh, cos’altro potrei fare senza TV.

… l’italiano legge meno libri di altre nazioni europee, per forza, è persino furbo …

Questi non leggono, marciano.



... basta con le promesse ormai è stanca la gente di una povera italia ...

Ci hanno globalizzati e sono arrivati i profughi, per un conflitto fra morti di fame.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mer 25 Gen 2017 - 16:14

.

Viene spontaneo domandarsi: ma il buon esito della riforma costituzionale non doveva essere lo spartiacque che avrebbe impedito la fine dell'Italia e ne avrebbe sancito il rilancio?

Al momento attuale l'intellighenzia nostrana ha ottimi motivi per praticare l'arte della polemica e riempire di fuffa i giornali nazionali: bisogna assegnare le responsabilità politiche relative alla tragedia di Farindola, c'è da dibattere sull'eventuale defenestrazione di Renzi dalla leadership del Partito Democratico, si elaborano frasi e previsioni tanto sciocche quanto banali sul neo-presidente Trump.

2017, l’anno di svolta per l’Italia?

Tuttavia, il tema della riforma costituzionale è svanito dall'informazione ufficiale, l'unica "buona" secondo i parametri che si vogliono imporre ai cittadini europei. In verità, l'argomento era scemato di interesse già nel giorno in cui si era consumata la sconfitta al referendum. Viene spontaneo domandarsi: ma il buon esito della riforma costituzionale non doveva essere lo spartiacque che avrebbe impedito la fine dell'Italia e ne avrebbe sancito il rilancio? Ci venivano prospettati scenari apocalittici in caso di sconfitta del Sì e veniva raccontato che mantenendo l'attuale assetto costituzionale sarebbe stato impossibile continuare a governare e a legiferare.

E invece, a oltre un mese di distanza dal fatidico 4 dicembre, è cambiato poco o nulla. Lo spread è costante, Piazza Affari non ha registrato ribassi choc, il debito pubblico continua a lievitare proprio come negli ultimi quarant'anni, la crisi morde ancora il tessuto imprenditoriale e ben 12 leggi sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale. Insomma, il cielo non è crollato, il mondo non è finito.

Tutto bene, già, ma ci tormenta quella frase pronunciata spesso nei dibattiti televisivi e usata come maglio perforante dai sostenitori del Sì: "le riforme costituzionali ce le chiede l'Europa".

Anzichè salvare l'Italia, l'Europa ci impicca sempre di più.

Come dimenticarsi del tour del giovane premier, che girava il pianeta raccogliendo l'appoggio dei più autorevoli leader mondiali, molti dei quali, intanto, sono già scesi dal trono: Obama, Holland, Schulz, Merkel. Dov'é adesso la loro attenzione patologica verso la Costituzione di un Paese straniero?

Strano, è sparita anche quella: in un mese non è arrivata una sola parola da parte della Commissione Europea o del Fondo Monetario. Chissà se il premier Gentiloni, al momento di ricevere la lettera dell'UE sulla possibile apertura di una procedura d'infrazione, non si aspettasse in realtà un monito sulla necessità di mettere al primo posto nella sua agenda la modifica dell'assetto istituzionale. Fa impressione rammentare quanti fiumi di parole siano stati versati per dare forza alla propaganda del governo sulla riforma Boschi-Renzi ed è doloroso vedere quanti personaggi pubblici si siano prestati a tenere in piedi il gigantesco teatrino che oggi si mostra per quello che era: nient'altro che il tentativo di far restare sulla scena un personaggio che nonostante tutto era gradito all'establishment comunitario e a certi poteri.

Tuttavia, al Corriere della Sera Mario Monti, un veterano dell'Unione Europea, aveva dichiarato: la UE (…) non ha mai chiesto questa modifica della costituzione.

Discorso di insediamento "Sinistro” di Trump allarma i media occidentali.

Nella carnevalata di prezzolati e di finti idealisti a sostegno della riforma costituzionale intravediamo quell'odio che oggi viene riversato sul nuovo Presidente americano. Sarà che le penne sono le medesime, così come le modalità di demonizzazione dell'avversario, ma continuiamo a stupirci che il copione appaia ormai così prevedibile, stanco, visto e rivisto. Ieri gli intellettuali di casa nostra erano pronti a immolarsi sull'altare delle riforme, naturalmente per il bene del Paese; oggi si impegnano nei due minuti quotidiani di odio (quanto l'Occidente del 2017 somiglia all'Oceania di 1984…) e si prodigano nel ridicolizzare Donald Trump. Ed è proprio questa arte di vendersi al politically correct del momento che rende debole e poco credibile l'informazione italiana.
Un'informazione che riesce ad essere coerente nella sua incoerenza: ieri applaudiva il Nobel della Pace a Obama, quello assegnatogli praticamente sulla fiducia; e sempre preventivamente vuole assegnare ora l'Oscar dell'incapacità e della cattiveria a un presidente che si è appena insediato.

Infine, dispiace assai vedere come la riduzione dei costi della politica sia un altro argomento già passato di moda. All'attuale governo, insieme alla nuova legge elettorale, basterebbero tre mesi per far approvare il taglio del numero di eletti in Parlamento e per introdurre una norma anti-ribaltoni. Sono misure che, se andiamo a rileggerci le dichiarazioni dei due fronti referendari, metterebbero tutti d'accordo. Non sarebbe una rivoluzione copernicana, ma darebbe una prima risposta a quanto chiede da tempo il popolo italiano; e magari darebbe un'immagine migliore del nostro Paese nel mondo. Ma si sa, le mode passano, così come passano gli slogan elettorali.

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Lun 13 Feb 2017 - 9:27, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 31 Gen 2017 - 15:50

.


Sven e Trump ….

Non dici niente su Donald Trump Sven, come mai da attento osservatore pungente esimi esternazioni personali?


… appunto, personali hai detto bene. L’ottica individuale contemporanea è teleguidata da informazioni canalizzate opportunamente per suggestionare fasce preferibilmente soggette a politicanti referenziati come istituzioni ineccepibili nazionali guidate da personaggi che soltanto il tempo rivela d’essere degli imprenditori di loro stessi. La politica come mestiere a livelli internazionali si trova a due passi da casa nostra dentro le amministrazioni comunali dove individui “falliti” hanno propagandato loro stessi per uno stipendio. Nel modellismo impuro, si vendono per due euro di rimborsi, vale a dire si gioca per soldi e non per passione. Idem per il politico che da decenni ha barattato gli ideali per una poltrona fissa …



Mi sembra, come introduzione, la prefazione riguardante Trump, presidente che antepone alla politica americana quella preferita dell’imprenditoria a tutto campo, o sbaglio?

… gli Agnelli della FIAT, in Italia sono stati i maggiori contribuenti tasse, versavano con una mano e con l’altra ricevevano i fondi pubblici per integrare migliaia di operai, anche a spese nostre. Marchionne senza il ritorno delle tasse esporta la FIAT in America, capito come funziona? John Philip Jacob Elkann (New York, 1º aprile 1976) è un imprenditore italiano, attualmente presidente della Fiat Chrysler Automobiles, della FCA Italy, della Giovanni Agnelli B.V. e di Italiana Editrice.



È inoltre presidente ed amministratore delegato della Exor N.V., una società di investimento controllata dalla famiglia Agnelli, che ha tra i suoi investimenti anche PartnerRe, Ferrari, CNH Industrial e Juventus F.C.  Jacob Elkan nel maggio del 2004 ha avuto un ruolo chiave nella nomina di Sergio Marchionne a amministratore delegato di Fiat, carica che Marchionne tuttora ricopre. Quanto a significare dove finisce la politica e incomincia il profitto …



Quindi Donald Trump sarebbe il presidente di rottura intenzionato a spezzare l’agemonia lobbista statunitense rimasta finora nelle mani sioniste (interrotta solo dall’assassinio di John Fitzgerald Kennedy “unico presidente NON massone) capace di portare gli STAES lontani dalle pretese espansionistiche e dispersive da un ipotetico piano sul NOM “nuovo ordine mondiale” sostenuto da Obama con la complicità francese, tedesca e italiana?

… esatto e i primi nell’essere venduti dal PD noi per mani di un pirla la cui sola abilità è la bugia, arte preferita dal politico corruttibile, perché il primo a credere nella fandonie raccontate è il medesimo. La colpa dei bugiardi risiede nell’immaturità. Andreotti, Spadolini, Napolitano, i vecchi e nuovi politicanti longevi, sono stati e lo sono, comprendendo i Salvini, Grillo, Renzi etc. degli imberbi ragazzini totalmente incapaci di crescere e d’altro canto, palando con la lingua fuori dai denti, chi sano di mente, occupato in attività personali, responsabile, andrebbe nel fognario della cloaca come amministratore pubblico? Nessuno che sappia badare personalmente e con successo a casa propria …

Trump, secondo la tua limpida o lapidaria, sentenza, ha scelto la politica per salvaguardare innanzitutto i suoi personali interessi? Bhe, Berlusconi salì in politica con gli stessi spregiudicati principi intenzionali. Monti smontò il salire in politica con “scendere in politica” dando alla classe politica il livello declassificato.



… Trump ha chiesto alla case automobilistiche di produrre e investire si territori nazionali. Niente esportazioni di tecnologie regalate ai messicani. I dazi sulle importazioni cinesi se applicati non piaceranno ai politici cinesi ma ne beneficeranno le economia americane. Basta immigrazione? Qui sono almeno un paio le ragioni, il fanatismo islamico e i contingentamenti sugli ingressi regolari in atto da sempre per entrare negli Stati Uniti, secondo me sono il modello da attuare ovunque e se fosse opera comune in Europa, concussioni, intrallazzi e corruzioni malavitose con il beneplacito politico, non ci troveremo con migliaia di profughi attirati dai miraggi di un’esistenza migliore …



Da quanto si evince dai primi provvedimenti, alla faccia democratica, Trump elimina sul nascere le contrarietà sollevate da voci fuori dal coro, non ti sembra dittatura la sua?

… sotto il livello democratico si trova immediatamente la dittatura e ogni stato mondiale che si frega d’essere democratico è in ogni effetto un regime dittatoriale. Vedi l’Italia, in casa nostra l’esito del referendum, non ha mandato a casa Renzi sostituito con Gentiloni il giorno successivo e forse già deciso da tempo. Al contrario hanno vinto i perdenti al governo. Trump è un imprenditore abituato a delegare responsabilità e se un pedina fallisce la elimina. Anche un piccolo paese come il nostro meriterebbe l’eliminazione di pedine scadenti e non parlo dei culi incollati alle poltrone, intendo le nuove leve entrate “per gioco e profitto” da un decennio, riuscite nell’immaginare quanti sfaccendati mangiasoldi pubblici liquidati dopo il primo errore? Sfoltire il parlamento, senatori e affini? Montecitorio sarebbe la navata più deserta del Gobi …


Appoggi dunque l’azione di Trump? Un imprenditore deciso a portare e difendere i suoi interessi se gli imprenditori americani finora corrotti dai sionisti, comprendono il momento di svolta che potrebbe impedire agli STEIS d’affondare in un debito pubblico incolmabile, secondo te, sta attuando un rassettamento impietoso sull’establishment nazionale in cui o sei dentro o sei fuori?

… esattamente! Ha fatto capire alla Merkel tedesca che il NOM se lo infila su per il culo. Hollande è più scaltro di Gentiloni PD e fa affari d’oro con i russi. Trump se la intende a meraviglia con Putin (entrambi vogliono la stessa cosa: difendere i confini delle loro nazioni, si chiamano intenti patriottici) ha espresso idee chiare in merito sulla NATO definita inutile. Le intenzioni di Trump sono abbastanza semplici da capire, le economie si sollevano praticando gli scambi commerciali, Putin è quanto cerca, la Cina è un esempio, il resto del mondo non aspetta altro, siano pure briciole o pagnotte sono stanchi di conflitti a suon di bombe sulla testa democratiche. Se un politico coglione italiano segue i principi di Trump emettendo una legge che entro trenta giorni ogni immigrato deve lavorare (e non importa come e dove e a quale condizione) il flusso migratorio ritorna sulle sponde del nord africa … e se la prima, seconda, terza, corrente politica solleva obiezione, licenziata! …

Bene Sven, credo basti per il Giornale.

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Lun 13 Feb 2017 - 9:26, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 7 Feb 2017 - 19:36

.

Inutile stupirsi: Donald Trump parla con efficacia all’America profonda che lo ha portato alla vittoria. Il suo rating, proprio per questo motivo, non diminuisce. Il linguaggio del nuovo presidente è quello che la “sua” america desidera.

Si può dire che egli — nonostante la sua figura di miliardario, e forse proprio per questo — rappresenta proprio quell’America.

Il resto del mondo, per quell'America, conta meno, quasi niente. E' l'America del 93% che non ha il passaporto per l'estero, e non ha nessuna idea di cosa sia l'estero, né ha alcuna voglia di andarci, né armata né senz'armi. Questo è il primo punto da tenere presente se si vuol capire cosa farà Donald Trump. Noi tutti, noi europei, pensiamo che la politica estera degli Stati Uniti sia quella che interessa agli americani. Se lo pensiamo, ci sbagliamo.

Altro punto: Donald Trump è "sincero". Quello che fa e dice descrive perfettamente ciò che pensa. Il problema, per lui e per noi, è che egli immagina un mondo che non esiste più. Un mondo dove l'America "sarà di nuovo grande". Ma, chi vuole essere grande, spesso, implicitamente, ha in testa l'idea che gli altri devo essere più piccoli. E, se non lo sono, o pensano di non esserlo, bisogna costringere a diventare più piccoli.

È un'ipotesi praticabile? Non lo è più. Anche Obama (e tutti i predecessori) volevano un'America grande, unica, irripetibile, insostituibile, padrona. Abbiamo vissuto in questa realtà, che adesso non è più tale.

Donald pensa che la crescita sia infinita. È attendibile questa ipotesi? Non lo è. La crisi mondiale, complessa, molteplice si può superare da soli, con la ricetta occidentale? Palesemente no. Trump e i suoi pensano di non aver bisogno di nessuno, e si sbagliano. Ma, al contempo, non sanno dove andare.

Eppure si muove. Tutto si può dire salvo che Trump non stia sterzando. La questione che dobbiamo tutti affrontare è: dove sta andando Trump? Sappiamo (dovremmo saperlo), che ha vinto parlando agli emarginati di tutto il mondo occidentale, ai reietti, alla plebe moderna di consumatori compulsivi che sono stati lasciati all'oscuro di ciò che è accaduto e accade. Gli sconfitti, le élites liberals che hanno ingannato i popoli dell'Occidente (con la potenza dei loro media) e che hanno bombardato gli altri popoli, non gli perdonano di averli denudati. E non possono riconoscere chela responsabilità è tutta loro se i reietti di rivoltano. Ma neanche Trump potrà dire tutte le verità che sono state taciute.

L’era Trump inizia adesso – con una serie di colpi di scena imminenti e imprevedibili Trump ha interpretato perfettamente il significato del Brexit come una rivolta delle plebi. E intuisce che la crisi dell'Europa ha la stessa origine. Ma i reietti sono come quelli descritti da Ettore Scola: sono "brutti, sporchi e cattivi". Ed essendo stati lasciati a cuocere nell'inganno, sono spesso anche stupidi. Dunque non ci si può aspettare da loro che rispettino la political correctedness, che siano raffinati e pronti a farsi nuovamente menare per il naso. Lo si può fare quando si hanno i soldi per consumare. E questi sono sempre meno. E lo saranno anche con Donald Trump. Sarà dunque improbabile che anche Trump possa domare gli spiriti usciti dalla lampada.

Il fatto è che l'America è divisa come non è stata mai in tutta la sua storia, dopo la guerra civile. E l'altro fatto è che l'intero Occidente è in crisi. Agonizza. E gli strattoni che riceve da questa America accrescono il disastro. Il gregge sbanda senza un buon cane pastore. E la casa europea rischia di crollare sulla testa dei suoi leader brussellesi. Tutti i tavoli sono stati rovesciati. Il terremoto è in corso e tutti i birilli stanno cadendo senza che nessuno sia capace di rietterli in piedi.

Agli europei Trump — che palesemente li disprezza — chiede solo di raddoppiare le spese militari. Ma non perché tema la guerra, bensì per vendere loro più armi. Altra proposta non c'è. Ma l'Europa non è capace di formulare un'alternativa credibile. E non ha una sua propria uscita di sicurezza. Ne avrebbe una solo se decidesse di riacquistare la propria sovranità, abbandonando la Nato. Ma non può farlo perché è prigioniera delle proprie paure e anch'essa priva di un qualsiasi disegno diverso da quello dell'America che non c'è più.

In questa situazione la transizione verso un futuro incertissimo avverrà nel caos della diaspora, dell'ognuno con sé e di tutti contro tutti. Ovvio che questo accrescerà i pericoli di guerra, e in ognuna delle crepe aperte (Ucraina, Siria, Baltico) s'infileranno gli interessi particolari e le ambizioni di stupidi boccheggianti. Piotr Poroshenko in testa a tutti. Ma il disordine regna. Trump non ha chiuso la crisi ucraina e ha riaperto quella iraniana. Le sanzioni alla Russia rimangono. La tensione attorno alla Cina cresce geometricamente.

È sempre più evidente che ci sono due protagonisti, entrambi esterni all'Occidente, che non hanno alcun interesse a una guerra: Cina e Russia. Entrambe non sono interessate al collasso, sia perché sarebbe l'inizio della guerra, sia perché comunque le danneggerebbe. La Cina più addirittura più della Russia. Purtroppo sembrano per ora prive di una strategia alternativa a quella del restare a guardar passare il cadavere del nemico.

Urge un centro di riferimento, che sia capace di proclamare al mondo un'altra verità: che riprendere d'accapo e crescere come nel secolo XX sarà impossibile. Questo centro di riferimento non potrà essere però l'America di Trump, com'è evidente. Né potrà essere questa Europa. L'Occidente ha creato il disastro e non è il miglior medico per ripararlo. Ma Russia ed Europa, insieme, potrebbero ancora trovare la chiave. Putin è già sintonizzato su questa lunghezza d'onda. L'Europa non ha invece leaders in condizioni nemmeno di capire. Ce ne vorranno altri, nuovi. Quelli che avranno di fronte il bivio tra il rimanere vassalli e il ridiventare espressioni della sovranità dei loro popoli, e sceglieranno la seconda opzione. Questo non avverrà spontaneamente. Ci vorrà una grande battaglia politica.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Dom 12 Feb 2017 - 11:20

.

Quando un fenomeno fa paura o non si comprende fino in fondo basta lanciare l’allarme: arrivano i populisti! Grattando via l’etichetta del “politicamente corretto” in realtà si scopre che sta nascendo una risposta alla globalizzazione e sta cambiando musica.

"Globalismo e sovranità: quali prospettive politiche per l'Italia che verrà" è il nome del primo appuntamento del neonato think tank Centro Studi Politici e Strategici Machiavelli, tenutosi l'8 febbraio nella meravigliosa Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati. La conferenza condotta dai rappresentanti del nuovo think tank Daniele Scalea e Dario Citati ha sollevato domande cruciali per l'Italia in un periodo di grandi scelte politiche, ma ha anche cercato di dare delle risposte grazie agli interventi di ospiti illustri come l'economista Ettore Gotti Tedeschi, il giornalista Marcello Veneziani, l'on. Guglielmo Picchi e l'economista Alberto Bagnai.
Al Convegno spiccava la presenza del leader della Lega Matteo Salvini, fra i più temibili populisti, coloro che però sull'arena politica europea e internazionale riscuotono sempre più successo.

Gli Stati sono entrati in una profonda crisi economica, politica ed identitaria, quando nel nome della globalizzazione si sono cancellati i confini geografici, ma anche morali. Si è entrati nell'epoca dell'indistinto, dell'assenza di differenza fra le culture e addirittura fra i sessi.

Come si è arrivati alla crisi economica in cui versa l'Italia? Ettore Gotti Tedeschi ha illustrato magistralmente al pubblico le fasi che hanno portato l'Italia alla "spartizione del cadavere". Il tutto è iniziato negli anni '60-'70 con un indebolimento del Paese, che ha subito un gravissimo impatto demografico: il PIL non può crescere se non cresce la demografia. Come può prosperare un Paese se non si fanno più figli? Il "colpo mortale" risale agli anni '90 con l'Euro, che ha segnato la deindustrializzazione dell'Italia e la delocalizzazione della produzione. "Il colpo di grazia" avviene con la crisi del 2008, quando gli Stati Uniti nazionalizzano il debito privato, facendo raddoppiare così il debito pubblico.

Marcello Veneziani ha spiegato il nuovo fenomeno politico del populismo e gli effetti devastanti del "sistema globalitario", neologismo del giornalista stesso. I confini della patria, i confini fra uomo e donna, i confini dell'Europa come civiltà si destrutturano. Il populismo in questo contesto, nota Veneziani, è il tentativo di tornare alla realtà, un fenomeno reattivo in tutto il mondo. Ora la sovranità politica ed economica diventa una battaglia. Il giornalista pone l'accento sul concetto di "confine", come luogo di confronto con gli altri: "se non ha il senso del limite, la società diventa smisurata". Veneziani ha infine aggiunto che non basta solamente vincere, al populismo serve una classe dirigente che sappia governare.
A margine del convegno Sputnik Italia ha intervistato l'economista Alberto Bagnai.

— Alberto Bagnai, perché oggi in Europa e in Italia quando si parla di interessi nazionali, identità e controllo dei propri confini si viene subito etichettati con l'accezione negativa di populisti?
— Perché adesso siamo in una fase storica nella quale la sovranità è esercitata dalle grandi imprese multinazionali e c'è un ovvio interesse da parte di chi alimenta il dibattito mediatico nel demonizzare l'idea che i popoli possano avere una sovranità e una loro identità.

— In Europa però sta cambiando musica, no?

— Chi è pagato poco e non arriva alla fine del mese è scontento, questo è un fenomeno che pare molto strano ai sociologi e ai politici. Non mi sono mai interessato di queste cose perché vengo da un percorso di economista tecnico e mi occupavo di economia matematica. Appena la crisi è scoppiata e ho visto quello che succedeva, nel 2011 ho scritto che così portate Marine Le Pen a vincere le elezioni e questo sta succedendo. Se non succederà nella realtà ora, succederà la prossima volta.

— Per quanto riguarda l'Italia con 90 bombe atomiche USA-NATO sul suo territorio di quale sovranità si può parlare? Quali prospettive politiche attendono l'Italia in questo senso?

— Non si può parlare di nessuna sovranità, il problema è di rendersi conto che ora stanno cambiando i rapporti fra chi ci occupa nel bene e nel male, fra il Boss quindi e il suo rappresentante locale che è la Germania. Noi dobbiamo assolutamente approfittare di questo per negoziare delle condizioni migliori per il nostro Paese. Non credo che nei prossimi vent'anni Roma ridiventerà una capitale dell'Impero. Partendo dal presupposto che siamo un Paese subalterno, o si va verso il disegno degli Stati Uniti d'Europa, che sono sostanzialmente il 4° Reich tedesco, ma questo agli Stati Uniti non piace, oppure noi ci dobbiamo ritagliare uno spazio di autonomia negoziando con la Russia e gli Stati Uniti. Tra l'altro fra la Russia e gli Stati Uniti c'è un riavvicinamento e non è un'evoluzione necessariamente negativa. Meglio questo che cominciare a lanciarsi delle simpatiche bombe atomiche, sotto questo profilo mi sembrava molto più bellicosa la Clinton.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 13 Feb 2017 - 13:48

.

Sven Trump che sta combinando?

… solo gli idioti si aspettavano un politico alla presidenza di una nazione corrotta dai politici. Dimenticare l’America come esempio democratico nelle mani sioniste con l’obiettivo di conquistare l’Europa sotto la bandiera dell’NOM “novo ordine mondiale” inseguendo il salmo ebreo sulla terra assegnata ai soli figli di dio, ci pensa Trump a scaldare i culi piatti del profitto incominciando nel pensare all’America come Putin considera la Russia, una Patia da difendere e non svenduta per interessi di profitto. Nel primo conflitto italiano i soldati si scaraventavano contro l’invasore difendendo i confini della Patria, non dimentichiamo i principi che animarono il conflitto. Successivamente la politica italiana seguì l’Ordine massonico occupando le colonie, terre da saccheggiare nello stile americano degli ultimi dieci anni sotto la presidenza di Bush a Obama che hanno portato al declino quella prima potenza mondiale che prometteva la globalizzazione specchietto per le allodole affamate di commerci internazionali …

Trump ce l’ha con la Toyota che ha invaso gli stati americani importando prodotti finiti, e con le stesse industrie che hanno portato gli impianti di produzione in Messico e ora costruisce muri per impedire le migrazioni, ha un senso?
… come no! Il Messico si divide fra la povertà assoluta e i ceti medi superiori. I poveri scappano in cerca di benessere. Chi stanno bene non lasciano la terra dove sono nati. Toyota ha trovato negli States terreni commerciali facili mettendo in crisi la stessa industria automobilistica favorendo la speculazione finanziaria bancaria delle lobby di potere. Noi accogliamo i profughi e da una decina di anni siamo impoveriti tornando agli anni della congiuntura che dette l’inizio delle crisi annuali decimando gli stipendi, indebitando i prestiti sui mutui, arrivando ai giorni nostri devastati da politici asserviti dagli establishments angloamericani … Henry Ford raddoppiò gli stipendi, lui pagava e faceva più soldi di tutti gli altri produttori. La ragione era che un salario grazie al quale una madre potesse avere tanti bambini con il solo guadagno del proprio coniuge fosse psicologicamente un bene per la produttività nelle sue fabbriche di auto, e che i suoi operai si potevano permettere le sue macchine. Riconosceva pertanto che in una società ci debba essere una giusta distribuzione della ricchezza, cosa che il suo ammiratore Steve Jobs non concepiva. La produzione di massa di Henry fu la meraviglia del mondo, e fu questo il fattore che fece vincere la Seconda Guerra Mondiale agli Stati Uniti. Amazon non contribuisce in alcun modo alla difesa nazionale, essendo semplicemente un servizio internazionale di marketing basato su programmi computerizzati, né lo fa Google, che si limita semplicemente ad una migliore riorganizzazione dei dati. Nulla di tutto ciò costruisce un missile o un sottomarino migliore, se non in modo marginale. L’economia nazionale nasce dalla distribuzione dei profitti ricavati e l’insegnamento di Ford è stato capovolto dalla filosofia ebrea ingorda …

Trump e Putin se la intendono?

… ricordo che Putin, ex KGB, è uno abituato ai mentitori, quindi a mentire a sua volta e che per principio non si fida mai neanche di se stesso. Insomma, una partita a scacchi. Ma una partita che lo Stato Profondo (che poi sarebbero i 13 grandi banchieri massoni anglo-americani-sionisti), quando è iniziata, convinti del persistere del declino della Russia ereditato dall'URSS e dal tradimento di Gorbaciov e Eltsin, non sapevano di stare a giocarla. Anzi, non sapevano che fosse iniziata. Poi, con la questione siriana, improvvisamente il risveglio. Quindi, una partita USA - Russia, che la Russia giocherà con molte mosse di vantaggio.
Certo, una partita a scacchi, anche se i pezzi principali sono persi, può sempre riservare sorprese. C'è anche da dire che la Russia, al contrario degli USA, non ha mai tradito un alleato, anche se piccolo e insignificante ...

Putin non è un santo e neanche un nemico dell’America.

… non è certo un santo ma bada ai suoi confini, in dieci anni l’America è sprofondata e la Russia ascesa come prima potenza mondiale, è auto sufficiente non importando e esporta armamenti sofisticati, con l’ingegno italiano siamo i primi nello spazio e purtroppo esportatori d’armi. Trump è un presidente (individuo) contro i sistemi delle lobby americane che cerca uno spiraglio d’uscita precluso dagli establishment precedenti a sostegno di governi presidenti che hanno cospirato sulla distruzione di nazioni vantando una democrazia inesistente criminale. Le persone addormentate si aspettano i cambiamenti come favole da non turbare né i lettori e neppure stravolgere il vecchio in favore del nuovo (che spaventa soltanto il conservatorismo) ottuso socialmente incancrenito quanto totalmente incapace d’ammettere trentanni di fallimenti politici a danno mondiale soprattutto dopo l’approvazione nefasta della globalizzazioni che non ha solo distrutte le economie insidiando culture nazionali troppo differenti da rendere integrate … eeeeh parlando con la lingua fuori dai denti, di quale alta istituzione possiamo ascoltare campane che NON siano stonate??

Credo basti Sven, il Giornale ringrazia.
.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ven 17 Feb 2017 - 11:55

.

Lotta di potere ..........

Una è quella che ha eletto Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti. Profonda perché rappresenta bene il "popolo" americano. Non quello che da decenni ci viene raccontato instancabilmente dai corifei dell'America hollywoodiana, quella delle bollicine di superficie, quella della Coca Cola e di Silicon Valley, quella delle "modernità", degli i-phone, della globalizzazione, della crescita, del progresso, dei consumi, dei record, del siamo i migliori, e siamo insostituibili.

Insomma: il popolo americano era ed è altra cosa rispetto a tutta questa paccottiglia propagandistica. Dire cos'è è faccenda complicata.

Merito di Trump, forse l'unico, è di avere dato voce all'America dei diseredati. Più semplice e vero è dire che questo popolo americano (la grande maggioranza degli americani) non piace all'America dei grandi giornali e della grandi tv mondiali, all'America delle Banche e delle Grandi Corporations (che, tutti insieme, sono molto meno del famoso 1% di cui parlarono quelli di "Occupy Wall Street). Anzi, a proposito, si ha l'impressione, fondata, che tutti costoro adesso siano in piazza negli USA dalla parte di quel famoso "molto meno dell'1%".
L'altra "America profonda" è proprio quella dei "molto meno dell'1%". Che si è coalizzata contro la maggioranza del proprio popolo. Le sue armi sono quelle del Potere che si sente minacciato dalla maggioranza. In testa a tutti il possente schieramento del servizi segreti americani, del Pentagono, dei produttori degli armamenti strategici, dei gestori dei sistemi di controllo della cosiddetta "pubblica opinione".

Lo scontro è tra queste due Americhe. E Donald Trump è la posta in gioco. Donald Trump è arrivato al potere e questo, di per sé, rappresenta un dato nuovo, intollerabile per chi ha dominato l'America e il mondo occidentale intero dal momento in cui gli Stati Uniti sono divenuti prima la potenza mondiale numero uno, e poi l'unica, cioè dal 1945 ad oggi. Un protagonista "rischioso" per molti aspetti, che va o ricondotto nei ranghi, o tolto di mezzo, prima che possa compiere qualche gesto che possa mettere a repentaglio il "consenso washingtoniano". Cioè il cemento di interessi che ha tenuto insieme la Nato, l'ha estesa oltre ogni limite, e ha costretto tutti gli alleati sotto il dominio del "molto meno dell'1%" degli americani.

Le convulsioni cui stiamo assistendo, e che coinvolgono tutto l'occidente, sono l'effetto di questo scontro. È ormai chiaro che Donald Trump non dispone di una vera strategia alternativa a quella dei suoi avversari. Il suo slogan di fare "di nuovo grande l'America", è troppo generico per sbaragliare il nemico interno. Può piacere a un pubblico abbrutito dalle manipolazioni cui i dominatori l'hanno sottoposto per decenni, anzi per secoli. Può apparire seducente a un pubblico che non conosce il "resto del mondo". Ma non può convincere gli alleati occidentali inquieti.
Le speranze sollevate dalle dichiarazioni del neo-presidente nei paesi che non fanno parte del "consenso washingtoniano" stanno vacillando dopo i suoi primi tentennamenti. In Russia, in Cina, in Iran, in Palestina, in Medio Oriente, ci si chiede cosa voglia fare Trump per "resettare" davvero le relazioni tra la "sua" America e il resto del mondo. E se egli possa farlo con la "squadra" di uomini che ha scelto per realizzare la sua politica. E, infine, se egli possa fronteggiare lo schieramento che l'America profonda del potere sta armando per espellerlo dai suoi ranghi.

In ogni caso sotto gli occhi di tutti si sta consumando la crisi dell'America intera. E quella che ne uscirà non potrà essere più l'"Egemone" incontrastato che ha dominato il mondo.

Capite ammia bella Gente

lol!

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
sharky63



Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 16.12.13
Età : 54
Località (indirizzo completo) : Via Gandhi 1

MessaggioTitolo: Fuffa   Lun 20 Feb 2017 - 9:42

Mi permetto di aggiungere un particolare non secondario: come si legge facilmente sui nuovi canali che la Russia ha aperto al mondo (e mi si permetta di dire che Putin è uno dei pochi ultimi veri STRATEGHI visibili, di invisibili tipo SOROS ce ne sono molti, ma questi, come i ratti, agiscono nelle fogne al calar delle ombre), Russia e Cina sanno che una delle due sarà il prossimo boccone che il fagocitante Impero del Bene vuole farsi. Per questo stanno, loro malgrado, sempre più rafforzando la loro collaborazione, per diventare un boccone indigeribile. Prima o poi è destino che anche l'India, per ora un pò defilata, debba guardarsi dalle mire della Bestia, e non a caso la Bestia ha da sempre lavorato per poter sostenere con le sue forze un attacco su tre fronti. I loro analisti li danno ancora vincenti, io, umilmente, non ne sarei così convinto, ma meglio non provarci. Tanto la guerra vera la combattono a colpi di attentati, banche che falliscono e debito inestinguibile. Il resto è fuffa per le pecore.
Sempre a mio modesto parere....
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 20 Feb 2017 - 10:16

.

... caro sharki la Besti vestiva di blu sottraendo ai nativi americani l'immensa estensione di terre ricche di ogni possibile bene sfruttato dalla Bestia per aumentare l'avidità e potersi appropriare della terra promessa ... Putin gioca d'anticipo una dura partita e la Bestia ha solo carte false e personalmente conto sull'effetto dinosauro ...

lol!

... un grazie Prodi professionista dello sfacelo

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Quando in una "unione" di Paesi, c'è un Paese che depreda gli altri e non divide con tutti il surplus, come da accordi e quando, sempre il medesimo Paese, ignora regolarmente ogni accordo e regola a proprio tornaconto, ma non ammette che altri possano fare altrettanto, è chiaro che la situazione si complica.
Se poi si considera la truffa iniziale del valore di riferimento dell'euro, scelta di proposito per favorire sempre e solo il solito Paese (la Germania) a svantaggio quasi unico dell'Italia, obbligandola a perdere circa il 50% sul potere d'acquisto e a svendere i propri beni (privatizzazioni), mentre, sempre la Germania, se ne frega e continua a finanziare aziende e banche nazionali imponendo all'Italia l'esatto opposto, non mi sembra possibile che, Renzi o non Renzi, ci possa essere posto per una qualsivoglia ripresa.
Se poi consideriamo anche la truffa del debito pubblico inestinguibile, non esite altra soluzione se non uscire dalla UE e quindi dall'euro, e riprenderci la sovranità monetaria. Magari ricordandoci che esiste una legge internazionale del 1938 che dichiara il debito pubblico, maturato attraverso banca centrale privata, detestabile, e quindi da non ripagare, poiché frutto di usura. In tal caso, la Germania rientrerebbe al posto che più le compete, ovvero nel guano, e noi torneremo ad essere ciò che eravamo prima della privatizzazione della Banca d'Italia e prima dei funesti e criminali "accordi del Britannia" contro di noi. Ma per far questo, occorrerebbero dei veri politici, e noi, da perfetti imbecilli, non li abbiamo!


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
sharky63



Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 16.12.13
Età : 54
Località (indirizzo completo) : Via Gandhi 1

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 21 Feb 2017 - 16:34

Il MORTADELLA......
Ma evidentemente questo ci meritiamo, e questo abbiamo....
O non siamo una DEMOKRAZIA?????
D'altronde passiamo da Ruelli a Veltroni, da Alemanno a Marino ed infine a Virginia....
Cambiano i maestri ma i suonati siamo sempre noi... Twisted Evil
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 21 Feb 2017 - 18:39

.

... eeeeeeh oggi, per chi sanno intendere, l'annuncio della partenza di Renzi per l'America, il lecchinaro di Obama non si reca certo da Trump e no, torna per ricevere ordini dai SOROS come un cagnolino che agita la coda per un buon boccone ...
 

Merda politica da affondare con l'Italia che fa acqua peggio della Grecia e noi dobbiamo assistere ogni tornata a benemerite figure dove ognuna ha partecipato parte attiva allo sfacelo nazionale.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

... buon viaggio Renzi, non ci hai messo solo la faccia, ma dare via il culo ai sionisti banchieri per due dollari non ti ferma nessuno e poi gli danno dell'arrogante? Un complimento per un fascista rottamatore dentro il suo stesso partito ... dismessa la carica di segretario, persa quella di presidenza regalata dal capomassone Napolitano, adesso va raccattare i premi promessi ... insomma un libro aperto confused Suspect confused Suspect confused tongue

lol!

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
sharky63



Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 16.12.13
Età : 54
Località (indirizzo completo) : Via Gandhi 1

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 21 Feb 2017 - 22:02

Amen...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 27 Feb 2017 - 10:09

.

Perché Trump ce l’ha con la stampa?

Se la sta prendendo contro la grande battaglia sul controllo della mente umana. L’informazione manipola la realtà e chi mi legge può capire solo quanto ha nella sua testa, quindi basta fare entrare nella testa altrui quanto si desidera che le persone possono condividere. E’ un’astuzia antica quanto l’uomo, dagli soltanto quello che vuole ascoltare.
Su Trump di teatrini montati ne hanno edificati i primi per avere un concorrente alla presidenza pagliaccio, facile da eliminare, poi visto i consensi da screditare come immagine, e da presidente eletto usare la comunicazione mediale per distruggerlo.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Trump non è uno sprovveduto e denuncia un sistema ambiguo che manipola le masse attraverso l’informazione adulterata dividendi con facilità l’opinione pubblica.

La coglioneria italica ha forse minimamente capito il breve viaggio di Renzi in California? Neanche un pochino, e nemmeno ha seguito i comunicati stampa al suo ritorno.

Cari miei la battaglia sul controllo mentale imperversa sul mondo dei media acculturati ai molteplici sistemi d’informazioni trappola.

Sven, affermazioni indubbiamente personali, ma la domanda è: in quanti ne capiscono il contenuto?

Facile risposta: 3.7%!

Lapidaria considerazione.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
sharky63



Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 16.12.13
Età : 54
Località (indirizzo completo) : Via Gandhi 1

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 27 Feb 2017 - 16:28

Azz.... Evil or Very Mad
mi ci tiri per le orecchie Sven: no non mi frega nulla di cosa fa l'idiota di Firenze, tanto è un bamboccio, un burattino nelle mani degli unici e veri RAZZISTI che la storia conosca: coloro che dividono il mondo fra SALVATI e PECCATORI NON in base ad una FEDE (a cui uno può aderire o meno) ma attraverso il SANGUE della madre, e non aggiungo altro.
La forza della comunicazione è ENORME, basti pensare che Putin coi suoi network (Sputtnik, Anna News, RT etc..) è riuscito a far ergere la Russia quale difensore della tradizione occidentale e a sdoganare il "mostro rosso" che per anni ha vessato i paesi dell'EST riducendoli alla miseria ed alla fame (innegabile ahimè...).
Trump non avrà vita facile, ma anche gli Americani, quelli "normali, non quelli dei film, stanno mangiando la loro "merda" (seppur nulla se paragonata a quella dei paesi Nord e Sud africani...) e le promesse irrealizzate del fantoccio "colored" sono svanite come le pensioni.
Ormai in pubblico non mi sfogo più, non ne vale la pena, gli agnelli devono andare al macello come è loro destino.
Per gli altri la conoscenza è libertà, io sono ancora molto schiavo, purtroppo geek

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 27 Feb 2017 - 17:09

.

… il genio di Putin lo riassumo con una considerazione, quella del giocatore d’anticipo e tu ne conosci il significato. Ex kgb dopo aver "liquidato" i cosiddetti nuovi oligarchi, ossia i neo-miliardari che si sono arricchiti con la svendita - voluta dal predecessore Boris Eltsin - delle aziende statali russe e capaci di condizionare fortemente anche la politica, Eltsin manipolato dai sionisti americani, Putin ha scoperchiato l’arma più micidiale mai esistita sotto forma di informazione mondiale e la sta usando in primis denunciando i piani del NOM naufragati, primavera araba piano Kalergi naufragato, Siria idem, possesso del mar Nero anche, e messo sull’avviso una Russia intoccabile oltre le sue frontiere dove impera lo spirito patriottico forte per tradizione.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Trump non ha nemmeno l’ombra di potere nel riuscire a spezzare il potere economico finanziario sionista dentro una mentalità strumentalizzata dal miraggio dove il successo e diventato lo scopo esistenziale, persino i negri arricchiti scendono in piazza contro Trump, i beoti attori hollywoodiani si sentono minacciati come status symbol decadenti. La Russia ha tirato fuori dal paniere, a sorpresa, capacità di risorse economiche alimentari e armamenti da portare l’America scassata come potenza bellica nel ridicolo (insieme ai cugini colonialisti inglesi) con un debito pubblico destinato nell’affossarla implodendo nella stessa avidità fondata sulla masson ebrea millenaria … prendete la terra che yahweh vi ha donato e non fatene confini … un dio distratto che non ha pensato agli altri …

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ven 10 Mar 2017 - 17:13

.

......... figura di merda ...

l titolo è ben trovato, perché dice una involontaria verità: “Macedonia, Ue chiede di affidare governo a opposizione”. La notizia nella versione mainstream è questa:

Bruxelles 2 mar. (askanews) — Il responsabile della politica Estera dell'Ue, Federica Mogherini, ha chiesto al presidente macedone Gjorge Ivanov di dare mandato all'opposizione di sinistra di formare un nuovo esecutivo, come previsto dalla Costituzione del Paese.

La Carta fondamentale prevede infatti che il mandato venga affidato "al candidato appartenente a uno dei partiti che hanno ottenuto la maggioranza all'Assemblea": "Questa è la Costituzione e ci aspettiamo che venga rispettata".

Ivanov si è rifiutato di affidare il mandato "a una persona o a un partito il cui programma prevede un attentato alla sovranità, l'integrità e l'indipendenza territoriale della Macedonia", allusione al principale partito della minoranza albanese, il Dui, che entrerebbe a far parte della coalizione e che ha chiesto l'istituzione dell'albanese come seconda lingua ufficiale in tutto il Paese. (fonte Afp)


Quindi la Mogherini, come la UE, hanno un solo cruccio: difendere legalità costituzionale e la "democrazia" nei paesi circonvicini. Questo secondo la versione ufficiale. La verità è una brutale ingerenza: da parecchi mesi ormai si succedono a Skopjie manifestazioni anti-governative con lanci di vernici colorate — insomma un'altra rivoluzione dei colori con le tipiche firme dei servizi occidentali. "L'Ue e gli Usa intendono installare in Macedonia un nuovo governo filo-occidentale, nel tentativo d'isolare la Serbia ed eliminare qualsiasi influenza russa nei Balcani", ha reso noto Sputnik. D'accordo, la fonte è moscovita. Ma bisogna ricordare di che tipo è la "opposizone" a cui la Mogherini ha ordinato di dare il governo.

E' l'opposizione che il 9 maggio 2015 ha scatenato la sanguinosa battaglia di Kumanovo, uccidendo otto poliziotti e ferendone una quarantina. Si trattava di un gruppo penetrato dal vicino Kosovo (sotto amministrazione NATO, e ovviamente base della Cia), una cinquantina di kosovari armati con armi automatiche, fucili da cecchino e granate, e molto ben addestrati. La zona in cui erano penetrati è abitata dalla minoranza albanese; se lo scopo dell'attacco era di provocare una sollevazione della minoranza, è stato un fallimento: nel corso delle sparatorie, per salvarsi, molti albanesi presi fra i due fuochi sono riparati (ebbene sì) in Serbia. Ma forse lo scopo era di ammazzare alcuni poliziotti in modo che essi reagissero sparando sui manifestanti albanesi: tattica collaudata dalla NATO a piazza Maidan in Ucraina, che ha portato al colpo di Stato e alla giunta anti-russa di Kiev.

Può farlo sospettare la presenza dei cecchini nel gruppo armato. Lo fa' sospettare anche il fatto che durante i combattimenti la missione OSCE a Skopje si mise immediatamente in contatto con il gruppo armato, che continuava a sparare asserragliata nelle case del villaggio di Diva, e quando le cose si misero male per i terroristi, "esercitò un ruolo costruttivo per il cessate il fuoco", riscuotendo l'elogio con queste parole da parte dell'ambasciatore Usa a Skopje, Daniel B. Baer. Un altro indizio: Jens Stoltenberg, segretario generale NATO, e Johannes Hans, austriaco, allora Kommissario per l'Allargamento della UE, praticamente presero posizione a favore dei "ribelli". "Questo attacco — affermò allora Hahn — non deve essere visto come un'opportunità di ritardare una soluzione dei problemi del Paese". I problemi interni della ex repubblica jugoslava di Macedonia sono costituiti essenzialmente dalla circostanza che la maggioranza non vuol entrare nella NATO. E forse nemmeno la forte minoranza albanese, dato che l'Occidente della libertà e della democrazia ha dovuto servirsi di albanesi venuti dal Kosovo. Che sono poi risultati quasi tutti membri in vista dell'UCK, il "partito"- di gangster sulle cui attività criminali nel Kosovo, dove spadroneggiano protetti dalla più grande base americana in Europa, non possiamo ricostruire perché porterebbe via troppo spazio: traffico di droga e traffico di donne, agganci col terrorismo islamico, eccetera. Uno degli uccisi nello scontro di Kumanovo, Fadil Fejzullahu, "compare in una foto assieme all'ambasciatore degli Stati Uniti nella capitale macedone Skopje, Paul Wohlers, responsabile della politica e delle attività americane nei Balcani". (fonte)

Subito dopo, l'attivissima e da nessuno votata eurocrate ha fatto produrre il seguente titolo:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

"Mogherini a Belgrado: futuro Serbia è nella Ue"

Che vi piaccia o no, voi serbi dovete entrare nella UE, ha intimato a nome di una UE in pieno sfacelo. Ma è tutto lavoro disinteressato, fatto in realtà per la NATO. Dai media: "La nostra Unione restera' incompleta fino a quando la Serbia e gli altri Paesi della regione ne resteranno fuori", ha detto Mogherini in un discorso pronunciato in mattinata nel parlamento serbo. In cui èstata malissimo accolta da (dice l'ANSA) "i ultranazionalisti e antieuropeisti del partito Srs di Vojislav Seselj, rimasti sempre in piedi, che hanno mostrato cartelli con su scritto in serbo e in inglese "La Serbia non crede a Bruxelles"…Durante tutto l'intervento, Mogherini è stata contestata al grido di "Srbija, Rusija, ne treba nam Unija", cioè "Serbia, Russia, non ci serve l'Unione europea".

"La UE crea  un centro di comando congiunto per le missioni militari".

La UE dunque si trasforma in una alleanza militare. E ancora una volta, alla chetichella.

Secondo la Reuters, i ministri di Esteri e Difesa dei 28 stati membri si riuniscono il 6 a Bruxelles per mettere insieme un "centro di comando" unificato "per missioni militari non-esecutive della UE in Mali, in Somalia e in Centrafrica". Non esecutive? Significa che saranno soprattutto missioni per addestramento e formazione dei militari di qui paesi (e la fornitura di armi, no?). Attenzione però: "In futuro questo comando potrebbe aver l'obbiettivo di sorvegliare delle missioni militari, e potrebbe diventare un vero quartier generale europeo, desiderato specificamente dalla Francia e dalla Germania di fronte alle incertezze create dall'elezione di Donald Trump".

Mogherini ricorda alle autorità del Kosovo le condizioni per abolizione visto UE
Ecco dunque il motivo: Hollande e Merkel, e dunque Juncker e Mogherini, temono che Washington diventi meno ostile a Mosca e possa tornare una pace; e loro, che secondo il piano Obama-Clinton hanno eseguito tutte le politiche per rendere (senza necessità alcuna) Putin un nemico, militarizzano la UE e accelerano l'espansione della NATO ad Est, cercando di ficcarci a forza Serbia e Macedonia, le ultime briciole, e anche le più renitenti (sono filo-russe e ortodosse). Tutto ciò ha qualcosa di ridicolo e sinistro assieme: Hollande sicuramente, Angela Merkel quasi certamente, hanno i mesi contati. E' dunque come zombi di un filmaccio del terrore che applicano le politiche per cui sono stati condizionati, incespicando e con gli sguardi vuoti mentre i loro corpi si decompongono, con sinistro automatismo da morti viventi. La zombi Mogherini esegue questi programmi secondo istruzioni date a suo tempo, probabilmente contando su un ritorno del morto-vivente Obama con la Clinton o delle loro politiche, una volta eliminato Trump. Calcolo che, purtroppo, potrebbe rivelarsi indovinato: Obama è tornato a fare l'opposizione al ticoon con tutti i mezzi, compresi quelli illegali a disposizione dello Stato Profondo.

Perché, attenzione, prima di dover sloggiare, Obama ha assestato ancora un colpo alla sicurezza europea: ha firmato con i tre staterelli baltici un accordo (SOFA, Status of Forces Agreements) per cui sostanzialmente Lituania, Estonia e Lettonia pagano di tasca propria per l'insediamento sul loro territorio delle truppe americane. Le truppe godranno di immunità penale per delitti commessi nei paesi baltici, detassazioni, prezzi più bassi, tutta una serie di privilegi dell'occupante, nel quadro di quella che, di fatto, la cornice legale per la presenza permanente delle truppe Usa e NATO.


Serbia, Mogherini accolta in parlamento da cori contro l’Unione Europea
Ben contenti, i governanti di quei paesi, fieramente anti-Putin, stanno febbrilmente costruendo le caserme e investendo per rammodernare le infrastrutture e i comfort di vecchie basi come Rukla, Adazhi e Tapa, dove da primavera alloggeranno gli americani e i soldati della NATO; i quali avranno allora a disposizione spacci e supermercati a loro riservati, in pratica dei duty free, dove acquisteranno in esenzione da IVA e da accise (per esempio sui liquori), e prezzi sui beni locali ridotti rispetto a quelli che paga la popolazione locale. Negli accordi SOFA i tre paesi hanno rinunciato per contratto a trarre "additional income", reddito addizionale, dai commerci con truppe estere.

L'occupazione sottocosto per l'occupante. Condizioni un po' vergognose, ancora più umilianti di quelle dei tempi dell'occupazione sovietica. Ma i capi di quei giovani governi sono felicissimi di farsi proteggere dagli americani e dalla NATO. Notoriamente hanno dei conti da regolare con Mosca.

Quest'anno il ministro Mogherini dovrebbe guadagnare come deputato 131.974 euro lordi.

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Ven 29 Set 2017 - 17:38, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mer 29 Mar 2017 - 20:06

.

... ancora Mogherini dopo  il summit UE

Ma cosa avranno avuto tanto da festeggiare gli euroburocrati e le eurosanguisughe nell'anniversario dei Trattati di Roma? Dovunque essi passano con le loro brillanti idee, non restano altro che macerie sociali e materiali.


Grecia e Libia su tutti, poi le politiche di austerity e i vincoli di bilancio. Ricordando i loro "successi", è stato amaramente comico vederli sfilare tutti agghindati per celebrare forse l'unica cosa che li renda orgogliosi: il lauto stipendio. L'attuale UE è un'unione di disvalori e di scelte sbagliate. Quegli ideali di libertà e giustizia, che convincevano milioni di cittadini come noi a darle fiducia, sono morti e sepolti sotto quintali di bugie, propaganda e direttive scritte dall'alta finanza. Dell'afflato dei Padri costituenti non rimane nulla. Lo Stato che aveva perso la Seconda guerra mondiale ha poi vinto una subdola guerra economica combattuta col pizzino regolamentare invece che coi carrarmati: il surplus commerciale teutonico è il bottino del vincitore, mentre la moria di aziende chiuse in patria, la fuga delle industrie delocalizzate e i suicidati per crisi sono i caduti degli sconfitti.

L'Alta rappresentante per gli affari esteri e la sicurezza della UE, Federica Mogherini, elargisce splendide parole nella sua intervista al Messaggero: L'Europa è indispensabile. L'impegno dei 27 riflette la convinzione che la Ue sia la migliore delle risposte possibili per governare la globalizzazione, fronteggiare la fragilità dell'economia, i conflitti aperti attorno a noi. Vista dall'interno e vista dall'esterno, la Ue è il solo strumento utile per farcela, semplicemente perché uniti siamo più forti. Senza la Ue quanti Stati sarebbero crollati negli anni della crisi economica? La sua indispensabilità resta: migrazione, terrorismo internazionale, cambiamento climatico, nessun paese ce la fa da solo. Ricordiamoci che ci sono due tipi di Stati, quelli che sono piccoli e quelli che non si sono ancora resi conto di essere piccoli. Stare uniti conviene a tutti. Il vero messaggio di Roma è proprio questo: la Ue è indispensabile.


L’Unione europea ha tradito l’Europa

Qualcuno spieghi alla gentile signora che senza l'Europa l'Italia non avrebbe sofferto la crisi del mattone, visto che non ci sarebbe stato un Mario Monti impostoci a seguito di un golpe bianco, svelato anche grazie alle ricostruzioni di Alain Friedman e ai giudici di Trani che stanno scoperchiando un vero vaso di pandora sull'operato delle agenzie di rating nel 2011. Qualcuno ricordi all'Alto rappresentante che senza Europa non ci sarebbe stata una guerra in Libia e l'avallo delle spericolate primavere arabe, che hanno minato la stabilità di un intero continente. Qualcuno rammenti all'esponente italiano nell'UE che se l'Europa avesse avuto l'autorevolezza per dire no al Nobel per la pace nelle sue scorribande mediorientali, oggi non vedremmo le fiumane di migranti che si riversano sulle nostre rive.
Esiste un suo consigliere che le faccia notare come la crisi economica derivi anche dal trattato di Basilea, che ha di fatto messo k.o. il piccolo sistema creditizio, da sempre fiorente in Europa e imitato nel mondo, per favorire i grandi gruppi finanziari sovranazionali? C'è qualcuno che abbia il coraggio di dirle in faccia che la globalizzazione è la subdola figlia dell'Occidente che l'ha cullata e cresciuta senza rendersi conto che accarezzava una tarantola?

Se è rimasto ancora in giro un italiano di buon senso, ché vada a dire all'esponente del PD che la fragilità economica degli Stati del Mediterraneo proviene soprattutto dell'euro e che l'utilizzo di più velocità all'interno del mercato dei cambi sarebbe come il defibrillatore per un paziente a cui rimane solo il cuore, perché gli altri organi vitali gli sono stati ormai espiantati.


Marine Le Pen: no alla globalizzazione, UE scomparirà dal panorama politico

Quando ci sarà una persona capace di mostrare tutto ciò all'eminente politica, allora forse si riparlerà di Unione Europea, avendo però ben presente il punto di partenza. Fino a quel momento non ci scostiamo dal bordo del fiume ad aspettare che transiti il cadavere di un leviatano manifestamente incapace di assurgere a punto di equilibrio tra, ad esempio, USA e Cina. Ricordiamo ancora la recente vicenda olandese, a dimostrazione che pure i diritti fondamentali, cioè le basi dello Stato di diritto, vengono mandati in frantumi per la difesa d'ufficio dell'interesse particolare. Strano posto gli aspiranti Stati Uniti d'Europa, dove i nazionalismi sono al bando solo se scomodi alla sopravvivenza della loro ideologia unitaria, mentre tornano buoni per placare temporaneamente le ansie dei sudditi. Che cosa direbbe Rousseau di questa Europa?

Forse si rivolta nella tomba.

.grandi scenari, dispiegamenti di forze in campo, costi astronomici, fumo negli occhi per italioti assopiti, trionfo dell'aberrazione prezzolata, perdita di sovranità nazionale popolare.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Raff69

avatar

Messaggi : 39
Data d'iscrizione : 31.03.13
Età : 48
Località (indirizzo completo) : Trani-Salerno

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Gio 30 Mar 2017 - 12:07

Sono sempre più convinto che il nostro potere più grande sia rimasto il nostro portafoglio. Una spesa "oculata" da parte di tutti gli europei potrebbe mandare gambe all'aria qualunque piano superiore.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Gio 30 Mar 2017 - 13:56

Raff69 ha scritto:
Sono sempre più convinto che il nostro potere più grande sia rimasto il nostro portafoglio. Una spesa "oculata" da parte di tutti gli europei potrebbe mandare gambe all'aria qualunque piano superiore.

.... soprattutto assicurare la sopravvivenza individuale nostra ....

cheers ola Raff cheers

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Raff69

avatar

Messaggi : 39
Data d'iscrizione : 31.03.13
Età : 48
Località (indirizzo completo) : Trani-Salerno

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ven 31 Mar 2017 - 9:57

Ti porto un piccolo esempio, il gruppo per cui lavoravo aveva in catalogo l'aglio cinese per avere un prezzo basso, alla fine ha dovuto toglierlo perché non si vendeva e ha difficoltà a piazzare persino quello spagnolo. Alcuni supermercati annullano gli ordini di alcuni prodotti se non sono italiani, perché non riescono a venderli. Basta fare un po' d'attenzione e non c'è accordo commerciale o legge che possa imporci prodotti invendibili.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ven 31 Mar 2017 - 13:58

Raff69 ha scritto:
Ti porto un piccolo esempio, il gruppo per cui lavoravo aveva in catalogo l'aglio cinese per avere un prezzo basso, alla fine ha dovuto toglierlo perché non si vendeva e ha difficoltà a piazzare persino quello spagnolo. Alcuni supermercati annullano gli ordini di alcuni prodotti se non sono italiani, perché non riescono a venderli. Basta fare un po' d'attenzione e non c'è accordo commerciale o legge che possa imporci prodotti invendibili.

.... la tua osservazione è di una lucidità straordinaria compresa soltanto da pochissimi nella sua efficacia risolutiva ....

Ogni giorno ascoltiamo l'assordante messaggistica assurda pietosamente accantonata nell'indifferenza totale di un paese che si sta consegnando passivamente per essere svenduto "storicamente una volta di troppo" gli ultimi li chiamarono fascisti e ora i banditori per la migliore offerta sono i democratici.

... pochi sanno che la democrazia è l'anticamera della dittatura e che non c'è peggior droga somministrata all'umanità fatta passare per libertà ...

Un abbraccio ai coniugi Mia e Raff dal canzese rompiballe.

lol!

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Sab 8 Apr 2017 - 16:25

.

Siria

Sven che ne pensi dell’attacco ordinato da Trump??

……. Umh. Sceneggiata all’americana ti sta bene?

Sceneggiata? Tipo Pearl Harbour? 11 settembre? E adesso la base siriana?

… lanciano 59 missili tomahawk/crusie non lo sanno neppure loro, dai cacciatorpedinieri "Ross" e "Porter" con i telegiornali che parlano di porta aerei, voltagabbana repentina della Francia seguita delle tedesca Merkel e dal nostro gentilpecorone, informazioni inaffidabili, spazzatura di servizio …

Quindi secondo te solo una messa in scena?

… osserva le riprese fotografiche della base attaccata …

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

... un vecchio residuato scassone che cosa ci fa in una base operativa

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

... qualche rottame sparso

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

... qualche rivolo di fumo

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

....... completo abbandono

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Viste, allora, che cosa avrebbero secondo te?

sei sicuro che le fotografie sono della base siriana colpita da 59 missili intercontinentali?

Beh sono quelle pubblicate, come vere. Perché non dovrebbero essere della base?

… 59 missili sull’obiettivo avrebbero dovuto concentrare un uragano infernale radendo al suolo ogni metro quadrato, allora la domanda è: che cosa hanno veramente lanciato i cacciatorpedinieri? Fuochi d’artificio o sigari cubani? Oppure un numero parecchio inferiore da quanti affermati …

Non l’avevo presa da questo lato.

… l’opinione pubblica ingoia lucciole per lanterne con ormai rassegnata abitudine e dimentica di usare la testa … oggi qualsiasi personaggio in vista è costruito ad arte. Trump o Putin, Assad o pinco pallino di originale hanno ben poco, cioè lo spessore dei grandi della storia dai cesari, a Napoleone, Hitler e Stalin, Churchill, Eisenhower, Busch, Clinton, Gheddafi e prima Saddam, hanno retto il potere sugli inganni trascinando milioni di milioni di persone nell’inferno … dando fiducia a provetti assassini …

Certo che ci vai sul pesante.

… sei tu che mi hai chiesto che cosa ne pensavo. Dovresti farti i fatti tuoi …

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
met5

avatar

Messaggi : 1033
Data d'iscrizione : 22.12.15
Età : 48
Località (indirizzo completo) : Roma

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Sab 8 Apr 2017 - 20:26

C'è qualcosa che non funziona.

Nella narrazione c'è qualcosa che non funziona.

Negli anni 90, appena caduto il muro, gli occidentali si meravigliavano che nei Mig 29, orgoglio dell'aeronautica russa, i progettisti russi utilizavano ancora valvole. Valvole che noi abbiamo abbandonato dagli anni 70.

Poi capiscono. Capiscono che forse non sono loro indietro. Sono troppo avanti. Fatti come questo:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

fanno capire che Ivan ha una tecnologia capace di spegnere quella occidentale.

Una nazione che ha questa tecnologia permetterebbe a civili dotati di telefonino di farsi i video e postarli mentre loro li bombardano? Cosa ci vorrebbe ad isolare la rete GSM?

In Siria si continuano a bombardare 5 ospedali al giorno, oramai la Siria ha più ospedali che città.

Lo zio Sam a rischio impeachment deve simulare un attacco avvertendo Ivan per far sgomberare la base per far star buona la sua opinione pubblica

Del resto al potere della precedente oligarchia yuppies ha solo l'impeachment per metterlo fuori gioco.

Intanto Ivan guarda sornione.

Dormite bene gente
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   

Tornare in alto Andare in basso
 
Italiani brava gente ...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 6Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Ultras brava gente, italiani brava gente
» Leghisti brava gente, ma...
» M.A.S. e mezzi d'assalto di superficie italiani
» "Italiani? Primi in maleducazione"
» AAA artisti italiani cercasi

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LAVELLI GIOVANNI :: FORUM DISCUSSIONE-
Andare verso: