Il Forum dedicato al modellismo dinamico
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Italiani brava gente ...

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
AutoreMessaggio
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5474
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 1 Mag 2018 - 21:37

.


Russia e Siria hanno portato 17 residenti della città siriana di Duma nella sede dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC).


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5474
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Dom 6 Mag 2018 - 11:40

.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Una minaccia incombe: il debito pubblico. Ma quanti sanno come è fatto? Siamo davvero così spendaccioni?

Nel 2017, l'anno scorso, i derivati sono costati all'Italia 5,4 miliardi. Il mucchio dei 2300 miliardi di euro che "dovremmo restituire" a non si sa chi, s'ingrossa. E non è perché abbiamo speso troppo e male. Noi non c'entriamo. Potevamo starcene in un'isola in mezzo al mare, oppure nel deserto, senza bene neppure un bicchiere d'acqua. E sarebbe aumentato lo stesso.

Niente male: una manovrina. Ma, negli ultimi undici anni, i derivati ci hanno provocato una perdita di oltre 40 miliardi. Che è entrata a fare parte dello stesso mucchio che adesso la coatta Bonino, insieme al simpaticissimo Cottarelli (vuoi vedere che ce lo ritroviamo ministro nel primo governicchio tecnico che ci capiterà d'incontrare?), ci dicono che dobbiamo ripagare.

E fosse finita qui! Non lo è. Il salasso continuerà perché il valore dei contratti che il Tesoro ha firmato con le banche è "negativo" per altri 31 miliardi di euro di "potenziali perdite future". Che si aggiungeranno al mucchio. Sembra un delirio e lo è. Infatti. Il Tesoro temeva una rialzo dei tassi e si è "assicurato" comprando derivati. Il rialzo non c'è stato, ma l'assicurazione la devi pagare comunque. Qualcuno ha commesso degli errori. Chi? Non saprei. Sembra che qualche straccio sia in volo, cioè sotto processo della Corte dei Conti, accusato per "danno erariale". Ma quando finirà il processo non lo sa nessuno. Ci vorranno anni. E, alla fine saranno assolti perché l'uomo, come si sa, è fallibile.

Inflazione al 2%: panacea di tutti i mali?
Ma chi era il Ministro del Tesoro undici anni fa? E chi era il capo del Governo? E chi stava a dirigere la Banca d'Italia? Le tre scimmiette? No. Le risposte si trovano su Wikipedia, che è piena di imprecisioni, ma questi dati te li fornisce ancora. Quelli qui elencati sotto processo non finiranno di sicuro. Il fatto è che, nel frattempo, la Banca Centrale Europea ci aveva regalato una cifra più o meno simile, mediante il cosiddetto quantitative easing. Che è un modo per comprare titoli di stato decotti con denaro "fiat", creato dal nulla.
Ecco: la BCE ci ha aiutato a diminuire un pochino il costo del debito pubblico, e chi si è preso questo "alleggerimento"? Le banche d'investimento internazionali, cioè il "Mercato". Quello stesso Mercato al quale dovremmo restituire il debito pubblico. Quello stesso Mercato che determina i voti delle compagnie di rating (perché le possiede).

Con Trump le banche tornano libere di speculare?
Insomma una "partita di giro", che in vari modi trasforma ogni mossa in un debito. Tanto più che questi "contratti", cioè le assicurazioni tramite derivati, sono scritti proprio dalle stesse Banche che compongono il Mercato. Ve lo immaginate un misero direttore di dipartimento del Ministero del Tesoro italiano che si siede al tavolo di fronte a un emissario della Goldman Sachs? Classico esempio di asimmetria. Prova a dire di no. Arriverebbero i fulmini dall'alto. Chi se la sente? Meglio, per esempio, accettare un invito per una crociera nel Mar dei Caraibi, di quelle di lusso.
È così che si fanno certi "errori". All fine del 2015 l'ammontare di titoli sovrani su cui il Tesoro aveva sottoscritto derivati era pari a 153,8 miliardi di euro. Decisioni, come abbiamo visto, che si sono rivelate "sbagliate". Ma forse non erano "sbagliate". Molto probabilmente erano "concordate", più o meno come avviene in una normale rapina, in cui il cassiere consegna il denaro guardando fisso, con una certa, comprensibile apprensione, la canna della pistola puntata sul suo naso.

Più o meno come concedere, con suprema innocenza, alla Banca che ti assicura, la clausola della "estinzione anticipata". Ovvio che, avendola scritta essa stessa, la clausola, poi la Banca pretende che venga esaudita. Un piccolo esempio: tra la fine del 2001 e l'inizio del 2013 il Tesoro italiano ha pagato 3,1 miliardi di euro alla Morgan Stanley, applicando la clausola. La faccenda finì sui giornali. Appunto: finì. Ecco, per concludere, gran parte del nostro "debito pubblico", è fatto di queste cosette.

E, a questo punto, dare un'occhiata a quello che dicono e fanno I "vincitori" delle ultime elezioni politiche è essenziale, per capire cosa faranno (o non faranno). Di Maio che dice? Si è già quasi dimenticato il reddito di cittadinanza. E, quando Fico diventa presidente della Camera dei deputati, cosa dice? "Mi impegnerò a ridurre la spesa della politica. Quanto vale? 350 milioni, massimo 500 milioni l'anno. E non pronuncia una parola, né lui, né Di Maio, sul debito pubblico e su come s'ingrandisce, e perché. Cioè guardano la pagliuzza e non vedono la trave. O forse non la vogliono vedere.

Ma non sono gli unici ad avere difetti della vista politica. Prendiamo l'altro, Matteo Salvini, anche lui "vincitore", che è andato al voto del 4 marzo con la proposta della flat tax. Tutti uguali di fronte al fisco. Lasciamo stare la percentuale, che è fluttuante a seconda del talk-show televisivo in cui è stata pronunciata. Quali effetti avrà? Non occorre guardare nella sfera di cristallo. Basta leggere il Financial Times riferito agli Stati Uniti. Che, analizzando gli effetti della flat tax, introdotta da Donald Trump, riferisce che in soli tre mesi 30 miliardi di dollari sono andati alle tre o quattro banche d'investimento principali. Un diluvio benedetto per i super-ricchi, una ulteriore spoliazione per i poveri.

Si può immaginare che la flat-tax italiana produrrà qualche cosa di diverso? È proprio vero che il Sistema è ormai riuscito nel suo intento: quello di far votare le masse contro i propri interessi. Naturalmente la spiegazione c'è: basta che non sappiano chi sono coloro per i quali votano.

.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5474
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 7 Mag 2018 - 19:59

.

Mattarella copia di Napolitano.

.avanti o popolo.

.Washington preme.

lol!

.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
sharky63

avatar

Messaggi : 245
Data d'iscrizione : 16.12.13
Età : 55
Località (indirizzo completo) : Via Gandhi 1

MessaggioTitolo: Figli di N.N.   Mar 8 Mag 2018 - 10:33

Nessuno vuole riconoscere agli Italiani il voto espresso, tutti i poteri "forti" asserviti alle logiche capitalistiche/sionistiche si muovono per cercare di "murare" una qualsiasi possibilità di "colpo de capa".
Si muove il Gran Maestro masonico Berlusca, bloccando quel coglione di Salvini, mentre la Meloni guarda coi suoi occhioni sgranati (spero che al prossimo turno i suoi elettori l'abbandonino per VERI partiti di destra SOCIALE)
Si muove il viscido burattino Toscano "STAI SERENO!"
Si muovono i "cannati" in infradito col pullover di cashmire
Gli unici che dovrebbero scendere in piazza a fare la rivoluzione giocano a nascondino o per incapacità manifesta o per malafede recondita.
Che i 5 Stelle fossero l'urna cineraria in cui depositare i voti di sinistroidi e fascistoidi (si anche di questi miei cari signori!) scontenti l'ho sempre detto, ed ora ne avete la verifica. Un urna in cui i voti riposano al sicuro e non faranno MAI male a nessuno, parola di Giovane Marmotta!!!
Salvini e la Sega sbraitano, ma si sono attaccati al c...rro del Gran Maestro e li restano imbrigliati, dato che il carro è ben foderato di piombo per evitare che si muova.
Si voleva lasciare sfogare la "vampata" di protesta convincendo gli Italioti che non c'è nulla da fare, non possono aspettare un futuro migliore perchè non c'è, e ci stanno riuscendo APPIENO!!
Matarella, come Napolitano, è un becchino che accompagna la salma alla sua dimora finale, l'ADE delle nazioni, voluta da Soros &CO e noi non abbiamo più le palle per combattere, preferiamo scazzottarci fra Juventus, Inter Isola dei Fumosi, Iene Ridens o imbambolarci di Facebook e puttanate varie.
Provo a spiegare a mio figlio i concetti di riservatezza, vita privata, tracciabilità....
Non capisce, a lui che google sappia anche quando defeca o minge gli pare giusto e normale, così possono ordinargli la carta igenica giusta al momento giusto...
Capite che non c'è futuro, la formattazione sulle nuove generazioni è completata, tutte le molecole sono allineate sull'Hard Disk dei poteri satanici.
Dovremo toccare un fondo oscuro perchè il grande equilibrio delle cose ci riporti su verso la luce.
So che sono catastrofico ma se ci si sposta alcuni livelli indietro dal palco in cui gli attorucoli conducono la loro farsa quello che si vede è devastante.
A scuola le insegnanti non possono più distribuire conoscenza dovendo "rispettare" troppi orticelli e soprattutto appiattendo all'ignoranza dell'immigrato il sapere del nativo. Intanto togliamo il sostegno ai bimbi in difficoltà e lo diamo al quinto genito del Marocchino scappato dalla natia prigione e che massacrerà di pugni in faccia la figlia se oserà guardare il tatuaggio del rimbambito italico.
In fabbrica si parla di produttività, ma solo quella degli operai viene tenuta in conto, i dementi padroni incapaci di politiche imprenditoriali (e SOCIALI), abituati ai soccorsi di stato e alla truffa legalizzata vengono lasciati liberi di demolire lo stato sociale (guai ai COMUNISTI che hanno TRADITO i LAVORATORI!!!)
La salute se la vuoi la paghi, altrimenti in fila dietro alle risorse della Boldrini, i 5 figli che portano ricchezza, ed i mariti a casa in mutua (al bar AKLI a giocare).
Ci obbligano a mangiare le loro schifezze mutanti e mutate e sanzionano i nostri prodotti perchè "la pizza cotta in forno a legna è cancerogena": si mangiassero i loro wurstel, per cui avrei anche un secondo uso a livello "ricreativo" sociale (non spreco certo un buon Felino).
Inquinano con le loro megamacchine, falsificano i documenti e lanciano l'auto elettrica come nuova bufala per produrre beni che non dureranno più 10/15 20 anni ma solo 5 o meno e poi saranno da buttare come i telefonini che inzeppano di programmi sempre più pesanti (pardon performanti) per farli bloccare e obbligarti ad acquistare quello nuovo.
Se l'energia elettrica continuiamo a produrla bruciando combustibili (siano fossili o di altra natura) ad usarne in quantità maggiore peggioriamo solo il bilancio totale (perchè ad ogni passaggio di "stato" dell'energia la natura vuole il suo tributo in termini di EFFICENZA del sistema).
Aumentiamo l'inquinamento spostandolo in luoghi ameni e devastandoli.
Esportano democrazia dopo aver sterminato i nativi delle Americhe, ma qualcuno ci pensa mai?
Proclamano i diritti umani ma uccidono per il colore della pelle, qui da noi non avviene (perchè anche i casi isolati se ben letti hanno matrici e costruzioni ben dioverse, e già ai tempi di Roma Imperiale i valori che facevano di un uomo un cives erano ben altri che il colore della pelle (magari peggiori, ma altri!)).
Vabbè, che la festa continui, sodomizzatevi ben benino e ridete, ridete ridete!
L'estate sta arrivando, prova bikini, muscoli e tatuaggi, bevande e gelati....
E' giusto così!
Tutta colpa di PUTIN!
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5474
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 8 Mag 2018 - 13:59

.


...sono certo che dopo averlo scritto ti sei sentito molto bene, libero, rilassato ... L'italiano colto dovrebbe usare il buon senso sul dire, senza reprimere quanto sente sgorgare da dentro ...

Provo a spiegare a mio figlio i concetti di riservatezza, vita privata, tracciabilità....
Non capisce, a lui che google sappia anche quando defeca o minge gli pare giusto e normale, così possono ordinargli la carta igenica giusta al momento giusto...
Capite che non c'è futuro, la formattazione sulle nuove generazioni è completata, tutte le molecole sono allineate sull'Hard Disk dei poteri satanici.


... ho una figlia che marcia sul mio passo scevra da ogni imposizione non teme sull'affermare la sua opinione. Sa imporsi e a volte pare esageri, poi, il tempo le da ragione. E sapete il perchè? Non ha paura!

L'Italia sta affogando nella paura di un cambiamento inevitabile xche si chiama innovazione.

... l'ingegnere si preoccupa per il figlio dipendente da google ch propaga la formattazione sulle generazioni da coltivare come associazioni robotizzate, pronte a piegarsi sull'elettrico motorio, seguaci delle prossime "maratone televisive" incollando letteralmente milioni di coglioni su programmi interminabili continuati (già sperimentati in America da decenni) indebolendo la capacità di scindere il reale dal virtuale ...

Che i 5 Stelle fossero l'urna cineraria in cui depositare i voti di sinistroidi e fascistoidi (si anche di questi miei cari signori!) scontenti l'ho sempre detto, ed ora ne avete la verifica. Un urna in cui i voti riposano al sicuro e non faranno MAI male a nessuno, parola di Giovane Marmotta!!!
Salvini e la Sega sbraitano, ma si sono attaccati al c...rro del Gran Maestro e li restano imbrigliati, dato che il carro è ben foderato di piombo per evitare che si muova.


... quanti hanno creduto nel berlusca scendendo in politica per spirito patriottico da emeriti coglioni si sono resi conto che questa mummia pietrificata l'ha fatto per la conservazione patrimoniale nelle mani dei suoi figli? E che la marionetta Salvini non alita se non fiata il manipolatore scoperto a capo della coalizzazione che impedisce qualsiasi azione politica. Definizione della parola politica:

Prassi conforme a determinati principi o direttive nell'esercizio di un'attività o di un potere decisionale.

... capito italioti? Ognuno se la fa su misura per se stesso, e non per un paese da amministrare ...

Si sta giocando sulla paura degli italiani subissati e tramortiti da informazioni adulterate, inchiodati a programmi televisivi di massa dove accentrano enormi masse sulle partite di calcio, sui concerti megagalattici, sulla TV spazzatura sostenuta da Mediaset, con la De Filippi e l'oscuro Costanzo, la Barbara d'Urso, Alessia Marcuzzi la pinocchia dell'Isola dei Famosi, e Grande Fratello pilotati per la soddisfazione di rincoglioniti che tifano sulla maleducazione, indirizzati su falsi obiettivi irraggiungibili, illusi sul domani facile dov'è completamente in salita e chi riusciranno nella difficile arrampicata, dovranno usare la loro testa e non la pastafrolla distribuita, perchè chi ti suggerisce sa anche benissimo come ingannarti, e se non ti svegli sei già dentro il vortice dell'abisso che trascina nel nulla.

Vabbè, che la festa continui, sodomizzatevi ben benino e ridete, ridete ridete!
L'estate sta arrivando, prova bikini, muscoli e tatuaggi, bevande e gelati....



... continuate nell'ascoltare chi dice che non si deve votare in estate perchè si va al mare ... continuate a prestare fede ai capi di governo corrotti (nessuna affermazione balorda, lo sono dalla formazione della Prima Repubblica) solo non ve ne siete accorti ... continuate a votare le persone sbagliate, forse capirete meglio chi sono ... ma lo vedete un Di Maio al governo ... un Salvini a rappresentarci sulla scena internazionale ... una Meloni voltagabbana fascista ... un Berlusconi ingessato, mummificato, che se fosse tolto di mezzo avremo un governicchio malfermo, ma almeno avremmo eliminato il cancro che divora l'italietta ...

L'Italia ha PAURA e lo dimostra su questo pagina, seguita da oltre 6000 visite dove postano, solo un paio di persone.

lol!

.



Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
sharky63

avatar

Messaggi : 245
Data d'iscrizione : 16.12.13
Età : 55
Località (indirizzo completo) : Via Gandhi 1

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 8 Mag 2018 - 15:35

...sono certo che dopo averlo scritto ti sei sentito molto bene, libero, rilassato ... L'italiano colto dovrebbe usare il buon senso sul dire, senza reprimere quanto sente sgorgare da dentro ...

In realtà Sven mi sono sentito e mi sento schifato, oppresso e senza speranza, occorre "fede" nei lumi in questi momenti e "spavalderia" davanti alla morte cerebrale....

Il teschio sorridente che addenta la rosa......

Non hai paura dell'ignoranza se la conosci e l'accetti come base del sapere
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5474
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 8 Mag 2018 - 20:30

.

... esattamente quanto serve per resistere

occorre "fede" nei lumi in questi momenti e "spavalderia" davanti alla morte cerebrale....

.......... di fronte allo sfascio globale, e poi, ricorda che sopravvive chi si adatta alle circostanze ...

Non hai paura dell'ignoranza se la conosci e l'accetti come base del sapere

L'arte del conoscere consente, oltre il sapere e il capire la soglia, di percepire la soluzione di ogni problema.

oppresso e senza speranza

Non le avresti scritte queste parole senza la lucidità mentale. La speranza è un alibi, ma l'oppressione una schiavitù da combattere.

lol!

.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5474
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Lun 14 Mag 2018 - 15:50

.

Il Medio Oriente è ancora una volta in piena ebollizione, per effetto della battaglia ormai ingaggiata da iraniani ed israeliani in Siria, del ruolo inedito che nella partita si accinge a svolgere Mosca e del ritiro degli Stati Uniti dagli accordi di Vienna.

La posta in palio è molto alta, perché sono in via di determinazione i nuovi equilibri regionali. Sarà presto ancora più chiaro il definitivo superamento degli allineamenti risalenti alla Guerra Fredda, in realtà venuti meno da un pezzo a dispetto di narrative ed interpretazioni dure a morire.

C'è stato un tempo in cui Israele, Turchia ed Arabia Saudita fungevano da bastioni dell'Occidente nell'area, mentre all'Urss guardavano i palestinesi, i siriani e gli iracheni, malgrado talvolta affiorassero tensioni tra di loro. L'Egitto era filosovietico, ma sotto Sadat cambiò campo, ottenendo come ricompensa la restituzione del Sinai. L'Iran khomeinista era sovrano, essendosi allontanato dagli Stati Uniti nel 1979 senza tuttavia entrare nell'orbita di Mosca.
Con il collasso dell'Urss, questi vincoli sono venuti meno. La relazione israelo-americana ha sperimentato fibrillazioni piuttosto significative, via via che gli interessi globali statunitensi divergevano da quelli locali dell'alleato. Già nel 2006, George Walker Bush faticò non poco a trattenere la propria indignazione per la sproporzionata reazione dello Stato ebraico agli attacchi dell'Hezbollah, dal momento che a farne le spese fu l'esecutivo diretto a Beirut da Fouad Siniora, in cui Washington vedeva un possibile faro della democrazia in Medio Oriente.

Dall'altro lato, anche la Russia ha modificato sensibilmente il proprio rapporto con un Israele nel quale gli abitanti in possesso di passaporto russo si aggirano ormai intorno al milione.

Ora i nodi vengono al pettine. L'intervento militare di Mosca è stato decisivo nel salvare Assad, che a dispetto degli aiuti garantiti da Teheran e dal Partito di Dio libanese stava per crollare nel 2015. È naturale che la Russia faccia adesso valere pienamente la specificità dei propri interessi in Siria. Tra Mosca e l'Iran si è così aperto un cuneo. E gli israeliani ci si sono infilati per condurre una campagna a bassa intensità contro le maggiori installazioni militari create dalla Repubblica Islamica sul suolo siriano, che non pare incontrare ostacoli da parte russa. La convergenza di intenti si estende anche a Washington, attualmente impegnata in un difficile esercizio di ribilanciamento dei progressi iraniani.
Completa il quadro il recente sviluppo della partnership energetica tra Mosca e Riad, che ha per oggetto addirittura il controllo dell'offerta petrolifera mondiale, da orientare in funzione dell'esigenza comune russo-saudita di favorire il rialzo dei prezzi del greggio.

Considerato lo scenario complessivo, diventa più facile comprendere la scelta di Benjamin Netanyahu di precipitarsi al Cremlino ed assistere alla grande parata del 9 maggio con la quale la Russia celebra l'anniversario della vittoria sovietica nella Seconda guerra mondiale, unico fra i leader occidentali sulla Piazza Rossa, al fianco di Vladimir Putin.

Da tempo, peraltro, russi ed israeliani si coordinano in Medio Oriente allo scopo di evitare incidenti. Entrambe le parti sono consapevoli delle gravi conseguenze che produrrebbe uno scontro anche involontario. Non è quindi strano che dopo il raid su Hama — quello che ha prodotto una scossa da 2.4 della scala Richter — Netanyahu abbia avvertito il bisogno di informare Putin delle proprie intenzioni. Gli effetti sono stati importanti: la Federazione Russa ha infatti cancellato la programmata vendita all'Iran dei suoi più avanzati sistemi di difesa antiaerea.
Di lì a poco, Trump ha formalizzato la decisione americana di abbandonare gli accordi di Vienna e di imporre nuove sanzioni contro Teheran e ai danni di chi continuerà a fare affari con l'Iran, allo scopo di indurne la leadership ad intavolare un negoziato. L'obiettivo americano è togliere alla Repubblica Islamica quei missili che non solo sono invisi a sauditi e israeliani, ma sono anche stati il pretesto dello schieramento delle difese antimissilistiche statunitensi in Europa, considerate dalla Russia una minaccia strategica alla propria sicurezza.

Tutto, quindi, si tiene. L'interesse a contenere l'Iran — non a distruggerlo — è condiviso anche da Mosca. Gli unici a non essersene accorti sono gli europei, probabilmente perché si sono esposti troppo nel partecipare ai grandi progetti di ammodernamento infrastrutturale varati da Teheran dopo Vienna. Più che resistere al diktat, di per sé una pretesa velleitaria, gli Stati dell'Ue farebbero forse meglio a sostenere una prospettiva di rapida rinegoziazione dell'intesa con l'Iran, magari chiedendo come compensazione l'alleggerimento delle misure adottate contro la Russia. Prima si convince la Repubblica Islamica a trattare, prima si risolverà la crisi.

.e la chiamavano Nazione Democratica.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5474
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mar 15 Mag 2018 - 17:18

.

Governo in stallo

… sarà che sono vecchio e con buona memoria da ricordare un sabato pomeriggio dove la Lega manifestava urlando terroni a chi stavano sulla riva opposta del Po tanti anni fa. Bossi voleva un muro al di là del fiume, la sua italietta illusa finiva con la sfilata dei pulman inneggianti le bandiere verdi padane. La Lega contro tutto, Roma ladrona urlava convinto il leader Bossi, a Pontida i bergamaschi convinti inneggiavano la federazione, facile schierarsi nell’opposizione e più facile ancora dire alle persone quello che vogliono ascoltare. 25 anni di chiacchiere, e venticinque sono tanti ereditati da Salvini che i “negri” li rimanda a casa loro, gli zingari li “ruspa”, i grillini fascisti e lui populista agli ordini di Berlusconi ...

Di Maio sta evaporando il risultato elettorale (chi l’hanno votato sapevano di sbagliare) per dimostrare l’incapacità di un (movimento) non una politica, completamente incapace e all’oscuro sul come si conduce un governo. I penta stellati, urlati da Grillo si sono trovati candidati al governo senza sapere da che parte girarsi. Votare i candidati sbagliati serve per misurane le loro capacità, Di Maio sorride, sa sorridere. Salvini si rende impresentabile sotto ogni aspetto, votatelo alla prima occasione. La Meloni volta gabbana, ex fascista, da votare. Berlusconi, vicenda Ruby aperta, caso Dell’Utri, dev’essere votato all’unanimità, acclamato come vero statista, e che diamine. I poveracci, i cinque milioni di indigenti sotto la soglia esistenziale, vanno pazzi per il cavaliere nero.

… se la sono tirata lunga per sessanta giorni spingendo l’un l’altro sulla presidenza, non litigando su chi doveva responsabilmente prendersi il merito, ma scansando la patata bollente finita improvvisamente nelle meni. Nessuno dei due sarebbe salito da Matterella per l’incarico. Entrambi immaturi per la leader schip sulla Nazione, neanche parlarne, poi, sulla politica internazionale. Lo ascolterete un Salvini conferire in inglese? Uno che urlava che le tasse dovevano stare in Lombardia, che Milano meritava la capitale e che il Sud doveva arrangiarsi o crepare di fame, uno che neppure sospettava che l’Italia fosse una colonia angloamericana, uno cha va da Trump e gli intima il ritiro sulle 113 basi illegalmente stanziate sulla penisola. Salvini si reca sul terreno facile, va in Russia ...

Grillo urlava anch’esso, e poi perché tutti devono urlare? Che il PD renziano era in agonia, morto e sepolto, che bisogno c’era di urlare, Renzi lo stava sistematicamente rottamando, un altro emergente che ogni volta che si trovava alle corde annunciava: chiudo e me ne vado a casa! Un altro da votare subito alle prossime elezioni, Italiani, votate chi non mantiene le promesse e va bene che Berlusconi senza urla ha abituato i fedelissimi con promesse non mantenute e chi si azzardava a ricordarne una si trovava smazzato con carte false bruciandosi le dita. Il cavaliere nero è implacabile con chi lo ostacola e gli italioti si sono lasciati scappare un nuovo duce dal bastone in una mano e la carota pronta nell’altra.

… la magistratura sdogana la sentenza su Berlusconi proprio sullo stallo politico in corso. Da terzo incomodo “definito statista” che da quando è sceso in politica l’ha deciso per proteggere i suoi cospicui interessi finanziari, adesso riabilitato, pronto a scalzare il leghista servo si sente l’unto per la candidatura a premier, e perché no? E’ stato quello che ha fatto meno promesse, quindi il più credibile e ben voluto, stimato, dagli imprenditori, perché con lui al timone e gli altri all’opposizione, 5 stelle, Lega e PD rottamato, la classe intoccabile va in paradiso e quella da torchiare va all’inferno …

Riforma Fornero, reddito di cittadinanza, assistenze sanitarie, fondo pensioni, debito pubblico, invasione africana, droghe nelle scuole, bilanci squinternati, terremotati ignorati, delinquenza fuori controllo, tasso omicidi inquietante, controllo sociale accanito “ma di che minkia hanno paura”… parole, parole, parole, cantava Mina trasferita in Svizzera usando il buon senso di preferire i fatti.

.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5474
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Mer 23 Mag 2018 - 21:03

.

Sven dirlo domani sarebbe troppo comodo, ormai siamo arrivati alla frutta di una narrativa incominciata 80 giorni fa, che ne dici sulla dirittura d’arrivo?

… da ignorante sempre occupato sul conoscere e fermo sul principio del voto da dare ai candidati sbagliati per eleggerli con il compito di metterli alla prova, votare i 5 stelle giunti primi, e sulla coalizzazione seconda, Di Maio se e scrivo se, Salvini non fosse stato il pagliaccio di Berlusconi, lo avrebbe sostenuto agevolando il mandato il giorno dopo. Il centro destra, con Salvini candidato alla presidenza di governo, un ruspante Passatore emerso nelle propagande politiche urlate a persone esasperate che ascoltavano quel che voleva udire è un conto, la discesa politica con credenziali effettive è tutta un’altra cultura che non si spaccia con proclami insensati, sbroccate da buzzurro, affermazioni azzardate lapidarie. La Lega dopo 25 anni di insulse politiche d’opposizione ha presa soltanto su coloro che sperano nei miracoli annunciati a gran voce. Di Maio ha ereditato il movimento grillino, non di meno millantato come un cambiamento epocale dove non si sarebbero ripetuti gli errori altrui. Dopo 80 giorni di tira e molla, un contratto copia di precedenti inciuci, propone con Salvini, nuovamente uno sconosciuto Conte fino a due giorni fa, come elemento non votato dagli italiani …

Vero. Di Maio si è giocato la credibilità. Si è bruciato in partenza e Salvini si trova sulle braci con Berlusconi, certo la scappatoia di affidare a Conti la patata bollente diventa l’ennesima prova dell’inconsistente capacità politica italiana proposta all’elettorato con un aspetto promettente subito compromesso immediatamente chiamata sulla dimostrazione di fatti. Mattarella dov’era quando hanno varato la legge elettorale?

… esatto. Salvini si accaparra gli scontenti gasandosi come leader di punta oscurando il burattinaio Berlusconi mummificato ma vendicativo e Salvini incapace di un taglio netto ha appoggiato l’incarico a Conte dimenticando i proclami contro la sinistra napolitana che aveva portato Monti al governo, un altro non votato come Conti. Di Maio cagasotto, ridente beota, al governo italiano qualcuno lo vedeva davvero? La stessa domanda vale su Salvini? Si parla di svolte, di politiche innovative, di soluzioni pindariche, richieste di rispetto europeo, di amenità economiche inconsistenti, annunci da campagna elettorale privi di concretezze e fatti realizzabili in mani incerte che di fronte al risultato elettorale, giustamente votato dagli italiani, i candidati sbagliati si sono evaporati gli ardori della vittoria in un batter d’occhi raggelati sull’impegno da affrontare ...
Quindi saresti per nuove votazioni? Senza modifiche sulle norme elettorali, che risultato darebbero?

… la stessa situazione, con varianti minime. Questo abbrobio di legge è stato commissionato per impedire il dilagare del populismo favorendo il centro destra leghista controllato dall’establishment estera colonialista a cui preme che la penisola italiana continui a perire sotto l’acido somministrato. Che l’italiano votante, desideri dopo la sua scelta, che il prescelto vada a governare, giusto o meglio sbagliato sulla dimostrazione d’incapacità, perché dopo 80 giorni la credibilità sui due contendenti si è esaurita, Mattarella un altro incartapercorito senza spina dorsale, non andrà per il sottile su Conti (pensate che all’estero un candidato con credenziali alterate, si accetti come figura di contorno?) Un non votato e l’anno sperimentato, è fin troppo comodo per scaricare politiche perse. Conti avrà il mandato e Di Maio e Salvini tireranno un lungo sospiro di sollievo, Grillo compiaciuto per essersi defilato in tempo, Berlusconi prontissimo a tirare i fili della marionetta Salvini, Mattarella istituzionalmente intoccabile e l’Italia ha sprecato tempo e denaro per ritrovarsi al punto di partenza …

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Gio 24 Mag 2018 - 13:34, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5474
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   Ieri alle 12:36

.

Te prufesur me pareva che ta disevat minga la tua sul guverno e speciavi che ta tiravat fori la tua l’italieta in ginoc senza carna ne pesc . Che figura da bigui e tra i du che tàcarid ul terz al va a fa cusèe? Un oltrer Monti cunpagn di Letta in barba a chi van a vutà cun la vuluntà da vedè la patria un po puse in grazia dalla tera di nesun . An catafora dal maz un avucat da mete in mez come un pirla dopo an che disevan mai più un minga elet ala presidenza . Ul me amis Renzi l’era un casciabal e sti du maia danee vun senza parte e cololtar che dala pulitica nà fa un mestee, tuci insem in lì per ciapà danee a tradimen legisti o stell tuc lader .

… un mezzo successo di un completo fallimento è il nuovo che avanza impossibile da fermare. Ci troviamo nell’epoca dei cambiamenti e credo che il fondo per risalire sia ancora molto lontano. Se si vuole l’evaporazione della vecchia oligarchia politica ammantecata da 70 anni sul disfacimento italiano in assenza di figure veramente politiche ci dobbiamo fare bastare avvocati spuntati dal nulla ma che abbiano almeno una presenza accettabile per rappresentarci con l’estero, la vedi la faccia beota di Salvini o quella di Di Maio dal gaio sorriso stampato che senza conoscere l’inglese nobilitano la posizione italiana rivendicando i diritti mancanti? Salvini va in Russia e in Francia dalla De Pen, schivando Macron, in Russia prenderebbero per buono persino me, Di Maio con la discesa in campo politico di Conte ha dormito sereno la prima notte dopo 80 giorni d’insonnia. Car brinzòo la pulitica lè na vucazion e minga un mestee …

.ciapa sti tusan che i tiran su ul mural.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Italiani brava gente ...   

Tornare in alto Andare in basso
 
Italiani brava gente ...
Tornare in alto 
Pagina 10 di 10Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
 Argomenti simili
-
» Ultras brava gente, italiani brava gente
» Leghisti brava gente, ma...
» M.A.S. e mezzi d'assalto di superficie italiani
» AAA artisti italiani cercasi
» Gente in cammino-malika mokeddem

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LAVELLI GIOVANNI :: FORUM DISCUSSIONE-
Andare verso: