Il Forum dedicato al modellismo dinamico
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Tiger I ...............

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:41

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


... scala 1.8 elettrico


.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:45

.


... note sul Tiger "leggendario" ...


Il Tigre segnò il radicale cambiamento nei criteri di impostazione dei carri armati tedeschi.
Fino ad allora si era privilegiata la mobilità e velocità rispetto alla corazzatura ed all'armamento.
Questo perchè la Guerra Lampo imponeva la velocità come chiave per la vittoria e la Germania giocava una partita tutta all'attacco.
Quando l'andamento e il prolungamento del conflitto constrinse a tattiche difensive o di attacco ad un nemico ben agguerrito e all'erta, i tedeschi si resero conto di aver bisogno di carri pesantemente corazzati ed armati.
La Henschel prese il prototipo su cui stava lavorando (35 tonellate e un cannone da 75 mm) e lo portò al massimo fino a raggiungere 45 tonellate con un cannone da 88mm.
Il 20 Aprile 1942, compleanno del Fùhrer vennero presentati i due protitpi di Porsche e di Henschel.
Vinse Henschel.
Porsche si trovò a guardare sconsolato il suo prototipo VK 4501 su cui aveva investito molto in termini di ricerca, denaro e speranze.
Lo chassis venne riciclato grazie ad un ordine diretto di Hitler ispirato da Ferdinand Porche per realizzare il cacciacarri Ferdinand di cui leggerete più avanti.
La torretta venne invece ritenuta ottima e venne montata così com'era sul prototipo vincente della Henschel.
Ecco quindi nascere un carro squadrato e fatto di corazze saldate ad angolo retto con una insolita una torretta rotonda.


Il Fùhrer anche se fortemente sconsigliato, volle mandare 19 nuovi Tigre ancora di preserie in Africa per testarli contro il nemico.
I carri terrorizzarono gli americani rivelandosi invulnerabili frontalmente ai pezzi anticarro grazie ai 120 mm di corazza.
Divennero un mito ed un demone evocato, anche se usati pochissimo. Negati a Rommel che ne chiedeva il comando, finirono malamente impantanati in una palude e vennero catturati quasi tutti intatti.
Inutile dire che furono preziosa fonte di spunto per i progettisti alleati e i tedeschi persero l'occasione di fare un sorpresa tattica di maggior impatto.

Riporto uno solo dei tanti exploit compiuti da questo carro per descriverne l'efficacia e la superiorità sui carri che gli venivano opposti.
Il 7 Luglio 1943, il Tigre del comandante delle SS Franz Staudegger del 2° Plotone della 13^ Compagnia Carri della 1^ Divisione della Leibstandarte SS Adolf Hitler Ingaggiò un il suo mezzo un gruppo di 50 carri russi T-34 nei pressi di Psyolknee (il settore meridionale del saliente tedesco nella Battaglia di Kursk).
Staudegger consumò l'intera dotazione di munizioni del suo carro (92 proiettili) e distrusse 22 carri nemici, mentre i restanti si ritirarono.
Per questo exploit Franz Staudegger fu decorato con la Croce di Cavaliere della Croce di Ferro.

Dieci comandati di Tigre hanno superato i 100 carri nemici distrutti, i primi quattro sono, nell'ordine:

Kurt Knispel con 168 vittorie,
Otto Carius con 150 vittorie,
Johannes B?r con 139 vittorie
Michael Wittmann con 138 vittorie

Solo 4 equipaggi di 5 persone (ossia 20 persone in tutto) con il carro Tigre hanno distrutto 595 carri nemici.
Se nonostante questo la guerra ha preso una piega diversa, la riposta sta nei numeri: non più di 5000 Tigre vennero costruiti dal 1942 al 1945, mentre i russi produssero 58.000 carri del solo tipo T34, mentre dalle linee di montaggio delle industrie americane uscirono oltre 50.000 M4 Sherman.
Con un rapporto 100 a 1 qualunque superiorità tecnica deve soccombere.


Anche se secondo me, fu l'aereo il vincitore contro il carro...........

Tante vero che attualmente il carro armato soffre contro l'arma aerea ancor peggio di 60anni fa......




.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:46

... sui primi Tiger i porta robe si trovano sui lati troppo esposti ai colpi ricevuti e dopo l'ordinanza di Rommel la posizione è sul retro.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

.... vanno tolti i lancia fumogeni e cambiati cingoli con la versione stretta.
.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:48

.

... la differenza tra l'Initial... con i vecchi cingoli...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

... e l'ultima serie del Tiger L... con i cingoli Winter...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

... spariti i filtri aria esterni troppo esposti a danni da combattimento...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

... la botola ribassata "dava la possibilità al proiettile avversario di scivolare senza esplodere"...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

... l'identificazione del carro è lo 007 di Micheal Witmann ... colpito in pieni da un cacciabombardiere americano nelle Falise provenzali in Francia...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

... il bravo marconista-mitragliere di vedetta...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

... la poderosa trasmissione con il cambio marce sequenziale...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

... e la guida con volante...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:49

.



Considerazioni sui sistemi di direzione dei mezzi cingolati.

Queste poche righe per apprendere le nozioni basilari dei sistemi direzionali dei veicoli cingolati, siano essi civili o militari.

Per direzionare un veicolo cingolato è necessario rallentare o fermare un cingolo rispetto all' altro, si ottiene cos' un sistema di frenatura, parziale o totale. Il veicolo farà perno sul cingolo piu lento e ruoterà secondo un raggio piu o meno ampio. Esistono due metodi fondamentali, la sterzatura a freno e la sterzatura a differenziale.

Considerazioni sulla progettazione
Un sistema di sterzatura deve essere facile da usare. I carri sono mezzi incredibilmente pesanti, potenti e costosi, in genere vengono usati da giovani reclute con esperienze limitate, di notte, con scarsa visibilità in fuori strada, in zone poco familiari e spesso sotto il fuoco nemico. Pertanto, qualunque meccanismo di sterzo venga adottato, deve essere abbastanza semplice da gestire e sopratutto deve anche essere efficiente. Le eventuali inefficenze producono calore, di solito l'attrito in un freno o della frizione che slitta e, dal momento che un veicolo cingolato è pesante ed implica un motore potente, l'inefficienza è in grado di produrre una quantità di calore problematica. Ad esempio, un motore di 1500 CV accoppiato ad una trasmissione efficiente al 50% produrrà 60.000 watt di calore non voluto. Tutto questo calore deve essere estratto dal veicolo prima che causi problemi, inoltre, tutto significa energia non più disponibile all'sse, con una trasmissione più efficente si potrebbero ridurre peso, serbatoio, e calore dissipato. In un mezzo civile questi problemi si riducono per importanza, ma comunque sempre problemi da affrontare


Sistemi di guida

Dual Drive
Il modo più semplice per raggiungere questo obiettivo è quello di accoppiare ad ogni cingolo una sorgente di alimentazione separata. I veicoli cingolati più vecchi, tra cui il trattore di Holt, fine del 1800 e del Whippet, il British Light Tank della 1 guerra mondiale, funzionavano con questo principio che però aveva i suoi inconvenienti. Prima di tutto, erano necessari due motori. Nel caso di un trattore alimentato a vapore, questo non era un problema, dal momento che il "motore" era solo una piccola parte del tutto, e due (o più potevano, e spesso era così che potevano condividere una singola caldaia. Nel caso dei motori a combustione interna, tuttavia, erano necessari due motori completi, con tutto il peso extra, la complessità e la relativa manutenzione. In questo caso, due motori non si traducevano in una l'affidabilità di coppia, ma metà affidabilità di un singolo motore, nel caso di mal funzionamento di uno dei due motori il veicolo era capace solo di girare in tondo.
Un secondo problema era la difficoltà da guidare in linea retta. La velocità di un cingolo è in funzione della potenza ad esso applicata e alla resistenza del terreno Mentre è possibile coordinare due motori in modo tale da produrre la stessa quantità energia, è altamente improbabile che ogni cingolo incontri la stessa resistenza nel terreno, e di conseguenza i cingoli gireranno a velocità leggermente diverse. Inoltre la resistenza offerta dal terreno era una continua variabile costringendo il conduttore a continui aggiustamenti di traiettoria. Tuttavia, ogni cingolo con una sorgente di alimentazione separata ha un vantaggio, il fatto cioè di poter invertire il senso di marcia di un cingolo e quindi piroettare sull'asse del carro, tutto a vantaggio della mobilità. La difficoltà nel viaggiare in linea retta, è minima a bassa velocità i moderni bulldozer spesso utilizzano questo sistema, anche se leggermente modificato con un unico motore, una pompa idraulica e due motori idraulici, uno per ogni cingolo. Molti modelli RC utilizzano questo sistema con due motori elettrici, è poco costoso e di facile attuabilitè.

Frizione-freno di sterzo
Molto meno complicato (in quanto richiede un solo motore) la frizione ed impianto frenante, dove la produzione di una singola fonte di alimentazione è accoppiata ai cingoli direttamente. Dal momento che sono fisicamente collegati gli uni agli altri, i cingoli viaggiano alla stessa velocità e il veicolo viaggia in linea retta. Per consentire la sterzata ogni cigolo può essere disaccoppiato dal motore con una frizione, che consente di girare abbastanza dolcemente. Un freno può rallentare per stringere la curva, fino al punto di fermarsi e stringere la curva il più possible.

Con questo sistema il carro è abbastanza semplice e facile da guidare, e la maggior parte dei carri armati della prima guerra mondiale, usavano questo metodo di sterzatura. Tuttavia, non è molto efficiente. Un cingolo frenato rallenta il veicolo, una gran parte della potenza erogata dal motore era convertita in calore. Anche se questo non è un problema significativo in un piccolo carro, un veicolo di grandi dimensioni con un motore potente è in grado di produrre una grande quantità di calore in un tempo molto breve. Un cingolo frenato rallenta il veicolo in modo significativo, che è un problema nei veicoli militari in cui la velocità fondamentale. inoltre è anche un po imprevedibile. La curva della forza frenante di imbardata sostanzialmente piatta, il che significa che un piccolo cambiamento nella forza frenante può proovocare un grande cambiamento del raggio di sterzata. Se la frizione di un cingolo diisimpegnata, salendo un pendio molto ripido, il carro perde la direzione, anche senza l'applicazione del freno. La stessa cosa avviene scendendo un pendio molto ripido. Infine, la frizione /freno non permette al veicolo di eseguire una virate sul proprio asse.

Sterzata con sistema ad ingranaggi
Questo sistema ha risolto il problema dell?inefficenza e dell'imprevedibilità della sterzata

In questo esempio, un singolo motore è collegato ai cingoli attraverso trasmissioni separate, e il veicolo è direzionato selezionando diversi accoppiamenti di ingranaggi per ogni cingolo. Ad esempio, il cingolo di sinistra in 1 marcia ed il cingolo destro in 2 marcia si tradurrebbe nel cingolo di sinistra che gira più lentamente e quindi il carro girerà a sinistra. Se i rapporti del cambio sono molteplici, si possono ottenere un gran numero di raggi di sterzata, e se ogni trasmissione è muunita di una retromarcia, si possono ottenere sterzate a pivot. Questo sistema richiede abilità da parte del conduttore, ma è efficace e non terribilmente complessa. Uno svantaggio minore è che il veicolo non può sterzare mentre è in 1 marcia.

Frenata direttiva con differenziale
Il sistema frizione-freno può essere semplificato con un differenziale ed eliminare quindi le frizioni, il risultato è che quando si frena un cingolo, l'altro aumenta di velocità.
Questo sistema è ancora meno efficiente del sistema di frizione-freno, nel senso che il freno non solo dissipa l'energia del cingolo che è rallentato, ma anche una parte della potenza del motore. Inoltre si ha un grande consumo di carburante ed imprecisione di guida. Tuttavia, è estremamente semplice, e può basarsi su un convenzionale differenziale e sistema frenante automobilistico. Anche in questo caso, il sistema di frenata differenziale non permette di pivottare.

"Cletrac", o differenziale direttivo controllabile
Il sistema "Clectrac" è stato introdotto dalla Cleveland Tractor Company nel 1921. In questo sistema, un differenziale è progettato in modo tale che, applicando un freno ad un cingolo, l'altro cingolo è costretto a ruotare a un tasso determinato in proporzione alla velocità. Questo sistema produce una sterzata a un raggio fisso, ma è abbastanza efficiente. Facendo scivolare il freno, si possono raggiungere raggi di curvature più ampi, ma si perde efficienza.

La curva della forza frenante di imbardata è abbastanza piatta, quindi facile da controllare. Questo sistema è stato ampiamente utilizzato nei veicoli militari durante la seconda guerra mondiale. (Sherman, Matilda, Churcill ecc ecc.)

"Maybach" doppio differenziale direttivo
Il sistema Maybach è un perfezionamento del sistema Clectrac, nel quale gli ingranaggi del differenziale girano attorno ad un ingranaggio fisso, in questo sistema gli ingranaggi ruotano attorno ad un ingranaggio portato a ruotare ad una velocità proporzionale al numero di giri del motore. Il risultato è un raggio curvature diverso per ogni marcia in avanti.

Questo sistema è stato utilizzato dal Panther, spesso considerato il miglior carro armato della seconda guerra mondiale. Aveva sette marce in avanti, e così sette raggi di svolta.

Doppio differenziale direttivo
Un ulteriore affinamento del sistema di Maybach, sviluppato dal Maggiore Wilson del Regno Unito nel 1928... comporta l'aggiunta di una seconda trasmissione tra l'ingresso di comando della trasmissione ed il motore. Questo permette al differenziale di essere pilotato a differenti rapporti in proporzione alla velocità del motore e quindi di avere la possibilità di una multitudine di raggi di sterzatura ognuna delle quali proporzionale alla marcia selezionata
inoltre, non è retroattrattivo come la trasmissione Maybach, mentre rallenta un cingolo aumenta la velocità dell'altro. Questo sistema è il prcursore di tutti i moderni sistemi di sterzature dei carri odierni ed ha tutte le caratteristiche essenziali, è efficiente, non si auto-orienta, consente più giri di sterzatura, e permette il pivot.

Utilizzando un motore idraulico o un motore elettrico per comandare il piantone dello sterzo, permette qualsiasi raggio di sterzata. Questo è un miglioramento in un certo senso, però una perdita comunque, a causa della modesta efficacia dei sistemi elettrici e idraulici. Ciò porta spesso i progettisti a preferire un numero limitato di raggi di sterzatura piuttosto che generare calore superfluo.

Triplo differenziale direttivo
L'aggiunta di un terzo differenziale produce una trasmissione che è in un certo senso, una doppia trasmissione a differenziale con una trasmissione a differenziale frenato per governare il carro.
Praticamente tutti moderni afv adottano questo sistema.

Riferimenti
A Review Of Transmission Systems For Tracked Military Vehicles by Stuart J. McGuigan and Peter J. Moss, Journal of Battlefield Technology Vol. 1 No. 3.
Differentials, the Theory and Practice by Phillip Edwards, Constructor Quarterly, No. 1, Sept 1988.
TANK: A History of the Armoured Fighting Vehicle, by Kenneth Macksey and John H. Batchelor



... invio pubblicato con piacere dal soldato semplice Sven che si sbatte sull'attenti come sempre in perfetta divisa regolarmente in disordine spregiudicato ...






.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:51

.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:51

.



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:52

.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:53

.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


... la mimetica del Tiki

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:54

.



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

... simulazioni di sporco

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:54

.



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


... i tedeschi non portavano le antenne piegate

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:56

.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

... quello che fanno in pochi .... l'abbassamento a filo della botola del caricatore.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:57

.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:57

.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


... la versione Sturmtiger da 381mm

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 9:58

.



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

.sconsigliato.


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 10:00

.




... un esempio di verniciatura


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 10:00

.




[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


.... niente male Smile


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 10:01

.


... un winter di facile realizzazione


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 10:02

.



... direi del tutto irreale ma bello a vedersi


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 10:03

.




............................................ affraid bhe, questo Shocked


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 10:04

.


... scorrendo le foto postate mi viene da pensare a chi chiede le spiegazioni sulle verniciature ...

... immaginiamo per un attimo di seguire un impulso creativo quasi alla cieca ed incominciare senza neppure sapere come si finisce ... ci vuole coraggio oppure solo il riutilizzo dei dati assunti, incamerati attraverso un susseguirsi d'immagini catturate e messe a disposizione nello scatolone chiamato cervello ...

... neppure io so spiegarmi certi effetti o tali situazioni ricavate dal mio modo di decorare un carro di plastica, alla fine e solo al termine sembrano scaturire dei risultati accettabili e vorrei dire ai veri interessati una verità molto importante: "non ho mai dipinto per altri ma solo per il mio personale piacere" ... lavorare dietro compenso non significa lavorare per gli altri, se lo si considera tale allora scade la qualità ed il lavoro non soddisfa ... si spiegano i troppi artisti moderni alla fame giunti solo per essere stati spinti dall'avere guadagni e successi in modo rapido ... il commercio non paga ne l'individuo e neppure l'arte ... l'arte è saper comunicare e se uno ci riesce il successo è automatico, senza spinte devianti.

... prendete il vostro modello e fatelo come potete, continuate a riprovare finche peggiorate o migliorate nel tempo ... lì deciderete se avete toccato un traguardo o se è meglio abbandonare.

... due temi molto diversi tra loro ...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

... posso assicurare prima di tutto che sono stati due studi approfonditi sui soggetti da trattare, niente improvvisazioni, niente accanimenti per finire tanto per dire l'ho fatto da solo ...

... l'osservazione è la capacità che supera il semplice "vedere" ... il vedere è l'operazione base gettata sul circostanziale, è l'area visiva a nostra disposizione e finisce il suo compito primario ... in pratica avvisa, avverte, informa ... l'osservazione concentra l'attenzione su un solo particolare isolando il resto ...... la verniciatura di un soggetto è fatta a strati sovrapposti .... una distante dalle successive ... ogni fase ha una sua specifica utilità impiegata separatamente e come ho spiegato, su usano sempre le tre dimensioni in tutto ... un solo colore steso è sciatto, uniforme e senza vitalità. Per ottenere effetti e profondità lo stesso colore va ripetuto in altre tonalità ... l'uso dell'aeropenna, per chi la sa usare professionalmente, consente da un solo colore di base di ottenere toni infiniti e qui si comprende come certi lavori siano difficili da capire e credetemi sulla parola, persino difficili da spiegare ... com'è possibile spiegare le meccaniche istintive che spingono il dito sullo spruzzo in un certo modo ??? ???

... se può consolare, anche per il professionista, ogni lavoro è sempre il primo ... può sembrare strano che lo affermi, il perchè l'ho capito a fondo guardando certi lavori immobilizzati da chi si è sentito arrivato, a quel punto non ha avuto più nessun progresso visibile ... si è incastrato da solo.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 10:04

.



.... avviamento Tiger I Bovington


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 10:05




................... TigerPorsche


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5028
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 74
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 10:07

.


...... è la prima neve sul fronte dell'est


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Laughing :mrgreen:


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Paolo C.

avatar

Messaggi : 105
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 46
Località (indirizzo completo) : Malgrate (LC)

MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   Dom 24 Mar 2013 - 17:23

No comment...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


pale pale

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Tiger I ...............   

Tornare in alto Andare in basso
 
Tiger I ...............
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Il panzerkampwagen ausf. V "tiger"
» vendo tiger 1 garanzia italia
» libri illustrati sul tiger I - panther - kv1 e kv2 ecc-
» Cerco TIGER I tamiya senza elettronica
» Il mio primo passo nel mondo dei carri RC: Tiger I early version HL

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LAVELLI GIOVANNI :: MODELLISMO RC :: veicoli militari :: carri armati-
Andare verso: