Il Forum dedicato al modellismo dinamico
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 J. Stalin ......... niente male.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 4916
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 73
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: J. Stalin ......... niente male.   Ven 22 Mar 2013 - 20:19

.


.... è una novità interesante

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

............ da considerare come pazzo unico lontano dai numeri commerciali.

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 4916
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 73
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   Ven 22 Mar 2013 - 20:30

.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 4916
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 73
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   Ven 22 Mar 2013 - 20:38

.



Lo sviluppo del JS-3 ebbe inizio nell'estate del 1944, con il nome di "Kirovets-1". Il progetto venne intrapreso dopo un'attenta analisi delle tipologie di danno inflitte dai tedeschi ai corazzati russi. All'epoca c'erano due modelli di carri pesanti allo studio: il primo (basato sugli object numero 244, numero 245 e numero 248) si caratterizzava da una inedita piastra frontale a V rovesciata al posto della classica lastra piana. La nuova configurazione consentì di sagomare tutta la parte anteriore del carro, adottando anche delle "guancette" inclinate ai lati del muso. La soluzione permise di irrobustire il disegno senza aumentare il peso. La torretta, simile a quella dei precedenti carri JS, era saldata anziché fusa, dal momento che le fonderie erano perlopiù impegnate a produrre le torri dei JS-2 e dei T-34/85. Il secondo progetto si caratterizzava per una grossa torre arrotondata, vagamente rassomigliante una scodella rovesciata. La nuova torretta, grazie alla forma particolare, era in grado di deflettere più efficacemente i proiettili perforanti. Inoltre, la buona disposizione degli interni permetteva di minimizzare le dimensioni e, al contempo, di aumentare la corazzatura da 100 mm a 250 mm. Entrambi i progetti furono sottoposti a V.A. Malyšev, ministro della produzione dei carri armati, che, con acume, decise di combinare la torretta del secondo progetto con lo scafo del primo. Il nuovo carro, denominato "Oggetto #703", venne mostrato a Žukov e a Vasilevsky nell'ottobre del '44. Subito dopo, Stalin ordinò la sua messa in produzione. Il carro di serie si dimostrò robusto e ben protetto. L'armamento principale era costituito da un cannone da 122 mm A-19, con ventotto proietti a carica separata, assistito da un meccanismo di caricamento semiautomatico. Normalmente il carro trasportava 18 proietti ad alto esplosivo e 10 AP, distribuzione che suggerisce un impiego primario contro bersagli "morbidi". L'equipaggio era di quattro persone (pilota, comandante, cannoniere, servente). Per la prima volta su un carro russo, il pilota era dotato di portello con iposcopi anziché feritoie. L'iposcopio del pilota doveva però essere rimosso prima di aprire il portello. Il carro trasportava 450 litri di carburante internamente, inoltre poteva essere equipaggiato con quattro serbatoi esterni da 90 litri l'uno, connessi direttamente ai serbatoi principali. I serbatoi esterni erano dotati di meccanismo di sgancio di emergenza. Il JS-3 restò in produzione di massa fino a metà del 1946, con un totale di 2.311 esemplari prodotti. Inizialmente soffrì di numerosi difetti, legati a problemi di progettazione. I più seri erano: motore e cambio inaffidabili e problemi ad alcune componenti della torretta. Nel 1946 fu formata una commissione per analizzare e eliminare questi problemi, che propose un programma di ammodernamento e miglioria. Tra il 1948 e il 1950 tutti i carri furono ammodernati, rinforzando motore e cambio, sostituendo le ruote e rimpiazzando le radio 10-RK con più moderne 10-RT. Dopo il programma di modifica, il peso del carro si era innalzato a 48,8 t. Nonostante le modifiche, il veicolo continuò ad essere inaffidabile. Alla fine degli anni '50, il carro fu ammodernato nuovamente, dando vita al JS-3M. In definitiva, i carri modernizzati erano più o meno comparabili con gli altri carri russi, ma ormai erano divenuti obsoleti. Furono mandati in aree di stoccaggio e usati raramente.


.



Lunghezza

10 m



Larghezza

3,2 m



Altezza

2,45 m



Peso

46,5 c.a. t



Propulsione e tecnica



Motore

V-2-IS (V-12) diesel



Potenza

600 hp



Trazione

Posteriore



Sospensioni

Barre di torsione



Prestazioni



Velocità

37



Autonomia

225



Armamento e corazzatura



Armamento primario

Un cannone a canna rigata da 122 mm con proietto e carica separata



Corazzatura

acciaio compatto


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
borealis

avatar

Messaggi : 406
Data d'iscrizione : 18.03.13
Età : 46
Località (indirizzo completo) : San Paolo Solbrito (AT)

MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   Lun 25 Mar 2013 - 8:25

Occhio Sven, quello nelle foto B/N mi sembra un IS-7.

L'IS-3 in scala che dove arriva?

Edit: aggiungo un paio di notizie sull'IS-3: gli alleati ebbero modo di vedere la prima volta questo mezzo durante la 'Parata per la Vittoria' tenuta a Belino il 7 settembre del 1945, e la sua apparizione fu uno shock per gli osservatori.
Il design del carro difatti era rivoluzionario fra i mezzi dell'epoca, sia nello scafo 'a cuneo' che nella torretta a calotta (soluzione che divenne poi lo standard per tutti i carri sovietici del dopoguerra, fino ai giorni nostri).


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 4916
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 73
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   Lun 25 Mar 2013 - 9:33

.



.... ola Bore, è della Juckenburg ......


... sul /7 cambiano scafo e carrelli ...

Pare che l'IS non entrò in cambattimenti contro i tedeschi, però è un bel carro sul finire del conflitto e non stonerebbe in una collezzione privata.

flower


.


Ultima modifica di Sven Hassel il Lun 25 Mar 2013 - 10:19, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
borealis

avatar

Messaggi : 406
Data d'iscrizione : 18.03.13
Età : 46
Località (indirizzo completo) : San Paolo Solbrito (AT)

MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   Lun 25 Mar 2013 - 10:08

Anche il retro della torretta dell' IS-7 è diversa, è allungata e tronca (da quando gioco a world of tanks mi son fatto una cultura su questi carri eheheh visto che li incontro in battaglia).

Ho visto ora l'annuncio dell'IS-3 su MM forum (sulla pagina ufficiale di Juckenburg non c'è ancora): ora mi documento.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
borealis

avatar

Messaggi : 406
Data d'iscrizione : 18.03.13
Età : 46
Località (indirizzo completo) : San Paolo Solbrito (AT)

MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   Lun 25 Mar 2013 - 11:21

Ok, il kit è, a differenza di altri kit precedenti di Juckenburg (tipo lo Jagdtiger e il Maus), dedicato al dinamico.

Viene fornita la sovrastruttura dello scafo, la torretta con l'anello di rotazione su misura per le ghiere heng long e le ruote esterne.

Il tutto va combinato con uno scafo inferiore del KV-1 (con relative ruote).

Gli ingombri sono abbastanza corretti: la differenza maggiore fra il carrellaggio del KV-1 e quello dell'IS-3 è (oltre all'aspetto delle ruote che comunque vengono corrette dal kit) l'attacco dei bracci delle sospensioni. Nell'IS-3 reale la parte inferiore dei lati dello scafo è inclinata verso il centro, mentre nel KV-1 resta verticale.
Però a parte quello la spaziatura delle ruote è sostanzialmente corretta, e se uno ha le capacità e la voglia si può sempre fabbricare un fondo corretto.

Un kit molto interessante ed una scelta intelligente da parte del produttore.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 4916
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 73
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   Lun 25 Mar 2013 - 11:46

.



.......... da un primo esame affrettato la parte inclinata posteriore del kit Juckenburg mal si potrebbe adattare al KV1 ma potrei ricredermi, con lo stampo in mano.

... di certo esce un colosso mica da poco da un KV1 già grossarello di suo, specie in larghezza, con la corazzatura a filo dei cingoli ... la torre con il cannone insegnano come l'armamento russo crebbe rispetto agli sfiatati 76mm d'artiglieria ...


lol!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
borealis

avatar

Messaggi : 406
Data d'iscrizione : 18.03.13
Età : 46
Località (indirizzo completo) : San Paolo Solbrito (AT)

MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   Lun 25 Mar 2013 - 12:53

Il cannone è il D-25 /A-19 da 122mm montato anche sul nuovo JS-2 Tamiya, quindi sarà possibile reperirlo in metallo fra breve.
Di dettagli esterni non c'è molto da ricostruire, ma le meccaniche della torretta non saranno banali da implementare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 4916
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 73
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   Lun 25 Mar 2013 - 15:00

.


....... gli stamapati in resina della Juckenborg finora sono stati degli ossi duri da digerire e non è detto che questo non sia migliorato nel frattempo ... certo è un ottimo esempio allettante sul mercato tankista appisolato e stracco sulle solite novità mancanti ........


lol!


.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 4916
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 73
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   Mer 27 Mar 2013 - 15:45

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: J. Stalin ......... niente male.   

Tornare in alto Andare in basso
 
J. Stalin ......... niente male.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Il TIR fa male
» Il "bene" e il "male".
» Tossicità del fimo - Scambio di opinioni e info
» Puntata 11 febbraio - Si recupera! Ieri niente, oggi due!
» l'arricciacapelli

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LAVELLI GIOVANNI :: MODELLISMO RC :: veicoli militari :: carri armati-
Andare verso: